QUESTO E' UN BLOG "DI PANCIA", SIA CHIARO


Questo blog non è una testata giornalistica ed è aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Gli autori, inoltre, non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Lo stesso per i siti che forniscono dei link alle risorse qui contenute. Il fatto che questo blog fornisca questi collegamenti non implica una tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi, sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli autori dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Gli autori del blog si riservano il diritto di rimuovere senza preavviso e a loro insindacabile giudizio commenti che risultino offensivi, volgari, blasfemi, inutili, altamente provocatori o che abbiano contenuti di natura pubblicitaria. Inoltre, gli autori non sono in alcun modo responsabili del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità.

mercoledì 19 giugno 2013

SOLE, MARE E PIENONI

Ci capita tutti i giorni di sfogliare le varie edizioni provinciali del Corriere Adriatico. E sì, dobbiamo confessarvelo, ci siamo resi conto di vivere in una sorta di oasi di felicità e tranquillità.
Almeno stando a quanto racconta il noto quotidiano. Da noi solo "sole, mare e pienoni". E "va tutto bene Madama la Marchesa"...
Ora le scommesse sono aperte. Quanti articoli come quelli usciti negli ultimi tre giorni dovremo sorbirci durante l'estate? 20? 30? O magari una cinquantina? A cosa ci riferiamo? A questo...

Domenica 16 Giugno 2013
Lunedì 17 Giugno 2013


Martedì 18 Giugno 2013


To be continued... Naturalmente...

45 commenti:

  1. Sole, mare e un piccolo incendio doloso oggi....però fa festa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi scusi, ma chi le ha detto che è doloso? Ha parlato coi carabinieri o i vv.ff.? O ne ha le prove? Non potrebbe essere un banale corto circuito? O ha prove diverse? O, anche ammesso che sia doloso, ci gode anche lei come un avvoltoio sul cadavere?

      Elimina
    2. Una panda notoriamente prende fuoco da sola quando è parcheggiata di notte. Non godo .. informo. O tutto deve essere nascosto alla popolazione ignorante? Sapete voi cosa è giusto non c'è bisogno che la gente sappia!! Avvoltoio sarà LEI

      Elimina
  2. si si la classica velina dell'amministrazione in preparazione dell'ormai prossima "Notte Rosa". è necessario far vedere che a Porto Recanati la stagione è completamente esplosa. Mi chiedo solo se il "giornalista romantico" ogni tanto faccia una pedalata per il lungomare durante la settimana...più che il pieno troverebbe il pianto!

    RispondiElimina
  3. Ma voi che scrivete così chi siete? Non certo del Porto, o non certo gente la cui economia dipende dal turismo! Dai, su, proponete ai commercianti, ai balneari, agli operatori turistici di gettare fango sulla nostra città! Proponetelo voi un articolo infangante, fatecelo leggere! Vediamo cosa sapreste fare per dare lustro all'immagine della città.....ma vi rendete conto di cosa state dicendo? Essere contro tutto in modo così sconsiderato a chi fa del bene? Non ho parole....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dimentichi che la funzione del giornale è di informare non di fare pubblicità, chi ha a cuore Porto Recanati non può ignorare la realtà. Se una domenica è pieno è giusto che il giornale lo dica, ma un giorno sì e un giorno no è sempre lo stesso articolo ... C'è il sospetto che non si voglia fare un favore a Porto Recanati ma alla giunta comunale. Ripetere che tutto, proprio tutto, va bene quando è evidente che succede anche qualche cosa d'altro.... infanga Porto Recanati ... Chi chiede verità alla stampa non può essere zittito da uno che dice che chi lo fa non ama Porto Recanati, è un ricatto ... ma ci siamo abituati ...

      Elimina
    2. Amare Porto Recanati è completamente diverso dall'amare questa amministrazione! Ma stai vedendo quello che capita intorno a noi giorno per giorno? Irregolarità edilizie, degrado delle piazze, mancanza di servizi igienici, concessioni balneari date ai soliti noti (ogni riferimento al Cubo di Cingolani è puramente casuale), nuove lottizzazioni per metri cubi a go-go...e il corrispondente locale che fa? Parla del pienone sulle spiagge...di domenica con 40° all'ombra grazie al caXXo aggiungerei...e tu anonimo delle 10:50 mi vieni a dire di proporre ai commercianti e balneari di gettare fango?? Guarda non serve proprio perché a Palazzo Volpini ci mettono molto del loro!!!

      Elimina
  4. Bè ovviamente siamo quelli che remano sempre contro... Siamo quelli che sono così spocchiosi da fare i cani da guardia sia l'amministrazione che a un certo giornalismo a volte troppo schierato a favore della stessa. O meglio esageratamente schierato a sottolineare i soliti aspetti della nostra città. Tu invece chi sei?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io sono uno del Porto e ci tengo all'immagine della nostra città a prescindere dall'amministrazione e dai giornalisti. E so che entrambi, insieme agli operatori turistici stanno facendo di tutto per far conoscere al meglio il nostro prodotto in Italia e all'estero. Voi cosa proponete? Scrivete qui quello che dovrebbe essere un vero articolo da pubblicare, provate a fare i curatori d'immagine del nostro turismo, con il vostro fango... oppure fate fare a chi sta già facendo! E ringraziateli anche, per ciò che fanno!

      Elimina
    2. Caro "uno del porto". Forse ti è sfuggito che il post in questione parla d'altro. Se per te è normale sparare a tutta pagina per tre giorni consecutivi lo stesso identico articolo di pienone e sole, ne prendiamo atto. Per noi, non è normale. Detto questo non è il nostro giudizio che conta. Ma quello dell'elettorato. Che è sovrano e decide. E che nel rispetto della democrazia deciderà se confermare o meno l'operato di questa amministrazione. Come è giusto che sia. Sforzati di capire, però, che noi facciamo un altro mestiere.....

      Elimina
    3. Appunto! E dovreste prendere atto (e farvene una ragione) che l'elettorato ha già scelto nelle ultime tre elezioni! Ed è facile che ci sia una riconferma alla prossima! Dovreste quindi dare atto che qualcosa di giusto lo avranno pur fatto!!!!

      Elimina
    4. Non serve la nostra benedizione per questo. Ripeto: facciamo un altro mestiere. Che continueremo a fare chiunque vinca le prossime elezioni. Anche se la cosa ti sembrerà strana. Questo blog ha tenuto posizione critiche anche con l'attuale opposizione. Te ne sei accorto? In quale mondo vivi? Nel mondo in cui, a vario livello, chi si occupa di informazione o di far viaggiare idee e contributi, deve uniformarsi ad un coro unanime di beatificazione di chi ci governa?
      Per quanto riguarda il "farcene una ragione" stai pure tranquillo. Se rivince Rosalba Ubaldi, o vanno al governo i Cinque Stelle, non cambierà il nostro modo di condurre il blog. E tu, sei libero di frequentare altri lidi.

      Elimina
  5. All'interno della redazione dell'Argano, sa la destra che cosa fa la sinistra? Sa Tizio che tipo di relazioni ha Caio? Se i capi del blog sono quelli di cui si parla ne dubito. L'Argano non potrebbe mai far del male a Porto Recanati, perchè non fa opinione. E una volta almeno, Tizio e Caio, pubblicate anche le critiche che vi arrivano. Facile se non stare sul trespolo a parlar male degli altri senza mettersi mai in gioco.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se ti stiamo pubblicando e stiamo perdendo tempo a risponderti, mi sembra di poter dire che tutta questa censura la vedi solo tu. Ad ogni modo, lasciamo decidere ai lettori se l'ARGANO ha avuto solo una funzione distruttiva oppure se tramite la denuncia sul blog di molti disservizi inerenti la nostra cittadina (e la loro successiva risoluzione) ha anche avuto una funzione costruttiva.
      Non ti offendere, ma il tuo parere, ci interessa fino ad un certo punto....

      Elimina
  6. Oh ragazzi non è che se uno scrive quello che secondo lui non va deve essere accusato di buttare cacca su porto recanati......mi ricordate qualcuno che diceva che la colpa della crisi era la mancanza di ottimismo! Va bene difendere la giunta ma regolatevi!! C'è ancora libertà di parola.....al porto ci siamo nati e lo amiamo tutti ... non fate a gara per chi la ama di più che non se ne esce. Ma poi mi spiegate secondo voi dire tutti i giorni che c'è il pienone aiuta il turismo? Va bene che siamo ormai una società mediatica e virtuale ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ora lo chiedo anche a te ( visto che l'argano non lo vuole fare) di scrivere un bell'articolo a modo vostro sul turismo....coraggio, a parole tue! Vediamo come sai catturare l'attenzione e l'interesse di chi nn ci conosce o di chi ci deve tornare...non so, del turista dell'alto maceratese che legge il giornale!! Magari te lo pubblicano...magari se gli parli della mancanza di spiaggia o della puzza di fritto o delle prostitute o del rumore notturno degli chalet, può essere che arrivi più gente...chissà!!!!

      Elimina
    2. Se faccio un articolo del genere, il turista dell'alto maceratese arriva pensando di trovare il paradiso in terra, poi vede le battone e sente la puzza di fritto e la domenica successiva non viene più e consiglia ai suoi amici di andare a porto potenza. Se invece si parla nel giornale del problema "battone" magari viene risolto da chi di dovre. Se non si parlava delle pantegane alle torri di avvistamento di certo il parco vicino al fiume non veniva curato dopo tre giorni come è successo! Sbagli. La pro loco pubblicizza la città, la stampa no. Non si tratta di chi scrive meglio o peggio un articolo che esalti porto recanati si tratta di credibilità della stampa. Se finisce quella rimane ben poco!

      Elimina
    3. forse non hai ben chiara la differenza tra pubblicità e giornalismo...

      Elimina
    4. Per far bene al nostro paese bisogna FARE, non scrivere articoli di facciata. Iniziative, pulizia, eventi interessanti, servizi, collaborazione, formazione.
      Non articoli finti e vuoti.
      Grazie all'argano invece per il suo Servizio di denuncia, questo è giornalismo.

      Elimina
  7. Chi da tre giorni fa articoli sul pienone di turisti sponsorizzava il rigassificatore a largo di porto recanati ... poi siamo noi che ne vogliamo rovinare l'immagine turistica. Non è che se quattro anni fa ho votato per uno significa che oggi ha ragione su tutto!! Basta a tifare per la destra o la sinistra .. tifate per Porto Recanati!! Il falso campanilismo vi viene fuori solo quando si critica la signora!!

    RispondiElimina
  8. io sono uno che legge il corriere adriatico e che in quei tre articoli - me li sono andato a rileggere - non ha trovato ciò che voi dite. tolto il secondo articolo, che parla di pienoni in un paio di righe giusto per rimproverare i catatsrofisti di prevedere sempre nero, gli altri due parlano di tutt'altro. che c'è di male in quegli articoli?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assolutamente nulla dal tuo punto di vista. Molto, dal nostro. Come sempre abbiamo proposto un argomento di discussione. I tuoi pareri sono più che leciti. Mettiamola così: a noi, tre titoli del genere in tre giorni consecutivi sembrano un tantino esagerati. Lo possiamo dire?

      Elimina
  9. Un quesito da proporre a tutti gli utenti dell'argano,ma secondo voi su 10.000 residenti,quanti vivono con il turismo? E per gli sfigati cittadini del porto che fanno un'altra attività non legata al suddetto (turismo) è lecito trovare dopo una giornata di lavoro un parcheggio? O è andare contro?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La domanda non sarebbe degna di risposta, ma per far capire come stanno le cose ci provo: è come se chiedessi a Cortina quanti vivono di turismo d'inverno ..o a Rimini, o a Taormina! La risposta è "TUTTI"!!! Tutti comunque beneficiano dell'indotto generato da quel milione e passa di presenze annuali. Tutti godono dei servizi, degli spettacoli, delle attività prodotte per il turismo. Anche l'edilizia si è generata dal turismo che ha chiesto case, e quindi posti di lavoro per muratori, imbianchini, elettricisti ecc ecc, che forse non sanno neanche che è stato proprio il turista acquirente che gli ha dato la possibilità di quel lavoro. ....poi se c'è da sopportare qualche difficoltà di parcheggio....beh, ben venga! !

      Elimina
    2. senti ma sulla scheda elettorale che nome devo mettere? Mi porto avanti coi tempi.

      Elimina
    3. Scegli il nome che vuoi, ma la crescita economica, turistica e commerciale di Porto Recanati è avvenuta certamente grazie alla politica degli ultimi 14 anni, contro i fallimenti e l'immobolismo dei precedenti 50!

      Elimina
    4. La domanda è invece degna di risposta, perchè non tutti beneficiano degli effetti del turismo. Non si parla mai di disoccupazione a Porto Recanati. Meglio nascondere i problemi e far vedere solo il lustro. Ben vengano i villeggianti, i bagnanti della domenica, che prima di mettere la macchina nel parcheggio a pagamento si fanno il giro del paese per trovare il posto auto, ben venga chi ti parcheggia quasi dentro casa. Anzi, la prossima volta gli stendiamo pure il tappeto rosso.

      Elimina
  10. anonimo delle 8.54, si vede che non leggi i giornali. si vede che sei una persona disinformata su tutto, altrimenti sapresti come sono andate le cose nei casi di cui parli. puzza di fritto? si vede che i tuoi tre piatti preferiti sono il riso con l'olio, l'insalatona e quando va bene la caprese. i ristoranti con te andrennero a rotoli.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eccone un altro che abita dalle sore...aoh fateve un giro per il lungomare di p.to sant'elpidio o p.to san giorgio oppure anche l'inflazionata Civitanova e poi datevi la risposta al quesito: "ma perché a P.to Recanati ce viene in vacanza solo il geriatrico?". Questo dato si, merito di questa illuminata amministrazione che ha permesso a quattro "casottari" di trasformarsi in ristoratori, ma bacchetta e vessa quei pochi locali che provano a dare un po' di vita al Paese oltre la mezzanotte!!!

      Elimina
  11. Ho un'altra idea da sottoporre alla comunità,ma se il sabato e la domenica facessimo entrare solo le macchine dei residenti e fermare nel parcheggio (vecchio stadio) gli altri, (prima di farli girare per ore all'interno del centro storico),creando in alternativa anche un altro parcheggio zona sud entrambi forniti di navette per il centro (gratuite).Sarebbe un'assurdità?

    RispondiElimina
  12. caro anonimo delle 8.54, di articoli come quelli di cui parli ne abbiamo letti a centinaia, negkli ultimi anni, e non mi sembra che i turisti dell'alto maceratese siano scappati scandalizzati, una volta giunti a Porto Recanati. se fosse per quelli come te Porto Recanati sarebbe un villaggio nazze e pallo' e le donne continuerebbero, giustamente, a comandare all'infinito come hanno sempre fatto. perchè i portorecanatesi erano nazze e pallo'e d'altro non si interessavano. apriamoci ai tempi, dico io, e finiamola di guardare in cagnesco tutti quelli che la pensano diversamente da noi.

    RispondiElimina
  13. Cristian Buffarini21 giugno 2013 00:54

    non ho letto tutti gli interventi, non per disinteresse ma soltanto perchè... data l'ora sarebbero troppi, ma ho un quesito: una Città come Porto Recanati che durante l'anno vanta UN MILIONE di presenze.... che è tra le prime tre località balneari delle marche, che comunque in estate presenta una ricca scaletta di eventi molti dei quali, tipo 15 agosto, palio, notti colorate ecc. fanno riempire il paese fino a farlo scoppiare... ecco una città così... è normale che abbia soltanto un cesso pubblico? i vecchi bagni pubblici di via Bramante chiusi da anni ormai, verranno ripristinati? chiedo questo anche perchè non è raro vedere nei vicoli di notte, ragazzi più o meno giovani che si mimetizzano come meglio possono per svuotare la vescica. non è un bello spettacolo da vedere ma vista la carenza di servizi diventa giustificato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Cristian, tempo fa i ragazzi di Porto Recanati a Cuore hanno pubblicato anche in questo blog, un post proprio sulla questione, con tanto di progetti preliminari e relativi costi per la sistemazione dei bagni pubblici di Via Buozzi (dietro la torre) e di Via Bramante (a lato dei "frati"). Insomma con ca. 25.000€ Porto Recanati avrebbe avuto i servizi sanitari a norma ed efficienti. Sai quali sono stati i commenti della maggior parte dei lettori? "è ma Rovazza' ce poteva pensa' prima quando stava in maggioranza...ade' è solo propaganda politica...!" Prima di sistemare Porto Recanati bisogna sistemare la testa dei portorecanatesi (non tutti ovviamente ;-) )

      Elimina
  14. Cristian Buffarini21 giugno 2013 19:17

    certo, mi piace! spero che abbiate annotato i nomi di questi signori, mi offro io volontario di fare una lista con gli indirizzi di questi...omettendo il nome, basta solo l'indirizzo e affiggerne parecchie copie per tutto il paese, titolo: ecco i luoghi dove si può andare a pisciare !!! cmq resto dell'idea che l'inizitiva di fare preventivi e progetti non spetta a chi sta all'opposizione o come in questo caso aspira a governare nel futuro, sistemare le cose spetta a chi fa i salti mortali per far venire gente in città cercando anche aiuti economici dai commercianti per poi... farsi ridere dietro dai turisti che si trovano in un paese che casca a pezzi.

    RispondiElimina
  15. Io vorrei sapere chi oltre ai balneari e i commercianti beneficia di questo turismo sciatto e non venite a parlarmi di servizi. Ma quali servizi,quali. Gli autobus passano ogni morte di papa, le farmacie, ce ne fosse una che sta aperta 24 ore, almeno d'estate,come in tutti i veri paesi turistici, non c'è possibilità di spostarsi in bicicletta tramite il bike shering, come in ogni paese turistico, le spiagge libere FANNO SCHIFO,non parliamo della raccolta differenziata che d'estate e d'inverno FA SCHIFO, coi bidoni che puzzano DA FAR SCHIFO, il costo del cibo aumenta del doppio;andate a chiedere quanto costa l'ombrellone con uno sdraio,c'è una sola pista ciclabile, c'è un lungomare che è un lungo PUZZO senza che il mare sia visibile, i parchi tutti secchi senza irrigazione, se cerchi un ambulatorio perchè stai male non c'è neanche un'insegna che dica dove sta un poliambulatorio o qualcosa di simile, a seconda di come gira il vento, devi stare attento perchè ti trovi il mare che fa schifo, tutto torbido perchè è arrivata l'acqua del fiume Potenza(noto fiume cristallino e tanto pulito che adesso ci albergano le nutrie).Firmato Un Portorecanatese Doc.

    RispondiElimina
  16. Esatto: un portorecanatese doc, vale a dire uno che è parte integrante ditutto questo schifo. D'altronde si dice che la brauttezza come la bellezza sia negli occhi di chi la vece. Tu vedi soltanto bruttezza, dunque...

    RispondiElimina
  17. se non ti piace, caro portorecanatese docg, sei libero di andartene. I tempi sono cambiati da quando era un paese di nazze e pallo'. Io di turismo ci campo e non campo su di te. A portorecanati chi vuole provare a far qualcosa, ristorante, casottaro e ha successo, è invidiato e malvisto dai portorecanatesi. Punto.

    Un Casottaro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nessuno credo,ha niente da rimproverare a i casottari,anzi è un bene per l'intera comunità se ogni anno provano ad innovare le loro attrattive.Io sono un Portolotto che prende l'ombrellone per tutta la stagione,quello che si discute è la regolamentazione dell'afflusso di pendolari che dovrebbe essere Civilmente regolata.Vedi appunto servizi sostitutivi di autobus(magari anche gratuiti,visto che ogni mese in busta paga ci vengono detratti fior di soldi)cercando di regolare quel viavai continuo di mezzi privati.

      Elimina
  18. Il problema è che i casottari vedono solo la loro tasca, ma dei problemi del paese soprattutto estivi non gliene frega niente, a cosa si interessano se non votare per chi poi permette loro di fare come gli pare? Inoltre in questo paese non ci sono da tutelare solo bagnini e commercianti, questo paese è fatto di tante altre categorie che sono stufe di questo turismo fatto alla bell'e meglio.Sono d'accordo con l'anonimo che dice che la puzza e lo schifo avanzano. Non ho capito perchè poi se ne dovrebbe andare, quello che ha detto è tutto vero!

    RispondiElimina
  19. quello del 20 giugno 2013 ore 16:1524 giugno 2013 19:15

    Non so se sono stato il primo in generale a parlare di "casottari" ma sicuramente lo sono in questo post. Parlando di casottari che diventano ristoratori, non volevo insultare nessuno, volevo solo far notare che il lungomare di P.to Recanati, checché se ne dica, è diventato una "frigittoria" continua e la cosa credo sia universalmente riconosciuta come fastidiosa. Secondo me è stato un errore concedere tutte queste licenze di ristorazione per due ordini di motivi principali:
    1. chi fa ristorazione tutto l'anno per il corso e nelle vie centrali, sicuramente risente di questa forte e spesso sleale concorrenza da parte dei "casottari". E' lo stesso discorso che si fa per contrastare il mega Centro Commerciale che si vuole realizzare a sud del paese che schiaccerebbe i commercianti locali;
    2. Se da casottari si è passati a ristoratori, perché non consentire anche il passaggio da bagnini a discotecari?? Tanto molestie per molestie tra il puzzo de fritto e la musica un po' più alta 90 volte su 100 si preferisce la seconda.

    RispondiElimina
  20. Mi hanno dato la licenza per fare il ristorante in spiaggia ma non per fare come mi pare perchè cari signori fare come mi pare come dite non ìi è assolutamente permesso. Forse a qualcuno si, ma fidatevi, non sono quel qualcuno. E la persona che a vs detta permette di fare il comodo noatro non l'ho mai votata.
    Quanto al fatto di chi ha il ristorante tutto l'anno, quelli lavorano ìo stesso perchè hanno la loro clientela. Noi siamo li 5 mesi l'anno per soddisfare la domanda che si crea nel periodo estivo e che i ristoranti che sono li tutto l'anno per forza di cose nom riuscirebbero a soddosfare. Poi è vero che ci sono in gioco altri interessi, come quello dell'amministrazione comunale di riempire il cassetto con le concessioni edilizie delle cucine e delle strutture che sono state fatte pwr aprirw i ristoranti. La puzza di fritto è una conseguenza, suggeritemi un rimedio voi scienziati.

    Saluti dal casottaro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sono sempre quello del casottaro...non sono un genio ma in 5 minuti di ricerca su Internet ho trovato il sito di questa società: Ervet S.p.a., che si occupa di sviluppo e realizzazione di impianti e apparecchiature per la salvaguardia dell'ambiente: http://www.ervet.it/documenti/ambiente/3_Manuali%20per%20la%20diffusione%20di%20tecnologie%20e%20sistemi%20di%20produzione%20pi%F9%20puliti%20-%20Agroalimentare.pdf
      a pagina 25 del link sopra troverai informazioni sui processi di recupero dei fumi prodotti dalla frittura di alimenti. Mi rendo conto che si tratta di apparecchiature costose, ma magari si potrebbe chiedere al Comune di provare a fare un accordo con tale azienda per dotare tutti i balneari di impianto di recupero dei fumi molesti, magari contribuendo il Comune stesso alla spesa.
      Suggerimento dato caro Casottaro!!!

      Elimina
    2. Tristissimo vedere come si cerchi sempre di guardare solo il proprio orticello e non avere una visione a 360° dei problemi. Voi "casottari" avete i permessi e quindi giustamente o meno fate fritture a go go ed impestate il lungomare. Per il resto siete rimasti agli anni '70 come strutture e servizi, cercate di uscire un attimo dal paesello e vedete cosa offrono gli chalet di Senigallia o Sambenedetto...

      Elimina
    3. Cambiare più spesso l'olio e pulire i filtri con costanza. Tu spuzzi, tu rimedi
      Lo SCIENZIATO

      Elimina
  21. Amico casottaro, tu saresti uno che sputa sul piatto dove ha mangiato e tutt'ora mangia? Non ci credo, ma se è vero meriti di chiudere bottega domani mattina.

    RispondiElimina