QUESTO E' UN BLOG "DI PANCIA", SIA CHIARO


Questo blog non è una testata giornalistica ed è aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Gli autori, inoltre, non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Lo stesso per i siti che forniscono dei link alle risorse qui contenute. Il fatto che questo blog fornisca questi collegamenti non implica una tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi, sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli autori dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Gli autori del blog si riservano il diritto di rimuovere senza preavviso e a loro insindacabile giudizio commenti che risultino offensivi, volgari, blasfemi, inutili, altamente provocatori o che abbiano contenuti di natura pubblicitaria. Inoltre, gli autori non sono in alcun modo responsabili del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità.

lunedì 30 marzo 2015

IL CASO CANALETTI. OGGI, IN CONSIGLIO COMUNALE.

Questa sera, alle ore 18, il caso Canaletti approderà al parlamento cittadino. Il Sindaco dovrà rispondere alla interrogazione presentata e firmata da tutti gli esponenti di Grande Futuro Per Porto Recanati che riguarda il famoso pizzino scritto dal Presidente della Pro Loco all'assessore al turismo.
Questa sera, alle ore 18, il Sindaco Montali, molto probabilmente, proverà a destreggiarsi in una abbastanza pietosa opera di minimizzazione. Garantirà che il bando relativo al Plein Air verrà aggiudicato con la massima chiarezza e trasparenza. Ci narrerà, sottolineandolo e enfatizzandolo, che la sua amministrazione ha finalmente messo mano alla questione Plein Air. Glisserà invece, con l'arte dell'eloquio, sulla parte della vicenda che riguarda le motivazioni di opportunità sul confermare o meno le deleghe a Canaletti. Derubricando il fatto da "deprecabile" (cit. Riccetti/UPP) a "ragazzata", senza reali conseguenze sulla regolarità del procedimento amministrativo. Dando piena fiducia al suo assessore. Che, lo ripetiamo a scanso di equivoci, ha, alla luce dei fatti, una sola colpa: consentire che i Presidenti della Pro Loco, molto interessati ad un certo bando, usino la sua bacheca Facebook come deposito di inopportuni consigli usando toni che lasciano presagire comportamenti non consoni per un assessore.

L'asticella dell'etica e del rispetto di determinati valori che dovrebbero costituire il core business di una sana azione politica, verrà, in seguito alle decisioni del Sindaco, abbassata di un mezzo metro. E in quel mezzo metro saranno autorizzati, in futuro, ad incunearsi tipologie di comportamenti border line tra il lecito e l'illecito. Tra il deprecabile e il sopportabile. Tra il moralmente ineccepibile e il mestamente accettabile.

Compirà questo gesto nel suo ruolo di primo cittadino. Non realizzando che proprio quella definizione con la quale un sindaco viene identificato, lo obbliga ad un esercizio che Sabrina Montali non vuole proprio capire: dare il buon esempio.
Compirà questo gesto sbattendosene altamente del suo stesso elettorato, che attraverso le parole del Vice Sindaco e assessore Lorenzo Riccetti, punto di riferimento di un sostanzioso corpo elettorale che ha consentito a Sabrina Montali di conquistare Palazzo Volpini, ha definito certi fatti, atteggiamenti, consigli, come deprecabili.

Bisognerà solo capire fino a quando questo assaggio di principio di deriva morale verso il quale si sta spingendo una intera città, sarà sopportabile da chi, nei banchi del Consiglio Comunale, consente a Sabrina Montali di continuare ad indossare la fascia alzando il proprio braccio. Perché se la ricerca della sintesi, in politica, qualche volta obbliga un consigliere comunale a votare in dissenso ai propri credo, di fronte ad un palese atto di abbassamento della asticella della moralità, potrebbe non bastare una cassa di Malox per eliminare certi perenni bruciori di stomaco.

E se chi vi scrive fosse un Consigliere Comunale Riccettiano, al Malox, preferirebbe un paio di scarpe da tennis, una bici e un bel lungomare da godersi nelle imminenti giornate di sole. E l'importanza di continuare a camminare a testa alta.

Prima ancora che una molto prossima ipotetica immeritocratica nomina del Presidente della Farmacia, complicando ulteriormente il quadro, turbi i sonni ed alteri in modo non più gestibile quegli inscalfibili concetti che caratterizzano una esistenza e costituiscono le fondamenta per l'etica di un individuo.

Perché quando il sogno diventa incubo, é meglio tornare alla realtà familiare e personale di tutti i giorni, lasciando la politica a chi la interpreta come un maleodorante incastro di piccoli poteri.


43 commenti:

  1. La gente perbene con una dignità non può coesistere con chi viene da partiti cloaca.

    RispondiElimina
  2. Ti sarai accorto argano che hanno già preparato una montagna mediatica per seppellire tutto e cioè la collina del Burchio che per alcuni " al lupo al lupo" di FB sembra dover venire giù tutta da un momento all'altro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho letto articoli. Sto provando a capirci qualcosa. Stamane sembra che l'allarme sia rientrato. Vorrei capire quanto la zona oggetto di smottamento è vicina a quella dove si sarebbe dovuto costruire per il Burchio. Ma per farlo penso che l'unico modo possibile è recarsi sul posto e vedere con i propri occhi.

      Elimina
    2. E' iniziata la settimana santa , Sig. Sindaco ci faccia la santa carità di parlare forte e chiaro e con un esemplare esempio dia segno di pulizia come spero il Sig. Canaletti in coscienza ammetta la propria sudditanza telecomandata da vecchi marpioni e se ne torni a casa sua ,perchè non degno di decidere nella casa di tutti.

      Elimina
    3. Anonimo 07,46 al lupo al lupo lo vedremo. Intanto prendiamo nota che la stampa non ha scritto neanche una riga sulla questione,chissà come mai.

      Elimina
    4. Non hai letto i giornali stamattina!
      E' tutto rientrato l'allarme.
      Il proprietario del casolare neanche se' fatto vede dai tecnici.
      Gli strumenti piazzati da tempo non hanno rilevato niente.
      Tutta fuffa!

      Elimina
    5. Allarme: E' CROLLATA TUTTA MONTARICE NEI PRESSI DEL CIMITERO, TUTTI MORTI! :-) .... che quacquaraqua...

      Elimina
  3. Era interesse di Canaletti smentire e metterci la faccia un secondo dopo quando Pacellò fece quella genialata su FB, invece sono passati 20 gg e neanche un sibili, indi devo dedurre che Canaletti è reo e dentro con tutte le scarpe assieme all'altro Assessore, Argano dai enfasi anche al famigerato altro assessore...chi sarà mai...???!!....sarà meglio berci un "Fiasco" di vino in compagnia e dei buoni tarallucci, finirà così?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. chi tace acconsente, la gente di porto recanati non può moralmente acconsentire ad una politica da sottobanco : IO NON CI STO ! e non voglio vergognarmi da chi preposto e pagato a rappresentarmi : con dignità A CASA !

      Elimina
    2. 08,47 sei troppo tonto o accecato dall'odio per non capire chi è l'altro Assessore?

      Elimina
  4. Qiando non viene fuori nesduma porcati o si è onesti o si è scaltri quando capitano quedti casi , non si è nessuno dei 2.

    RispondiElimina
  5. A noi cittadini la sorpresa di un pò di pulizia ,a canaletti la sorpresa di un microfono dentro l'uovo di pasqua, a pacella il macchinario per ripulire tutto il grasciaro che significa pro loco

    RispondiElimina
  6. Argano, l'hai scritto da solo oppure ti ha aiutato qualcun..A? E poi se io vengo sulla tua pagina facebook e scrivo che domani io e te andiamo a put......e, non vuole dire che tu sei un putt...re ma solo che IO ho scritto ciò.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per quanto la cosa possa risultarti indigesta, tutto quello che vedi scritto in questo blog è farina del mio sacco. Salvo quando cito o riporto qualcuno (ma in quel caso la citazione fa capire che non scrivo io anche a uno poco attento come te). Detto questo, se tu scrivi nella mia pagina Facebook che dobbiamo andare a puttane, io ti rispondo che a puttane ci vai tu. E che io non vengo. Tra l'altro, io non sono un assessore del Comune di Porto Recanati. E alla gente se tu mi inviti a venire a puttane con te, non gli interessa un fico secco.
      Se invece un Presidente della Pro Loco, "suggerisce" nella pagina Facebook condivisa ad un suo "amico" assessore come un bando debba essere redatto, allora, la cosa diviene di importanza e di dominio pubblico. Ha una gravità politica, etica, morale e pubblica.
      Ma questo lo capirebbe anche uno con un cervello di un bambino: cioè uno con un cervello molto più evoluto del tuo.

      Elimina
    2. Argano grandissimo, ma chi è il genialoide che ha scritto quel sillogismo così calzante?? ... ma come ragionate? Argano sei stato anche troppo buono perché la gravità è anche civica e siamo al limite del penale per "turbativa d'asta"! MA STIAMO SCHERZANDO!!?? I Portorecanatesi non hanno l'anello al naso cari miei e qs cosa è di una gravità assoluta ed è obbligo civile di tutti fare chiarezza fino alla fine. Ma uno può tacere per 20gg? se fosse capitato a me, il giorno stesso avrei indetto una conferenza stampa per chiarire colpo su colpo qualsiasi cosa.

      Elimina
  7. ano delle 09.50 sempre se sai leggere e interpretare un briciolo di lampante ironia...ti accorgerai che l'altro assessore l'ho capito eccome, e il tonto sei solo tu mio caro maestrino "so tutto io" ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Invece è proprio dalla tua ironia che si capisce che l'l'altro assessore da te indicato è fiaschetti e dimostri di non sapere nulla

      Elimina
    2. Illuminaci tu allora, canta il nome mitico!

      Elimina
  8. certo ano delle 09.50 che sei solo tu il tonto .... non vedi che è scritto "Fiasco" e secondo te che vuol dire... Zoppi??... che ncantato de gesso.

    RispondiElimina
  9. Prima di pulire le strade o anche assieme, pulisciti la coscienza chiedi scusa a tutti e dimettiti... meglio tardi (troppo) che mai!

    RispondiElimina
  10. canaletti un consiglio che dovresti capire molto bene RINUBCIA A SATANA E ALLE SUE SEDUZIONI . uno com te sempre dichiaratosi educatore e a servizio dei giovani prima di tutto deve dare l'esempio

    RispondiElimina
  11. fiaschetti attilio30 marzo 2015 12:22

    Non sono io l'Assessore del post apparso nella bacheca del mio amico Canaletti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie della risposta e chiedo scusa se non é lei, chi è quindi?

      Elimina
    2. Vai per esclusione. E fai tana.

      Elimina
  12. Argano vorrei che ce lo dicesse Fiaschetti o chi per lui in amministrazione;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo ha già fatto. Leggi sopra.

      Elimina
    2. Lo so intendevo il nome e cognome dell'assessore coinvolto rimasto anonimo.

      Elimina
    3. Togliamo Canaletti, togliamo Fischetti, ne rimangono 3.
      Ambarabacicciccoccò.....

      Elimina
    4. Ce lo diranno stasera.... ahahaha .... te lo immagini?!...che pezzi de carbonari e bocche cugite... non prendono una posizione che sia una, la vergogna non la conoscono. Che nulla cosmico.

      Elimina
  13. Evviva la trasparenza!!!!!!!!!!! Evviva la legalità!!!!!!!!! Evviva l'intelligenza!!!!!!!!! Evviva la buonafede!!!!!!!!!! E' palese che la trasparenza è gigantesca, specialmente quella di Dezi che non viene addirittura visto sebbene presente! E' chiara la legalità, perchè non si può demonizzare delle chiacchiere tra amici! E' evidente che l'intelligenza è dentro al palazzo, quindi fuori non abbiamo capito nulla! Per non parlare della buonafede, più volte dimostrata in diverse occasioni in maniera inequivocabile (vedi protezione civile, giornalisti e caso Canaletti). Quello che manca è, ahimè, la dignità di evitare di sputtanare gli elettori che si rappresentano. Il nostro Comune non è poi così comune, ma tanto speciale come i nostri amministratori......

    RispondiElimina
  14. Non è vero ch Canaletti non ha commentato, il giorno dopo é uscita un'intervista su cronache Maceratesi, ma si sá certa gente preferisce leggere solo argano e bugiardone

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi pare che L'ARGANO lo leggi pure tu.....
      Comunque ti illumino di immenso: ho messo a disposizione di Canaletti 7 giorni dopo il fatto. Gli ho proposto una intervista. CHE LUI HA RIFIUTATO.

      Elimina
    2. un comunicato stampa no invece... mio caro fazioso!?

      Elimina
    3. Piccolo genio, fammi capire: io dovrei emettere un comunicato stampa per Canaletti? Voglio dire, io faccio una fatica bestiale per elevare il livello di questo blog. Poi mi arriva un commento come il tuo . Mi chiedo: ma la mamma degli imbecilli è sempre incinta?

      Elimina
    4. :-) non hai capito e non sono quello delle 15.43! Volevo dire appoggiandoti che (se fossi stato Italo) avrei quanto meno divulgato un CS chiarificatore! Sono stato vago io in effetti... :-)

      Elimina
  15. Argano quando ci dici qualcosa su quello che si e verificato sabato, nella collina del burchio.

    RispondiElimina
  16. Argano ci aggiorni sul Consiglio appena puoi?

    RispondiElimina
  17. Il fatto che Canaletti non ha accettato il tuo "invito" non lo rende mica colpevole. Oppure ti vuoi ergere a testata giornalistica di livello nazione alla quale non si può dire di no? Mi sembra che tu stia un po' esagerando caro signor Argano. E ora premi su rispondi e illumina anche me con la tua solita "classe" da vero blogger.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti rispondo con la mia classe di blogger:

      Vedi, caro anonimo, tu di una cosa puoi essere assolutamente sicuro: se io fossi stato Assessore al Turismo, a me, il Presidente della Pro Loco, quelle cose non le avrebbe scritte. E se avesse provato a farlo, io, il pizzino, non lo cancellavo. Lo stampavo e lo portavo dai Carabinieri.

      Elimina
    2. Tu riesci ad avere la certezza che il "pizzino" sia stato cancellato da Canaletti? E quella tua nota sarcastica che hai usato chiamandomi "Caro Anonimo" puoi anche smetterla di usarla. Google di da la possibilità di impedire che la gente scriva in maniera anonima. Perché non la sfrutti? Paura che nessuno scriva più sul tuo blog?

      Elimina
    3. Senti Sherlock Holmes de noaltri, google non ti consente una mazza. Per cui smettila di scrivere puttanate che stamattina non è aria. E se proprio ci tieni a far capire chi sei, c'è un sistema semplice. Molto semplice. Firmati. Oppure se hai un po' di attributi, fermami quando mi vedi. Se questo blog, come sembra, non ti piace, levati dai marroni.
      Non soffriremo la tua mancanza.

      Elimina
  18. Qualcuno ha chiesto al "signore" che ha scritto il pizzino su una pagina pubblica di fb perché l'ha fatto?
    Non credo sia come stupido da mostrare le sue magagne al vento, di solito si comporta così? E' una sua abitudine?
    No, lui sapeva benissimo cosa avrebbe causato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questa, pertanto é una nuova tesi. Giusto?
      Tesi che sostiene che il Presidente della Pro Loco ha scritto quelle cose sputtanandosi ai quattro venti per fare torto a Canaletti.
      Interessante.......

      Elimina