QUESTO E' UN BLOG "DI PANCIA", SIA CHIARO


Questo blog non è una testata giornalistica ed è aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Gli autori, inoltre, non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Lo stesso per i siti che forniscono dei link alle risorse qui contenute. Il fatto che questo blog fornisca questi collegamenti non implica una tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi, sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli autori dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Gli autori del blog si riservano il diritto di rimuovere senza preavviso e a loro insindacabile giudizio commenti che risultino offensivi, volgari, blasfemi, inutili, altamente provocatori o che abbiano contenuti di natura pubblicitaria. Inoltre, gli autori non sono in alcun modo responsabili del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità.

lunedì 3 dicembre 2012

IL TRITONE SE NE VA?

Nelle scorse settimane, sulle pagine di "Milano Finanza", è uscito un articolo che ci riguarda. Ve lo proponiamo qua sotto:



Sicuramente la notizia è più che positiva, pare che l'anno prossimo il progetto debba essere "riconsiderato" ma le prospettive descritte dal presidente di Gdf Suez Energia Italia lasciano ben sperare.

E allora anche noi speriamo che le "conclusioni finali" non siano diverse da quelle ipotizzate nell'articolo, ma tenendo sempre gli occhi ben aperti!

3 commenti:

  1. Il PARERE POSITIVO alla realizzazione del Rigassificatore Tritone
    è stato espresso dal Ministero,

    Considerato che:

    "il Comune di Porto Recanati, durante la Conferenza dei Servizi del 14 Luglio 2008,
    ha espresso parere favorevole di massima sul progetto preliminare e
    nella documentazione fornita dal Proponente è riportata copia della
    Delibera di Giunta Municipale N. 94 dell'11 Luglio 2008.
    Atto di indirizzo della Giunta."

    Il progetto potrà essere realizzato entro 5 anni decorrenti dalla pubblicazione
    in Gazzetta Ufficiale (fatta salva l'eventuale proroga concessa su istanza del Proponente).
    Arriviamo al 2016, c'è tempo per dire che Tritone se ne va.

    RispondiElimina
  2. Antonio(qcnspb)3 dicembre 2012 23:27

    AVEVO LETTO L'ARTICOLO SU "IL SOLE24ORE" E VI AVEVO POSTATO IL LINK..SULL'ALTRO POST...mi era sembrato molto esaudiente....a proposito..all'anonimo delle 19,37 volevo dire che "l'argano " nel titolo ha messo il punto interrogativo che si interpreta ne modo che tu hai descritto..ovvero in guardia ! ..

    RispondiElimina
  3. Questa giunta ha veramente dimostrato quanto il coraggio e la visione del futuro sia addomesticato dalle lusinghe del denaro e le adulazioni dei potenti. La pericolosità del metano LIQUIDO (è a -160, a contatto con l'aria o l'acqua, molto più calde di lui, vaporizza ed appena si miscela con l'ossigeno dell'aria,innescato esplode...) è dato conosciuto a livello militare e a livello civile. Il denaro promesso è niente contro i danni, incalcolabili, che un'eventuale incidente potrebbe provocare. Senza parlare dei danni, gravissimi, all'ecosistema e alle "Bandiere Blu" che, per chi era favorevole al progetto GDF Suez, erano "Bandiere Bianche" di resa

    RispondiElimina