QUESTO E' UN BLOG "DI PANCIA", SIA CHIARO


Questo blog non è una testata giornalistica ed è aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Gli autori, inoltre, non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Lo stesso per i siti che forniscono dei link alle risorse qui contenute. Il fatto che questo blog fornisca questi collegamenti non implica una tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi, sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli autori dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Gli autori del blog si riservano il diritto di rimuovere senza preavviso e a loro insindacabile giudizio commenti che risultino offensivi, volgari, blasfemi, inutili, altamente provocatori o che abbiano contenuti di natura pubblicitaria. Inoltre, gli autori non sono in alcun modo responsabili del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità.

mercoledì 26 marzo 2014

IL CIVICO, IL POLITICO E LA MORTE DEI PARTITI

Rosalba Ubaldi, uscendo ufficialmente allo scoperto, in un comunicato che possiamo trovare anche nelle bacheche per il Corso Matteotti, ci ha fatto sapere che la sua sarà una lista a forte impronta civica. Aperta ad associazioni, gruppi sociali, donne e uomini di buona volontà, di riconosciuto valore, di impegno e di rettitudine.

Rosalba Ubaldi è una alta esponente dell’UDC provinciale e regionale. Da sempre legata al partito di Casini. Se anche lei prende le distanze in maniera così abbastanza evidente da tutto quello che un partito, in questo preciso momento storico, può rappresentare, viene da pensare.

Il termine “coalizione” ormai sembra vetusto. Ha lasciato chiaramente il campo ad una nuova espressione linguistica: "alleanza civica".

Come se nominare un partito, caratterizzarlo fondandoci sopra una lista, sia ormai abbastanza controproducente. E’ la morte della politica “parititica”. Che si ufficializza a mezzo formazione della lista da parte di chi ci ha governato negli ultimi cinque anni.

L’operazione, poi, si presta molto bene: qualora i vari Sirocchi o Pagano, o Sampaolo, volessero aggregarsi, sarebbero i benvenuti. Loro non si sa più di quale partito sono, del resto: Forza Italia? Nuovo Centro Destra? O, molto semplicemente, uomini di buona volontà? Prospettati in ambito nazionale, sono pro o contro il governo Renzi? Chi lo sa……..

Si, forse pensare ai partiti ormai è operazione anacronistica. E anche nelle fila del PD e di Sel occorrerà provvedere ad una de-partiticizzazione dell’alleanza.

Civico è bello. Sempre che, nelle liste, riusciate a trovare 16 nominativi di livello.

 

33 commenti:

  1. Dici bene, la morte dei partiti. La delusione è tale da non voler più appartenere a nessuno.

    RispondiElimina
  2. Concordo in pieno con quanto sopra.
    Certo bisognerebbe farlo anche capire a chi per certe scelte chiama ancora in causa ideologie partitiche di destra e di sinistra senza capire che si possono fare alleanze semplicemente su delle idee condivise.
    c'è un problema però,nominativi di livello in che senso?non sembra che tra quello esistente,la voglia e il tempo di esporsi rimangano molte persone di alto livello nel nostro piccolo paese tanto da riempire più di una lista con 16 nomi.

    RispondiElimina
  3. i partiti sono responsabili del degrado,sono il substrato che ha consentito la corruzione a tutti i livelli,non servono ad arginare casi eclatanti come il Caimano che ha spadroneggiato e si è fatto beffe degli italiani,non attraggono soggetti validi ad amministrare un paese, prendono soldi pubblici a non finire...rapida conclusione:devono chiudere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Soldi pubblici a non finire......
      Informati caro populista da strapazzo che a livello locale non arriva un euro di soldi pubblici,tutto si ferma a livello regionale.

      Elimina
    2. Caro ano delle 8.45, non c'è NESSUNO che ti metta la pistola in testa e ti OBBLIGHI a diventare sindaco o assessore: se lo fai ti candidi per TUA scelta. Personalmente sono (e questo lo dico NON ESSENDO UN ELETTORE DEL M5S)solo per un rimborso spese o poco più: fare politica dovrebbe essere una MISSIONE, come fare il medico o il prete. Non è un caso comunque che negli ultimi tempi si parli sempre più di austerity anche nei confronti di manager che prendono stipendi stratosferici e non solo dei politici

      Elimina
    3. Che i soldi si fermino e si spendano per i rimborsi dei vs.colleghi regionali,non cambia la sostanza:nessuno ha più' fiducia nella cosa pubblica per merito dei partiti.chi ruba e intasca soldi era un politicante come voi che poi ha fatto carriera.io sto meglio con i populisti che con i ladri.

      Elimina
    4. Perchè i fondi regionali non sono soldi pubblici??a se un genio tu

      Elimina
    5. Difendo l'anonimo delle 8.45, perché parlare di gente che che va a fare l'amministratore per denaro in un comune come Porto Recanati è semplicemente assurdo. C'è uno che parla di preti e medici come gente disinteressata. Ebbene, sappia costui che i medici sono tra quelli che in Italia guadagnano di più. E giustamente, dico io, vista l'importanza della loro professione. Per quel che riguarda i preti, forse il nostro delle 9.24 non sa che il Vaticano è la più grande agenzia finanziaria del mondo. Sappiamo bene che i preti vedono il diavolo nel sesso e i mozzorecchi sciocchi vedono il diavolo nel denaro. E parlano solo di questo dimenticandosi di quanto è varia la realtà umana e di quanto i moralisti siano peggio dei delinquenti.

      Elimina
  4. Attenzione i partiti non sono morti, queste liste civiche di facciata sono composte da chi è ben incistato dentro ai partiti. Far parte di una lista civica serve a far credere che si sta combattendo la partitocrazia, ma non è così, sono tutti tesserati. Da quando i partiti hanno smesso di formare la classe dirigente sono diventati solo un peso per il paese perchè a livello nazionale e regionale bruciano miliardi si soldi pubblici e perchè al loro interno si fa carriera solo adulando o portando soldi. O i partiti si riformano smettendo di pretendere denaro pubblico e smettendo di occupare tutti i gangli vitali del paese (per fare il primario occorre ancora la tessera di un partito di governo!), oppure saranno i cittadini a dover attivarsi per dare un'alternativa all'Italia. Per ora non ci resta altro che premiare coloro che non fanno parte dei partiti tradizionali o che a questi chiedano il voto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Corsi e ricorsi storici quello delle liste civiche: a Porto Recanati fu tentato e con successo fine anni '80 nella giunta vecchi-sorgentoni: c'erano persone come feliciotti mirco, lucci giovanni, tutti fuoriusciti dai loro partiti che appunto avevano formato 2 liste civiche. La ubaldi daltronde è figlia(se non madre)di quel modo di fare politica, e grazie ai lungimiranti geni politici dei piddiretini locali probabilmente riuscirà a replicare quella situazione.

      Elimina
    2. Il bello di questa campagna anti partitica è che viene condotta da gente che ha simpatie per per la sinistra o per la destra. esattamente per aree politiche che hanno rappresentato e rappresentano l'esaltazione dei partiti tradizionali.

      Elimina
  5. La fine dei partiti è una grande vittoria del Movimento 5 stelle

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei sicuro? La fine dei partiti è iniziata più di trenta anni fa, quando tu, anonimo delle 9.54, forse non eri ancora nato. Studia un po' di storia delle dottrine politiche e ne saprai di più.

      Elimina
    2. Ano delle 14:10, detto "O Professore"...e cala jò da so ceregio

      Elimina
  6. a me,sembra solo una maschera per poter rimanere ancora attaccata alla poltrona, comandare è bello e gratifica la propria smisurata ambizione.altro che missione,

    RispondiElimina
  7. Mirco Frontini26 marzo 2014 11:38

    ecco perche vincera di nuovo . un paese senza palle .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Frontini, intanto facci vedere le tue di palle, poi ne parleremo. Ti diremo se sono palle taroccate o disinteressate.

      Elimina
    2. ha sicuramente piu' palle di te, visto che lui ci mette la faccia o per meglio dire nome e cognome!!
      non credo abbia interessi, tu caro anonimo non so'...

      Elimina
  8. Anoniimo delle 9,24 fare il medico e' una missione? Hai mai avuto bisogno del tuo medico di famiglia nei giorni festivi? Hai visto come corre per dimostrare a tutti che e' un missionario? Per favore, siamo seri. Fare il politico chisramente non ceve essere un mestiere, ma se un sindaco di un paese o citta' come Porto Recanati prende 1600 euro lordi al mese non mi sembra uno scandalo ma il compenso dovuto a una persona che dedica ore e ore del suo tempo ai problemi del paese. E' facile fare demagogia ma vedete che difficolta' stanno avendo i partiti o liste civiche che dir si voglia, a trovare dei candidati a fare il sindaco? Metterci la faccia e sentire gli insulti piu' beceri da parte di qualunquisti di cui il paese e' pieno, non e' ne bello ne simpatico. Rispettiamo i politici seri sopratutto a livello locale che si impegnano per il bene del paese, poi anche se non sempre ci riescono non devono essere crocefissi come fossero dei ladroni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un applauso, anonimo delle 12.15.

      Elimina
    2. pessimo paragone con il medico,ognuno di loro ha studiato un vita intera e bene o male aiuta la gente per uno stipendio che, paragonato ai tuoi politici,è assolutamente iniquo.nei giorni festivi puoi sempre chiamare il tuo sindaco che corre a risolvere i guai dei cittadini e a punire i cattivi

      Elimina
    3. Vedi a volte anche i sindaci hanno studiato e anche molto' ma trovami un medico che dedica ai suoi pazienti il tempo che un sindaco dedica ai problemi del paese per 1600 euro lordi al mese. Sai quanto guadagna un medico della mutua con 1200 pazienti? Domandalo al tuo medico e vedi cosa ti dice

      Elimina
    4. Carissimi, quello che volevo dire è questo: come il medico ha fatto il giuramento di Ippocrate, come il prete ha fatto quello di servire Dio, il politico DOVREBBE - dico DOVREBBE - servire la polis, cioè la città, il paese in cui vive in maniera DISINTERESSATA. Certo, il medico è pagato, il prete entro certi limiti pure, il politico anche (troppo rispetto a quello che fa)ma nessuno di loro è stato costretto a fare quello che fa, e se lo fa male dovrebbe subirne le conseguenze a livello giuridico e penale. Il senso era questo

      Elimina
  9. Caro Anonimo delle 9,54, benché il movimento 5 stelle tenda ad assumersi (con grande senso della responsabilità) la paternità di tutti gli eventi politici degli ultimi mesi, credo che la fine dei partiti non sia affatto merito di un movimentucolo nato dalle farneticazioni di un comico. Al contrario proprio detto movimento è l'espressione di un processo cominciato prima, ed è il risultato di tale processo. La fine dei partiti come tale è la causa, non l'effetto della nascita del movimento.
    Il movimento dei forconi che scaldò le piazze poco tempo fa è un'altra di queste espressioni.
    Il movimento fondato da Grillo tende a cavalcare (come i migliori surfisti) l'onda del momento, appropriandosi della forza che deriva da essa.
    Purtroppo, a parte il grande apparato comunicativo che la supporta, a livello contenutistico questa formazione politica (perché questo è il fine del movimento) ha notevoli carenze, dettate e imposte anche dalla forte impronta populistica datagli dai fondatori.
    Pur di accaparrare voti dalla disfatta dei partiti, si tende ad appoggiare cause molto discordanti l'una dall'altra, includendo estremizzazioni e raggruppamenti di estrema destra come di estrema sinistra.
    Credo proprio invece, che la catalizzazione del voto di protesta possa essere una strategia che funziona a livello nazionale, mentre a livello locale si voteranno le persone. Non ci si potrà nascondere dietro il simbolo, ergendolo a guisa di scudo.
    Sarà decisamente difficile ripetere la performance delle passate elezioni nazionali.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ancora di estrema destra e sinistra parli? Sei rimasto indietro, ormai sono una cosa sola. E le proposte del 5 stelle sono state tante, se poi non le accolgono perchè vanno contro le lobbies non è certo colpa del M5S.

      Elimina
  10. Come potremmo definire Casa Pound se non un movimento razzista di estrema destra? Quando si ammicca a determinate formazioni politiche, certamente si conoscono bene i termini destra e sinistra e la loro accezione in politica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. magari anche in italia l' estrema destra...

      Elimina
  11. Non ho potuto leggere il comunicato esposto in bacheca, ma dalle parole usate dall'Argano mi sorgono due considerazioni:
    1) che la Sindaca non è per nulla uscita allo scoperto, altrimenti ci sarebbero i nomi, ma l'Argano non ne fa riferimento;
    2) che la Sindaca non ha ancora una lista, come tutti gli altri partiti.

    RispondiElimina
  12. Per "uscita allo scoperto" si intendeva, ovviamente, l'ufficializzazione della sua candidatura.

    RispondiElimina
  13. Mirco Frontini27 marzo 2014 08:59

    Gli anonimi.. siete voi che avete paura di scoprirvi!!! prima di chiedere di vedere le mie palle siete pregati di mettere il nome !!altrimeti siete solo aria fritta!. Se nessuno sa chi siete molto facile cambiare ideea . al Porto sempre cosi meglio nn dire o nn far sapere cosa pensi , perche puo venir comodo cambiare idea all ultimo istante. .. qua per voi è il paradiso , potersi sfogare in modo anonimo come dei bravi repressi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. se esistesse il tasto "mi piace"...

      Elimina
  14. Frontini, sarai no un eunuco, visto che non vuoi farci vedere le tue palle? Gli anonimi potrebbero essere anche donne e sarebbe difficile per loro mostrare gli attributi. Ma dal nome sembra che tu sia un uomo. I difetti dei portotti li hai azzeccati, comunque. Tu di dove sei?

    RispondiElimina
  15. @anonimo del 27 marzo 2014 13:58 attento che dallo specchio se scivola... -___- fate ride!!!

    RispondiElimina