QUESTO E' UN BLOG "DI PANCIA", SIA CHIARO


Questo blog non è una testata giornalistica ed è aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Gli autori, inoltre, non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Lo stesso per i siti che forniscono dei link alle risorse qui contenute. Il fatto che questo blog fornisca questi collegamenti non implica una tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi, sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli autori dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Gli autori del blog si riservano il diritto di rimuovere senza preavviso e a loro insindacabile giudizio commenti che risultino offensivi, volgari, blasfemi, inutili, altamente provocatori o che abbiano contenuti di natura pubblicitaria. Inoltre, gli autori non sono in alcun modo responsabili del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità.

mercoledì 3 aprile 2013

LETTERA DI UN GRILLINO PENTITO

Riceviamo e pubblichiamo lo sfogo di un elettore a 5Stelle che preferisce mantenere l'anonimato:

Buongiorno a tutti, sono uno dei 32 elettori su 100 che a Porto Recanati ha concesso la propria fiducia elettorale al Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo. Vi affido questo personalissimo sfogo di pentimento per la mia decisione, per un'eventuale pubblicazione sul vostro blog. 

Volevamo fare la rivoluzione: ci siamo ritrovati con 10 saggi. Che poi a chiamare saggio uno come Quagliarello che ha votato positivamente al fatto che Ruby fosse la nipote di Moubarak, e Violante che da sempre è uomo per tutte le stagioni, propenso a ogni tipo di inciucio, perdonatemi, ma ce ne vuole. Scusate il linguaggio non proprio oxfordiano, ma tenevamo Bersani e la sua banda per le palle. Sarebbe bastato concedere all'incaricato premier una fiducia condizionata su alcuni temi che da sempre ci stanno a cuore, come una legge anticorruzione seria, una norma moderna sul conflitto di interessi, l'eliminazione o drastica riduzione del finanziamento pubblico ai partiti, il taglio generalizzato dei costi della politica, la riduzione dei parlamentari. Che poi erano temi che Bersani ci concedeva e aveva a cuore. Il tutto, ovviamente, condito da qualche misura urgente per rilanciare lo stallo socio-economico in cui ci troviamo. E invece i ventriloqui Lombardi e Crimi, due che solo a vederli ti prende la colite, hanno fatto i puri. Mandando in rovina la più grande occasione di fare quello che il Parlamento, nell'ultimo mezzo secolo, non è mai riuscito neppure a pensare. E ora ci ritroviamo con un Grillo che loda addirittura la sopravvivenza del governo Monti (appena un paio di mesi fa lo chiamava "Rigor Mortis"). E ci vengono a raccontare che "uno vale uno". Ma fatemi il piacere!!! Il mio non è un pentimento per avere votato Grillo. Il mio è un urlo di disperazione. E approfitto del blog per lanciare un appello al Movimento 5 Stelle locale. Tra un anno, a Porto Recanati, si vota. Fateci sapere cosa vorrete fare. Ma fatecelo sapere prima. Perché se l'andazzo è quello che abbiamo visto con la politica nazionale, il mio voto ve lo scordate. E temo che, a sentire in giro, non sia l'unico a pensarla in questo modo.
Volevamo fare la rivoluzione... Lo scriveva ieri, Alessandro Gilioli, sul suo blog:

La Pasqua serena di Violante e Quagliariello


Grazie a www.peopledontknow.com

36 commenti:

  1. Scusa se te lo dico, ma del del Movimento 5 stelle non hai capito proprio niente, era meglio se non lo votavi se dovevi scrivere certe cose. L'impegno con gli elettori era di rinnovare la vecchia politica, di cancellare i partiti che hanno messo l'Italia in ginocchio, di fare democrazia dal basso. Secondo te questi ideali sono compatibili con un'alleanza con Bersani? No. Hanno fatto bene quello che hanno fatto e alla prossime elezioni saranno ripagati per aver mantenuto la parola data agli elettori. Un altro punto su cui crolla il tuo ragionamento è quello di chiedere al M5S locale di "far capire cosa devono fare": partecipa tu stesso alle riunioni, proproni i tuoi problemi e le tue soluzioni, non aspettare che siano gli altri ad imboccarti la medicina. Questo è il Movimento 5 stelle.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ingenua e arrogante....parli di ideali? se conoscessi bene il movimento di Grillo e Casaleggio sai che si parla di metodo,di democrazia diretta, di rappresentare il territorio, argomenti che direi alquanto disattesi. Invece c'è da proporre, assumersi i rischi di chi intraprende e fa tesoro della fiducia avuta. D'accordo sulla partecipazione ma che sia democratica e fattiva su progetti concreti, per governare un paese ed un territorio. Non basta salire sull'autobus, occorre sapere dove porta...

      Elimina
    2. Giulia mi dispiace ma se fossi andata alla riunione del comitato locale di M5S, ti saresti vergognata anche te di farne parte. Un movimento che ricicla gli epurati delle vecchie segreterie di partito (come succede a p.to recanati) non può rappresentare alcun cambiamento, le chiacchiere da bar sulle colpe di questo o quello non mi sembra siano proposte di nuova politica. E poi scusa dici "non aspettare che siano gli altri ad imboccarti la medicina"?? No ma dico tra Crimi e Lombardi non si sa chi sia più bravo a fare il pupazzo da ventriloquo. Oggi dicono una cosa poi arriva Grillo e devono subito smentire...ma fammi il piacere Giulia!

      Elimina
    3. Cristian Buffarini3 aprile 2013 17:27

      Giulia, nella sua lettera il signore che ome me ha votato m5s e che poi... come me si è pentito di averlo fatto, chiede ai locali di far sapere e non di far capire, questo lascia intendere che chi non ha capito se tu.... tornerò all'astensione dal voto!

      Elimina
    4. scelta molto intelligente quella di astenersi dal voto! ma per piacere!

      Elimina
  2. Personalmente posso dire di aver assistito ad una delle riunioni del movimento a cinque stelle locale, proprio perchè anche io avendo votato movimento cinque stelle alle elezioni speravo e aspettavo di trovare rappresentanza anche a livello comunale...bhè quel che posso dire è che l'incontro è stato a dir poco imbarazzante, ancora prima di conoscersi si è sparato a zero su tutto, gente che parlava senza cognizione di causa, persone che sono a porto recanati da appena un anno o due che utilizzavano frasi del tipo "basta è ora di cambiare" o "tutti a casa"....si è parlato di futili problemi come se ne può parlare in un bar, lanciando accuse a destra e sinistra senza nemmeno sapere di cosa si stesse parlando, per quanto mi riguarda quel che ho visto e sentito mi è bastato e rivolgerò la mia attenzione altrove!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Maurizio Castellani3 aprile 2013 16:23

      Troppo facile con l'anonimato dire: "sono stato alla riunione del gruppo locale ed è stato imbarazzante...". Dovresti dirci chi sei e a quale riunione hai partecipato. Gli incontri sono "a tema" e servono a costituire gruppi di lavoro su singoli argomenti. Di quale gruppo di lavoro fai parte? Probabilmente non sei mai stato a nessuna riunione! Oppure eri uno di quelli che ascoltava senza parlare, in questo caso però avresti dovuto prendere la parola e dire: "ciò che dite è imbarazzante, le mie proposte sono queste.......". Certo per farlo sarebbe servito un minimo di carattere. Non so che dire....stare in silenzio ed aspettarsi che gli altri risolvano i nostri problemi non è proprio da movimento 5 stelle. Avresti dovuto votare diversamente. Se vuoi stare a sentire passivamente un bellissimo discorso puoi accendere la televisione ed ascoltare Giuliano Ferrara. Noi nel nostro piccolo cercheremo di darci da fare magari sbagliando o imbarazzando qualcuno, ma senza delegare più.

      Elimina
  3. La mi nonna, diceva che ad un certo punto, devi metter da parte gli ideali, e portare a casa la pagnotta. Era saggia, mia nonna......
    Cara Giulia, ti invito ad andare sul blog di Grillo, leggere i "commenti più votati" rilasciati da iscritti al sito di vecchia memoria (e non da troll, fake o piddini pagati da non si é capito chi). Ti renderai conto che la stragrande maggioranza dei commentatori, appunto, sono sulle mie posizioni. E non sulle tue.
    Siamo in tanti a non aver capito nulla del Movimento 5 Stelle........ Temo che molti di questi che non ci hanno capito nulla, non lo voteranno più. Poi, la rivoluzione, la farete con Berlusconi.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La rivoluzione si fa con le idee e con gente nuova che vuole cambiare le cose, quindi nè con Bersani nè con Berlusconi. Il sondaggio di ieri di Ballarò dà il 5 stelle stabile al 25% (e visti i sondaggi pre-elezioni, potrebbe essere che sono al 30% e passa), quindi tutti questi pentiti non li vedo, o meglio ci sono, ma sono strumentalizzati per far vedere che il M5S è criticato. E la critica è giusta e sacrosanta, ci mancherebbe, ma se poi la proposta è di "portare a casa la pagnotta" ed allearsi con lo smacchiatore di giaguari bè, lasciamelo dire, lascia il tempo che trova.

      Elimina
  4. Come ho già scritto su un altro post dell' Argano, in democrazia occorre scegliere con chi schierarsi, con buona pace di coloro che dichiarano morti i partiti. Con un 30% dei voti non si può governare. Quindi o ti allei con qualcuno o starai sempre all'opposizione. A meno di non credere di prendere il 50% dei consensi. Il mov5 stelle è stato votato da persone con culture e storie diverse, chi di destra chi di sinistra. Alla prova dei fatti questo ne blocca l'operatività, per non scontentare nessuno. La mia è un'analisi penso obiettiva, di chi non ha votato il movimento perché non crede nei duri e puri, ma pensa che in democrazia il compromesso è imprescindibile. La base del movimento, qualunque cosa si dica, sarà sempre spaccata, tra elettori ex sinistra ed ex destra, come dimostrano i dibattiti che stiamo facendo. Saluti Giacomo

    RispondiElimina
  5. Io sono stato accusato personalmente di essere un Attore pagato da chissà chi quando ho detto che Claudio Messora sarebbe dovuto andare a fare un lavoro dove il sudore "sgronda" dalla fronte e lui non sa cosa vuol dire, che di rappresentanti ce ne sono fin troppi all'interno del M5S e l'organizzazione che c'è all'interno del Forum Movimento 5 Stelle (che dovrebbe tirar fuori qualche punto importante nei programmi) è a dir poco ambigua, vista la mancanza di alcuni argomenti specifici e il sistema di votazione attualmente non utilizzato e il non poiter accomunare proposte simili,il tutto dopo essermi registrato inviando un documento e certificata la mia identità. Non a caso tra le probabili file del M5S (aziende che si appoggiano alla Casaleggio Associati) ci sarebbero delle aziende come la Biving Group che fa proprio questo, crea account fittizzi per far diventar popolari notizie false (l'esempio sarebbe quello di prodotti OGM della Monsanto da proporre sulla rivista Nature penso si parlava del seme Terminator) ma le questioni non vengono trattate all'interno del gruppo nemmeno per smentirle visto che se ne sa poco e niente quindi non sa nessuno se è vero o no. Il bello diventa questo:ormai tutti i partecipanti , quelli più "estremisti" si sentono "Dio in Terra e portavoce del Movimento" quando di garante e portavoce ce ne è uno (Giuseppe Piero Grillo) senza tener conto che il problema di questo gruppo è sempre l'aver associato un grande numero di persone con pensieri totalmente diversi non tanto sul programma che è condivisibile da tutte le parti politiche (non potete dirmi di no) quanto sulle persone sui metodi. L'esempio precedente del Blogger di ByoBlu è lo stesso, messo li come rappresentante ma scelto da chi? un freelance in mano a un gruppo politico diventa una "rivista di partito " no? e freelance è un libero professionista che mette le proprie conoscenze e i propri mezzi a disposizione di terzi, quindi non è nemmeno una informazione oggettiva, Byoblu non concede spazi come il cittadino o l'argano o cronache maceratesi, ma fa una informazione ormai di parte, al pari del "Bugiardò".
    C'è una mozione nel sito, accettata, che tratta l'eliminazione anche delle regioni ,(http://www.beppegrillo.it/risultati_regioni.html), visti i risultati io mi appello a 2 argomenti fondamentali, uno personale, sono Marchigiano e tale voglio restare, il secondo è l'articolo 5 Della costituzione che "in termini di servizi spiega che deve essere applicato il più grande decentramento amministrativo" cosa che eliminando prima provincie e poi regione va a ledere questo diritto fondamentale incentrando tutto sullo Stato. Basta poco per avere idee diverse nel gruppo. Come detto nel post quando sono stato accusato di essere un attore io ho dato le mie spiegazioni dicendo che potevano seguire quello che scrivo nel forum 5 stelle tramite "Disqus" e la risposta è stata, "Fatti i c...i tuoi" il 5 stelle è così. Il bello è che me lo sono venuti a dure due account totalmente falsi perchè vuoti, creati qualche mese prima, senza mai aver scritto niente, sono venuti ad insultare me , l'ho fatto presente e nessuno ha detto più nulla. Questa è lo screen shot se puoi vederlo tramite facebook: http://www.facebook.com/photo.php?fbid=153507918148591&set=pb.100004681504819.-2207520000.1364983712&type=3&theater

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Ferruccio, comprendo la tua delusione e la condivido anche se su M5S non ho riposto alcuna fiducia sin dall'inizio. La nascita, crescita e diffusione del M5S, mi ha tanto ricordato l'epopea della Lega. Nei periodi di sudiciume completo della politica (nel '94 come oggi), fuoriesce un santone che si proclama salvatore dell'umanità e paladino della povera gente contro le nefandezze del Palazzo. Vent'anni fa fu Bossi e il dito medio, oggi Grillo e il "vaffa". La realtà è che quei bravi ed onesti ragazzi eletti tra le file grilline, forse non si aspettavano di dover fare i conti col fardello della responsabilità di governare, pensavano di dover fare solo opposizione (nella migliore accezione del termine ovviamente) e adesso qualcuno con un po' più di pelo sullo stomaco comincia a ragionare: "ma adesso che sto in Parlamento e che ho i numeri per pesare, sarà il caso che provo a dare un senso alla mia elezione, sostenendo e condizionando le riforme che ci hanno chiesto gli elettori???" "e se tornassimo alle elezioni con una legge elettorale diversa, siamo sicuri che sarò rieletto???". Dubbi amletici, ma l'omm è omm se sa!!!

      Elimina
  6. Il M5S ha la possibilità come dici tu di indirizzare un eventuale nuovo governo: è nelle cose.
    Solo Beppe Grillo non lo capisce? Non credo
    Allora bisogna incominciare a pensare che Grillo e compagnia abbiano un fine diverso.
    Qual'è questo fine? Quello di cambiare, da un mese all'altro, il mondo? Non credo.
    Ci vogliono anni per cambiare le cose e lo si fa passo dopo passo. Questo lo sa anche Lui.
    Allora forse il fine è che rimanga tutto com'è. 
    Il mondo com'è oggi non è affatto brutto per Beppe Grillo sia dal punto di vista economico sia dal punto di vista della soddisfazione e del successo personale.
    Complimenti bene così.
    Ma il mio problema : famiglia di tre persone da mantenere con 1000 euro al mese chi li risolve? A me interessa poco che un parlamentare guadagni 15000 euro al mese, o che un comico abbia un reddito di centinaia di migliaia di euro annue; a me basterebbe avere la possibilità di visitare i musei vaticani, andare in sicilia e gustare le bellezze della magna grecia e di gustare un piatto di tagliatelle allo scoglio, di avere la possibilità di mandare mio figlio al liceo (classico o scientifico), di curare la mia aterosclerosi precoce. Scusate se sono troppo esigente e pretenzioso.
    Grazie dell'ospitalità.

    RispondiElimina
  7. Qualche benpensante propugnatore del tanto peggio tanto meglio, perchè di questo si tratta quando ci si ostina a non voler formare un governo ha provato mai a frequentare per un pò di tempo un centro per l'impiego, ha provato mai ad informarsi su quanti licenziamenti sono avvenuti dal 2009 in poi e su quanti lavoratori sono in cigs straordinaria o in deroga con i fondi che stanziati fino a giugno 2013, su quante aziende sono in procinto di chiudere o continuare a licenziare. Penso di no altrimenti non si ostinerebbero a difendere un movimento che avendo per la prima volta nella storia della repubblica italiana la possibilità di cambiare le cose si ostina a perseverare nell'immobilismo.
    La crisi economica è drammatica e non è finita,di questo dobbiamo preoccuparci chiedendo a tutti di fare ogni sforzo affinchè ci confronti e si tenti di dare una svolta al paese superando le divergenze e cercando almeno di concludere sui temi condivisi.

    RispondiElimina
  8. "Cancellare i vecchi partiti", "Fare democrazia dal basso"....a parte che verbi del tipo "distruggere e cancellare" mi fanno venire i brividi per lo sprezzo e la durezza, inviterei Giulia a spingere affinché i cittadini a 5 stelle che ha contribuito ad eleggere comincino a lavorare davvero e a presentare una proposta di legge: siete anche voi in ballo, cominciate a ballare!
    Gli spettacoli a cui ci stanno quotidianamente abituando Crimi, la Lombardi, e il Capoccia Beppe sono ridicoli, fatemi concludere così: aridatece l'incantevole Creamy, il cartone animato!!!

    RispondiElimina
  9. Ma la colpa non è di Grillo se finora non si è formato il nuovo governo. Grillo lo ha sempre detto che non voleva dare la fiducia ad altro partito. Purtroppo è lo smacchiatore di giaguaro che si è rivelato poco incisivo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro anonimo, in democrazia ci sono delle regole che vanno rispettate. Il compito di formare un eventuale governo spetta allo smacchiatore, che con la sua coalizione ha, seppur di poco "vinto le elezioni". Non è che il movimento 5 stelle possa sovvertire l' ordine delle cose. Il governo non può essere del mov5 stelle, ma il mov può partecipare alla creazione di un governo, che poi si chiami tecnico, di scopo o come vuoi non ha importanza. Inviti in tal senso mi pare che ci siano stati. Il non voler scendere a patti con il Pd è una scelta obbligata per non scontentare una parte dell'elettorato, vedremo se si rivelerà vincente.

      Elimina
    2. Maurizio Castellani3 aprile 2013 18:58

      Poniamo facciano un governo con il PD. Fra due mesi c'è da rinnovare la missione in Afghanistan. Cosa voteranno? E la TAV? E le varie centrali "truffa" a biomassa? Gli inceneritori, messi in funzione solo per gli incentivi? E se esce qualche cosa di clamoroso su MPS (tipo fondi neri in Svizzera richiamati in Italia con lo "scudo" votato anche dal PD)? Quale modello di sviluppo proporranno?
      Tutti i mezzi di informazione ci stanno dicendo: la casa brucia...turatevi il naso e sostenete Bersani! Ma siamo sicuri che le cose vadano peggio di due mesi fa? Comunque il PD ha la maggioranza alla camera ma non al senato, quindi si può dire che ha vinto le elezioni? Se ci fermiamo un attimo a ragionare si noterà che riversare la colpa sul M5S per i danni fatti da altri è quantomeno ingeneroso.

      Elimina
    3. Perdonami Maurizio, io penso comunque che non fare nulla sparando a zero su tutti sia la scelta peggiore. In tutta onestà lo dico da non elettore del movimento, ma da italiano preoccupato per il Paese. Le critiche che il movimento muove alla politica sono in parte condivisibili, ma finita la parte critica occorre iniziare con quella propositiva. E qui nascono i problemi di un movimento che avendo un elettorato trasversale, ha unito i propri elettori sotto l' antipolitica, equiparando tutto e tutti come ugualmente responsabili. Con questa premessa, come pensate mai di riuscire a fare qualcosa? Dovrete per forza avere la maggioranza assoluta dei voti, per non scendere a compromessi. In democrazia occorre mediare, dialogare e scegliere i propri alleati, con i quali portare avanti le proprie idee. Non è pensabile, a mio modo di vedere, di arroccarsi in una visione intransigente delle cose. La gente, che pensa di essere stata tradita dai partiti vi ha votato per fare. Non per fare un governo col Pd, vero, ma uno magari tecnico, o istituzionale, o del presidente, un qualsiasi governo che riesca a fare pochi punti essenziali per andare alle elezioni tra qualche mese senza sprofondare. Ora dire di no anche a questo penso non sia una scelta corretta per il Paese, e penso sia dettata dal fatto di non voler deludere una parte dell' elettorato. Il problema è che così facendo si delude l' altra parte dell' elettorato del movimento, quindi non penso sia comunque una buona scelta. Fin qui va il mio ragionamento, ma su una cosa proprio non so può discutere. Il centrosinistra ha vinto le elezioni, per quanto di misura. Se ci mettiamo anche a discutere di questo, penso che non ci sia buona fede. Il Capo dello Stato, visto il responso delle urne, ha dato mandato a Bersani di cercare di formare un governo come prevede la Costituzione. Non essendo possibile un'alleanza col Pdl, per motivi di sopravvivenza del Pd in primis e per la non possibilità di concludere qualcosa di concreto con un partito che ha idee molto differenti sui grandi temi sul tavolo, lo smacchiatore ha chiesto di fare un governo col mov5 stelle. Per ragioni elettorali Grillo non ha accettato, vedremo questo cosa comporterà. Il fatto di avere la maggioranza in un ramo del parlamento ed in uno no, è da attribuire alla legge elettorale, che andrebbe cambiata, ma occorrerebbe prima un governo per farlo. Un'ultima cosiderazione: i partiti sono malati, perché figli di una società malata, quella che abbiamo creato. Occhio che anche voi siete Italiani, è solo questione di tempo, anche voi vi sporcherete, e forse lo state già facendo. Attribuire tutte le colpe alle istituzioni, i partiti, la magistratura, è un gioco pericoloso, che deresponsabilizza. Quando impareremo a pagare le tasse, a rispettare le leggi, a rispettare il nostro territorio, non avremo più bisogno dei pifferai magici, che si chiamino Benito, Silvio, Beppe o Lenin. Occorre diventare noi migliori per migliorare la società, pensare che veniamo salvati dall'alto è pura vana speranza del popolino che alle urne vota di pancia e la sera si lobotomizza guardando la de Filippi, tanto è tutto un magna magna.

      Elimina
    4. sei un disco rotto, scrivi sempre le solite cose che per te sono verità assolute mentre gli altri magari la pensano diversamente...vota Pd e facce campà felicici pure a noi Giacomo!

      Elimina
    5. Vabé se stava a fa un discorso...comunque é vero so pesante a volte, ma me pare de ricordà che l' amicizia su Facebook me l' hai chiesta tu..puoi togliermela o non aggiornare più il mio stato! :-D
      Ci si vede per la solita visita, se mi vuoi ancora come cliente! Ciao Giacomo

      Elimina
  10. E se esce fuori che Casaleggio in realtà è Luca Giurato ?
    Tutti nati "'mparati" è?!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Maurizio Castellani4 aprile 2013 10:27

      Cerco solo di esprimere la mia opinione senza arroganza e senza la pretesa di sapere tutto. Non capisco perchè devi dire che "nascio 'mparato". Al di là di Casaleggio o Grillo di cui non mi importa nulla, resta il fatto che MPS è il più grande scandalo finanziario della storia italiana. Siamo andati in piazza contro i reati dei "colletti bisnchi" e delle leggi fatte per salvarli, per coerenza bisogna tener conto anche di questo.

      Elimina

  11. SENATO DELLA REPUBBLICA (Elettori: 42.271.957 - Sezioni pervenute: TUTTE - 60.431)
    AFFLUENZA:75,21%

    BERSANI 31,63% - 120 seggi

    BERLUSCONI 30,72% - 117 seggi

    GRILLO 23,8% - 54 seggi

    MONTI 9,14% - 18 seggi

    INGROIA 1,8% - 0 seggi

    GIANNINO 0,91% - 0 seggi



    CAMERA DEI DEPUTATI (Elettori: 46.906.343 - Sezioni pervenute: TUTTE - 61.446)
    AFFLUENZA: 75,18%

    BERSANI 29,56 % - 340 seggi

    BERLUSCONI 29,17% - 124 seggi

    GRILLO 25,53 % - 108 seggi

    MONTI 10,57% - 45 seggi

    INGROIA 2,24% - 0 seggi

    GIANNINO 1,12% - 0 seggi

    Il Presidente della Repubblica da mandato al rappresentante della coalizione più votata di formare il nuovo governo. Non lo da a chi gli pare! Questo deve essere chiaro senno' ci prendiamo in giro. Che poi non si trovi un accordo questa è la politica ed ognuno si assume le proprie responsabilità, ma il movimento 5 stelle non poteva avere l' incarico di formare un governo.

    RispondiElimina
  12. Altra imprecisione: lo scudo per i capitali all'estero non è stato votato dal Pd, ma solo da Pdl e Lega. Il provvedimento è però passato anche per l' assenza di circa venti deputati Pd. Gli assenti nel Pdl erano di più, quindi se i deputati d'opposizione fossero stati tutti in aula il provvedimento non sarebbe passato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. a proposito giacomo, sai che Grillo, che chiede a gran voce di pubblicare i nomi di chi ha beneficiato dello scudo fiscale, per ben due volte ha chiesto di essere condonato in merito ai conti della società Gestimar srl di cui detiene il 99% delle azioni:

      http://pasqualevidetta.wordpress.com/2012/01/06/evasione-grillo-chiede-di-controllare-i-parlamentari-evasori-ma-dimentica-i-suoi-condoni/

      l'anno dopo averlo utilizzato, definiva il condono come una tangente legalizzata. Grillo secondo me la coerenza ce l'ha sotto le scarpe, chissà che non formi un governo con il PD!!!

      Elimina
    2. Maurizio Castellani4 aprile 2013 10:35

      E' vero sono in errore il PD non ha votato per lo scudo, si sono verificate le assenze che hai ricordato. Comunque ritengo che legittimamente Bersani non si voglia alleare con Berlusconi. Ritengo solo che anche i cinque stelle legittimamente non si vogliano alleare con nessuno.
      Comunque l'incarico non viene dato alla coalizione più votata, viene dato a chi potrebbe avere la fiducia (quindi anche al senato) se è un governo di minoranza che si vuole potrebbe farlo anche la Sud Tirol! Le opinioni sono tutte legittime, ho risposto solo perchè oggi sembra che l'Italia vada male perchè M5S non si vuole alleare.

      Elimina
  13. A questo punto vorrei chiedere a Castellani, che cosa succede se alle prossime elezioni il risultato dovesse essere identico al precedente? Per questione di coerenza tanto difesa sin'ora, Grillo dovrebbe continuare nel suo isolamento forzato, rifuggendo qualsiasi ipotesi di alleanza...Che M5S possa prendere il 50% dei voti è ipotesi alquanto utopistica, molto più probabile che continui ad essere la terza forza del parlamento e allora? L'obiettivo di Grillo è solo rompere le uova nel paniere, senza prospettare ipotesi costruttive? Perché ci si ostina ad insultare e a criticare anche adesso che si sta dentro le istituzioni?? Ma provare a seguire una tabella di lavoro sui temi comunemente riconosciuti, magari conferendo una fiducia condizionata no eh?? Dobbiamo credere che in uno stato democratico la terza forza del Parlamento meriti di essere incaricata di formare un governo come chiesto da Lombardi e Crimi? Intanto state perdendo gran parte dei voti del centro-destra che stanno tornando all'ovile e infatti il Berlusca sta risalendo alla grande, auguratevi che i delusi del centro-sinistra non facciano altrettanto!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Maurizio Castellani4 aprile 2013 12:20

      La mia opinione personale è che l'M5S debba sostenere un eventuale governo fatto di personalità al di fuori dei partiti con un programma limitato e a termine di 4 o 5 punti. Probabilmente Grillo non è d'accordo, ma una cosa del genere non è stata proposta ufficialmente da nessuno. Io penso che il gruppo di parlamentari M5S debba decidere a maggioranza e adeguarsi a tale decisione. Fino ad ora le piccole riduzioni degli sprechi effettuate sono state fatte perchè c'era l'M5S non certo spontaneamente, poi è già stata presentata una mozione per il ritiro dall'Afghanistan e una proposta di tagli alle spese del parlamento per 42 mln (ricordo che i tagli all'università sono stati 27 milioni, mentre il bilancio della sola camera dei deputati è di 900 milioni). Comunque lo scopo del M5S (ed è per questo che io ed altri ci siamo avvicinati al Movimento senza aver mai fatto politica) non è quello di ottenere più voti possibili ma cercare di trasformare gli elettori in attivisti, ognuno nel suo piccolo può fare un minimo, non interessa il voto di chi mette una croce e poi delega tutto agli eletti. Io (come tanti) mi lamentavo della condotta dei politici limitandomi a fare qualche battuta su Facebook, poi mi sono chiesto se era giusto solo lamentarmi o se era arrivato il momento di fare qualche cosa. Non che io mi senta migliore della classe dirigente nel suo complesso, ma vorrei (da umile lavoratore che non conta nulla) che certi eccessi fossero ridimensionati e che le decisioni fossero prese da persone che conoscono la situazione sociale e non da chi (anche in buona fede) godendo da trent'anni di trattamenti economici eccezionalmente alti, non si rende conto della realtà.

      Elimina
    2. Qualche quesito da Deluso:
      1- Leggo sopra sul commento di Filippo (ahah Luca Giurato) che di Grillo e Casaleggio non ti interessa nulla, ma di Eleuteri, Sassoon, Bucchich,e Benzi della WebEgg (non so se ci sono tutti ancora) e fondatori del M5S e detentori della proprietà del sito beppegrillo.it e movimento5stelle.it con la Casaleggio Associati?

      2- Come fanno ad essere fuori dai partiti se il M5S è un partito a tutti gli effetti, in base ai metodi utilizzati, dato che sono 4-5 quelli che scelgono le strade da prendere, dimostrato dalla volontà di non inserire votazioni (liquid feedback) per le scelte attuali da fare? Oppure che vogliamo andare avanti ancora con il Governo Tecnico? ? Non diciamo ......

      3- Gli elettori possono diventare attivisti ma solo a livello Comunale, dato che a livello nazionale non possono dire la propria versione che vengono immediatamente attaccati da altri attivisti e dal leader e l'ho dimostrato sul mio commento del " Ferruccio Giri 03 aprile 2013 12:18" in questo post e dal punto 2.

      4-Siamo tutti in accordo sul programma 5 stelle, sono i metodi che non vanno bene, perchè bastava parlare di una fiducia al Governo condizionata, in base alle proposte, senza intromettere termini nuovi (come diceva Beppe già da Incantesimi 2006) come Inciucio come Distruzione, ecc ecc.

      5- Infine vorrei "linkare" un mio commento nel Forum 5 Stelle riguardo la linea intransigente:
      (qui integrale)
      http://www.beppegrillo.it/listeciviche/forum/2013/02/chi-non-sta-con-beppe-grillo-e-con-la-linea-intransigente-verso-la-nascita-di-governi-partitici-non.html#comment-815444618

      Uno dice inciucio tutti dicono inciucio, uno dice abolizione delle regioni e tutti dicono abolizione delle regioni, se domani Grillo dice Mario tutti dicono Mario,non so se ho sbagliato io o molta gente non pensa con la testa sua. E' normale dire basta a persone come Casini che quest'anno festeggia i 31 anni in parlamento, ma un conto è provare a cambiare Legge Elettorale, Diminuzione dei Compensi, ecc subito e provare a farlo con gli altri con quel piccolo sintomo di socialità che è rimasto e che sta venendo fuori col Movimento , un conto è provare a farlo con dei voti che non arriveranno mai alle necessità se escludi tutti gli altri, e restiamo li dove siamo ora(Come la Costa Concordia). Si parla di dialogo e lo stiamo facendo tra di noi, tra ex PD e PDL e ex astenuti che sono passati sotto il M5S è fatto di queste persone il Movimento. Facciamo "come ci pare" con il Movimento solo quando M5S otterrà il 51% dei voti, la maggioranza assoluta ed è molto lontano da questo risultato. E' Giusto rinnovare, ma la democrazia impone di ascoltare tutti sennò è una oligarchia che sia in uno stato o in un movimento. Credo sia impossibile passare sotto un simbolo Elettorale e accettare tutto quello che dice il programma e il/i Leader, ma questo simbolo proponeva di accordare tutti se non di accordare almeno di discutere. Non sta accadendo nulla, ne dialogo ne ascolto.

      Chiudo in riferimnto al M5s generale con un detto di Porto Recanati:
      Cumme soni te ballo.

      Elimina
    3. Maurizio Castellani5 aprile 2013 17:09

      Ciao Ferruccio, non conosco Eleuteri, Sassoon, Bucchich, ne Benzi della WebEgg. Sul fatto che il Movimento abbia un vero statuto (che lo rende più simile ai partiti) serve per confrontarsi con la burocrazia (per farti un esempio chiedendo di poter occupare il suolo pubblico per il banchetto che faremo domenica, in Comune ci hanno chiesto di fornire qualche cosa che attesti che noi siamo un movimento politico). Sul fatto che non si possa far politica a livello nazionale soltanto mettendo dei post sul sito, sono d'accordo con te: il commento si perde in un mare di altri commenti magari fuori tema o scritti con l'unico intento di fare una battuta o di insultare qualcuno. Però io so che i singoli parlamentari eletti si sentono quotidianamente con i gruppi comunali M5S che li hanno espressi (me lo ha detto la Agostinelli che in questi anni ha portato avanti molte battaglie ecologiste benemerite), questo ci avvicina un po di più alla democrazia diretta. Grillo dall'alto, questo è vero, dirige l'orchestra, ma questo accade perchè la sua linea è stata sempre sposata dalla maggioranza degli eletti. Io credo ancora nella regola "ognuno vale uno". Rispondo a questi post sull'Argano non perchè ritengo che il Movimento sia immune da errori ma solo per difendere il lavoro che si fa nel territorio e, a livello nazionale, la scelta di non sostenere un governo composto da chi (a parere nostro) ha creato in passato i problemi di oggi.

      Elimina
  14. Sono 20 minuti che leggo tutti i botta e risposta e mi viene da sorridere.
    Io penso ancora che la soluzione migliore sia andare in parlamento con
    un BAZOOKA e domani ricominciare da zero.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è che se sei de Porto Recanati, sei sicuro che in aula te difende Coppi èh!!

      Elimina
  15. Mi trovo profondamente d'accordo con quanto affermato nel suo commento. Mi domando solo se il suo auspicio sia condiviso dai vertici del M5S. Come lei stesso ammette non credo. Spero che tra i tanti eletti tra i grillini ce ne siano molti che la pensano come lei. Grazie della risposta.

    RispondiElimina