QUESTO E' UN BLOG "DI PANCIA", SIA CHIARO


Questo blog non è una testata giornalistica ed è aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Gli autori, inoltre, non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Lo stesso per i siti che forniscono dei link alle risorse qui contenute. Il fatto che questo blog fornisca questi collegamenti non implica una tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi, sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli autori dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Gli autori del blog si riservano il diritto di rimuovere senza preavviso e a loro insindacabile giudizio commenti che risultino offensivi, volgari, blasfemi, inutili, altamente provocatori o che abbiano contenuti di natura pubblicitaria. Inoltre, gli autori non sono in alcun modo responsabili del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità.

giovedì 6 marzo 2014

IL BURCHIO, LE FIRME, MONTARICE E UNA PUBBLICA ASSEMBLEA

Riceviamo e pubblichiamo da Carlo Reboli, Presidente del quartiere montarice:

 

COMITATO QUARTIERE MONTARICE

LA QUESTIONE DEL BURCHIO 2 - RACCOLTE 1.120 FIRME

COMUNICATO STAMPA DEL 3 MARZO 2014

Comunichiamo che in data 21 Febbraio u.s. sono state consegnate in Comune le 1.120 firme raccolte per la petizione ‘NO ALLA CEMENTIFICAZIONE DEL BURCHIO’

E’ stato un vero successo ottenuto anche grazie a collaboratori spontanei del Comitato di Quartiere ai quali vanno i doverosi ringraziamenti. Gran parte della cittadinanza ha voluto così esprimere il proprio parere consapevole e non curandosi delle velate intimidazioni ricevute telefonicamente e che, inevitabilmente, sono divenute di dominio pubblico. Quindi un vero e proprio esempio di partecipazione, secondo alcuni insperato,tenendo conto che in massima parte ci si è mossi sul solo quartiere Montarice .

Non ci siamo limitati alla sola consegna in Comune. Abbiamo creduto opportuno coinvolgere le Istituzioni Provinciali e Regionali di quanto avvenuto, affinché ne tengano conto quando saranno chiamate, nuovamente, ad esprimere il loro parere sulla fattibilità del progetto. Abbiamo, inoltre, chiesto ed ottenuto la collaborazione dell’Associazione ambientalistica ‘ITALIA NOSTRA’ che ci supporterà con la propria esperienza e competenza.

Tutto ciò, può essere sufficiente? La risposta è NO! Dobbiamo essere vigili ed assillanti. Far passare il messaggio che non accetteremo con leggerezza un nuovo scempio sul nostro già martoriato territorio. Abbiamo già dato! Inutilmente, visto il non utilizzo di complessi come quello ‘Mengoni’ o il parziale utilizzo del ‘Villaggio dei tigli’ o il blocco parziale della nuova zona ‘Peep3’, solo per restare in zona e per citare gli esempipiù significativi.

Il Comitato ha la necessità di non essere lasciato solo. Avremo ancora bisogno delle forze politiche che hanno già espresso il parere negativo sulla variante del 30 Dicembre scorso. Al riguardo possiamo dire che qualcosabolle in pentola: l’organizzazione di pubblici dibattiti, lo studio approfondito sulla legalità degli atti utilizzati per la cementificazione, sono azioni intraprese dalla politica locale. Speriamo anche in una fattiva presenza, come già detto, di quei politici a livello provinciale e regionale a cui ci siamo rivolti. Ricordiamo, infine, cheogni cittadino può presentare osservazioni sul progetto previsto dalla variante suddetta entro il 22 Marzo p.v., direttamente in Comune. Per info: quartieremontarice@libero.it o al 3498129759.

Il Presidente Carlo Reboli

I M P O R T A N T E

SIETE INVITATI A PARTECIPARE AL PUBBLICO DIBATTITO SUL BURCHIO

Si comunica che Venerdì 7 Marzo p.v., alle ore 21,30, presso l’Auditorium delle Scuole Medie di Via Dantesi terrà un pubblico dibattito su ‘NO ALLA CEMENTIFICAZIONE DEL BURCHIO’.

I relatori saranno:

- Dr. Maurizio Sebastiani – Presidente ‘ITALIA NOSTRA’ Marche;

- Architetto Dr. Riccardo Picciafuoco – Forum Paesaggio Marche;

- Geologo Dr. Andrea Dignani – WWF Marche.

VI ASPETTIAMO NUMEROSI.


24 commenti:

  1. Se si può, coinvolgere anche Striscia la Notizia

    RispondiElimina
  2. i prossimi candidati sindaci hanno capito che non prenderanno voti da tutti noi se non si esprimeranno contro lo scempio del Burchio?e siamo molti di più dei 1120 firmatari della petizione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il brutto è che di portorecanatesi veri ce ne sono rimasti pochi e tutti i meridionali che risiedono in paese (tanti) che di mestiere fanno per la quasi totalità i carpentieri e i muratori e che ora sono senza lavoro secondo te chi voteranno?

      Elimina
    2. qualcuno ricorderà che la Ubaldi doveva costruire il porto poco prima delle ultime elezioni,ora il cavallo di troia è diventato il Burchio,anche i meridionali speriamo abbiano buona memoria e votino assieme a noi per un sindaco contrario allo SCEMPIO DEL BURCHIO

      Elimina
  3. Complimenti a chi, senza prendere un euro ed impiegando il proprio tempo, tempo che potrebbe essere speso in altro modo, si è assunto questa iniziativa per la salvaguardia dell'ambiente e per evitare l'ennesimo ecomostro nel nostro paese

    RispondiElimina
    Risposte
    1. CHE TI FAI I COMPLIMENTI DASOLO? COME AL SOLITO....

      Elimina
  4. Torno a chiedere: Reboli si è fatto scrupoli quando si è proceduto a cementificare Montarice per costruire la sua casa? E gli altri firmatari? No, perché loro sono loro e tutti gli altri sono dei coglioni. Per giustificare questo atteggiamento tanto contraddittorio quanto opportunistico Reboli butta là un "abbiamo già dato", che dovrebbe voler dire che i villaroli di Montarice hanno fatto un grosso sacrificio a costruire lì e che i portorecanatesi dovrebbero risarcirli assecondandone i desideri. Non è scandaloso che proprio i privilegiati di Montarice si mettano a urlare contro il Burchio? Che è un bellissimo resort con tanto verde quanto non ce n'è mai stato, a Montarice. E quelli che parlano di scempio mi sanno tanto di coloro che mangiano tutti i giorni riso con l'olio e si schifiscono quando gli si parla scampi alla griglia. Il comitato (di salute pubblica) si appella ai partiti politici affinché non si meraviglino se lo stesso comitato diventerà un partito. Reboli a Palazzo Volpini, mi raccomando. Chi ha cervello si tiri via da questa stupida storia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si,è un bel progetto,ma dati statistici alla mano sui reali ricconi che vengono nelle marche del est europeo,è esagerato per quel che serve.

      Elimina
    2. bel progetto come il porto...proprio bello guarda!

      Elimina
    3. Carlo Reboli Pres. Quartiere Montarice7 marzo 2014 09:44

      Ribadisco ciò che ho già detto in altra occasione su questo blog: rispetto l'anonimato ma non interloquisco con chi non si firma. Il mio indirizzo mail è: carloreboli@libero.it se non si vuole utilizzare quello del Comitato di Quartiere.

      Elimina
    4. Ieri sera sono stato all'incontro pubblico sul progetto del Burchio: che delusione, nessuno che ci abbia fatto vedere un'immagine del progetto o che ci abbia dato delle informazioni tecniche, solo una parata di discorsi generici di tanti aspiranti leader politici... Come confermato oggi dal Carlino che da Reboli candidato sindaco... E noi cittadini ancora una volta estromessi dalle questioni. Tanto vale votare l'originale (la Ubaldi) e non le copie allora ..

      Elimina
  5. Vorrei chiedere di fare una precisazione per quanto riguarda l'evento 'No alla cementificazione del Burchio'. Nulla togliere al Comitato Quartiere Montarice che si è attivato fin da subito con la raccolta firme, e hanno fatto un grande lavoro coinvolgendo tutti i cittadini, credo sia giusto parlare anche di chi è stato promotore e organizzatore dell'evento che si terrà domani sera...Peccato che non sono stati nominati per niente... "Date a Cesare quello che è di Cesare"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non hai precisato un tubo, caro 20.18, perché dovevi dire chiaramente che l'incontro di stasera all'auditorium lo ha organizzato Far, mentre il merito se lo è preso Reboli. E tu dovevi dirlo più chiaramente. Ma è evidente che non vuoi perdere i voti del quartiere Montarice.

      Elimina
  6. Bah, io sono "'meridionale" residente a Porto Recanati e conosco molti altri "meridionali" residenti, commercianti, liberi professionisti, insegnanti, dipendenti pubblici, pensionati ma nessun carpentiere. Conosco invece molti "portorecanatesi veri" che fanno i geometri, gli idraulici, gli elettricisti, i cartongessisti, gli immobiliaristi mi sono perso qualcosa?

    RispondiElimina
  7. Il problema del burchio è un problema che non riguarda l'edificazione del resort in quanto tale, ma riguarda quello che succederà se le cose non andranno per il verso giusto, ciè se ci saranno difficoltà a far funzionare un complesso di tale portata. Il rischio è che diventi un'altro hotel house o che sicambi la destinazione urbanistica in edilizia abitativa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ben argomentato, amico delle 10.37. Lo scempio, la cementificazione, il degrado ambientale non c'entrano un tubo. Chi tira fuori queste scemenze lo fa o per qualunquismo e per pregiudizio politico. Ognuno capisce che la zona del Burchio ci guadagnerà enormemente se si farà il resort con tutto quello che è previsto. I portorecanatesi, non è un mistero, hanno sempre odiato il bello e il raffinato. I portorecanatesi sono sciabbega e pallo'.

      Elimina
    2. ANCHE FOSSERO SOLO SCIABBEGA E PALLO' SAREBBERO ANCHE CAVOLI LORO E LO FANNO A CASA LORO... NESSUNO PUO' VENIRE DA FUORI AD APPROFITTARE DEL NOSTRO TERRITORIO.

      Elimina
    3. Il tuo territorio? Oddio, che cosa dovremo aspettarci da oggi in poi? I portorecanatesi a Porto Recanati sono come le mosche bianche. Tremate migliaia e migliaia di immigrati di tutte le latitudini, questo portorecanatese delle 13.05 vuol cacciarvi via tutti.

      Elimina
  8. la strenua difesa della sindaca da parte tua è la solita'' fuffa'' , prima di essere mandata a casa non le permetteremo di rovinare ancora il paese;lei per prima doveva pensare che sciabbega e pallò non vanno d'accordo con gli speculatori.

    RispondiElimina
  9. Ho partecipato alla conferenza organizzata sul tema del Burchio e devo dire che ho avuto tante sorprese e tante conferme. La sorpresa che nonostante tutto, Porto Recanati e i portorecanatesi sono ancora una volta sorprendenti, sanno rispondere alla chiamata sopratutto perchè amano il paese dove sono nati e dove vivono. Gli interventi sopratutto dei giovani lo conferma ed è una speranza per il futuro. La conferma viene da quello che ho sempre pensato. Sono un economista e so benissimo che esistono due concetti con i quali dobbiamo convivere: risorse esauribili e ottimo paretiano. Soltanto passando per la "ottima" allocazione delle ridotte risorse che disponiamo, possiamo "arricchirci". L'allocazione passa per una corretta visione spazio - temporale e sopratutto l'arricchimento oggi non è il conto in banca, cari amici ubaldiani propugnatori dello sviluppo a tutti i costi, ma la qualità della vita. Sarò forse idealista ma farsi una passeggiata tra i campi all'ombra di secolari querce e suoni che non percepiamo più in mezzo al cemento, per me non ha prezzo.

    RispondiElimina
  10. Da dove vieni e dove vivi Sig. Economista? Hai mai visto querce secolari e suoni che non si percepiscono più a Montatrice? Io più che campi incolti, schifosi pannelli solari e cementificazione pre Ubaldi non riesco a vedere. Magari se incontri l'ingegnere di Corridonia chiedigli dove possiamo trovare le ville romane. Per vederne una decente sono dovuto andare in Sicilia. Se poi consideri la serata di ieri un successo comincio a capire perché l'economia italiana non è delle migliori. A proposito ci voleva l'architetto di Italia nostra per sapere che negli ultimi 50 anni la popolazione si è spostata verso la costa. Non se ne era accorto nessuno!!!!Ti saluto economista!!!! A proposito io di economia non ne capisco niente ma penso di avere un buon senso pratico

    RispondiElimina
  11. Letto quanto sopra sarebbe il caso che l'Argano domani mattina pubblicasse il resoconto dell'assemblea. Le cronache, e anche i testimoni, parlano della presenza di un centinaio di persone e di movimenti anti Burchio che si sono accapigliati tra loro al punto che Rifondazione e 5 Stelle hanno abbandonato l'assemblea. Quando si diceva di firme non raccolte ma raccogliticce si intendeva proprio questo. Chi va a raccogliere le firme, bontà sua, si rivolge ai parenti e agli amici, e sai com'è, una firma non si nega a nessuno, figuriamoci a un parente o a un amico. Quanto a sapere poi perché si firma (non lo sanno nemmeno quelli che vanno a raccoglierle, e posso dirlo con cognizione di causa) è un dettaglio che a nessuno interessa. I presenti erano poco più dell'8% dei firmatari e se consideriamo che tra loro la maggior parte erano i raccoglitori di firme appare chiaro quanto fosse popolare la questione del Burchio. Quando dicevo che i porto recanatesi non sono dei rincitrulliti non ero molto distante dal vero. Male è che c'è una parte molto politicizzata che sfianca tutti con la sua ripetitività. Loro sono molto bravi infatti a mettere il pratica il detto di Goebbels, che una bugia più volta ripetuta diventa una verità. Pensiamo ad altro, amici cari, perché i problemi di Porto Recanati non sono il Burchio. Magari si facesse.

    RispondiElimina
  12. I 5 stelle presenti erano due, insieme a questi si è alzata la moglie di uno dei due e un altro personaggio che non si conosce. Il sig Gaetini è rimasto seduto tranquillo senza fare una piega, tanto è vero che si è beccato anche dal sig. Scalabroni la precisazione su chi ha lavorato contro il rigassificatore. Sminuire la raccolta di firme è un segno di debolezza e sintomo di una grande tirata di culo.

    RispondiElimina
  13. verifica quello che sostieni:raccogli le firme pro-scempio del burchio e vedremo quanti sono disposti a vendersi anche la madre pur di favorire questa speculazione sulla nostra terra.la raccolta delle firme è come tutte le altre,stavolta cercate di delegittimarla perchè vi è scoppiata in mano.

    RispondiElimina