QUESTO E' UN BLOG "DI PANCIA", SIA CHIARO


Questo blog non è una testata giornalistica ed è aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Gli autori, inoltre, non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Lo stesso per i siti che forniscono dei link alle risorse qui contenute. Il fatto che questo blog fornisca questi collegamenti non implica una tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi, sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli autori dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Gli autori del blog si riservano il diritto di rimuovere senza preavviso e a loro insindacabile giudizio commenti che risultino offensivi, volgari, blasfemi, inutili, altamente provocatori o che abbiano contenuti di natura pubblicitaria. Inoltre, gli autori non sono in alcun modo responsabili del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità.

mercoledì 5 dicembre 2012

UPP: LE NOSTRE PROPOSTE PER DIFENDERE LA COSTA

Avevamo messo in discussione se all'incontro con la popolazione sulla difesa della costa organizzato da Uniti Per Porto Recanati, avesse partecipato qualcuno.
Ci è arrivata questa risposta da un indirizzo mail sconosciuto (ormai i nostri rapporti con UPP si sono ridotti alle comunicazioni anonime...) che pubblichiamo. Il tutto era corredato dall'articolo sotto del Resto del Carlino, che, scusate, ci era sfuggito.

Questo il testo della mail ricevuta da un indirizzo mail sconosciuto:
"Buongiorno, volevo segnalare che all'incontro del 22 novembre... sì qualcuno c'è andato buon lavoro"

Al gruppo consiliare di opposizione vorremmo rivolgere una domanda: non sarebbe forse stato il caso di pubblicizzare un po' meglio gli esiti dell'incontro, creando una sorta di resoconto a beneficio di tutti, anche di coloro che non hanno avuto la possibilità di partecipare all'evento? Ci pare che la problematica interessi tutti quanti...


5 commenti:

  1. stufa delle sperimentazioni? ma non sono cose simili ai triangoli o stelle chiamateli come volete che sono davanti allo chalet il vascello?

    Il solito bagnino

    RispondiElimina
  2. Scusatemi mi potreste spiegare cosa viene usato per la posa del o delle ASR, si posizionano in mare da sole o necessitano di trasporto e di posa? Poi visto che a Portorecanati non ci sono scogli naturali con cosa di devono fare questi ASR? mi viene spontaneo dire con blocchi di cemento, e per fare il cemento sosa ci vuole se non materiale di cava che secondo l'esperto comporta un danno ambientale. Non sono un esperto ma siccome vivo a Porto Recanati da sempre e ho visto tante mareggiate sono del parere che se l'onda non viene contrastata con qualcosa che emerge della superfice del mare non si ottengono risultati apprezzabili.Ho l'impressione che questo esperto sia uno dei tanti che le mareggiate le ha viste e sperimentate n'goppa alla carta come dicono a Napoli e dintorni perchè n'goppa alla carta tutto si può fare ma la realtà è ben altra cosa!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Emanuele De Chellis8 dicembre 2012 14:41

      caro anonimo, siccome ci sono persone che ci hanno studiato e che tutt'ora ci studiano per migliorare il prodotto, ti direi che prima di parlare, bisognerebbe documentarsi, e bene.
      Se l'esperto dice, ed è verificabile, che funzionano e che sono molto efficaci, non vedo perche noi dobbiamo rimanere indietro come sempre ai livelli della preistoria!!!!!
      Che tristezza.....

      Elimina
    2. L'esperto dovrebbe dirci dove sono stati utilizzati e che tipo di risultati si sono ottenuti. Poi dvrebbe spiegarci perchè le scogliere portano danni ambientali e inquinamento per il trasporto ( si usano mezzi a combustione) forse che il materiale per le ASR viene dal cielo per opera dello spirito santo? e pertanto non fa danni ambientali e non inquina? Non si tratta di rimanere ai tempi della preistoria, si tratta di sapere come vengono spesi i soldi pubblici (delle tasse che paga lei caro De Chellis e che pago io anonimo).

      Elimina
  3. Grazie Argano per il suggerimento. Mi dispiace non aver partecipato a questo incontro, tuttavia ritengo che l'idea sia molto interessante ed innovativa.
    Bisognerebbe appoggiare la ricerca e la sperimentazione invece di denigrarla, se in Italia siamo messi male è anche per colpa di chi si oppone senza ragion veduta alle novità proposte dalla scienza e dalla tecnologia.
    Porto Recanati dovrebbe approfittare di questa opportunità.

    RispondiElimina