QUESTO E' UN BLOG "DI PANCIA", SIA CHIARO


Questo blog non è una testata giornalistica ed è aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Gli autori, inoltre, non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Lo stesso per i siti che forniscono dei link alle risorse qui contenute. Il fatto che questo blog fornisca questi collegamenti non implica una tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi, sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli autori dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Gli autori del blog si riservano il diritto di rimuovere senza preavviso e a loro insindacabile giudizio commenti che risultino offensivi, volgari, blasfemi, inutili, altamente provocatori o che abbiano contenuti di natura pubblicitaria. Inoltre, gli autori non sono in alcun modo responsabili del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità.

lunedì 24 dicembre 2012

CITTADINI DI SERIE B

Riceviamo e pubblichiamo da Aranka Korosi:

Io abito dopo il campeggio Pineta (Viale della Repubblica), ho due figli e per arrivare a prendere la corriera che li porta alla scuola superiore e all'università, ogni giorno devo accompagnarli alla più vicina fermata, che è al parcheggio del Green Leaves. Fin qui nulla di nuovo, non siamo gli unici genitori a fare questi giri ogni mattina e all'ora di pranzo, al loro ritorno.

Il problema, che è anche un disagio, si è presentato da una quindicina di giorni. L'entrata del parcheggio è stato chiuso con una catena. In questo modo non abbiamo più la possibilità di fermarci e di far aspettare ai ragazzi il pullman seduti nella macchina, ma dobbiamo farli scendere e lasciarli lì, sotto la pioggia e al freddo. Ora non so a chi appartiene quello spazio, se è suolo pubblico o privato ma comunque la sua chiusura ci obbliga di circolare velocemente e al loro ritorno non possiamo sostare da nessuna parte per aspettarli.
Inoltre, ad ogni fermata di autobus ci sono delle "cabine" con delle panchine per permettere ai ragazzi di stare al riparo, l'unico posto dove ciò non è assicurato è proprio nella suddetta fermata. Se per caso vi capiti di passare da quelle parti la mattina presto, potreste notare che spesso vi si trovino decine di ragazzi sul ciglio della strada ad attendere i pullman.
Non so se sia esagerata la mia lamentela ma penso che tutti dovrebbero essere trattati da cittadini uguali e non di serie A e serie B. Noi ci sentiamo nella categoria B, nelle quali poco importa la nostra situazione.
Spero che qualcuno abbia qualcosa da dire o meglio, di proporre qualche soluzione.
Grazie per la vostra cortese attenzione.
Distinti saluti
Aranka Korosi

La problematica prospettata ci sembra molto seria. Anche tenendo conto che stiamo parlando di una zona adibita a fermata per i bus che serve una fetta importante della popolazione portorecanatese. Non dimentichiamoci infatti che anche i circa 2mila abitanti dell'Hotel House, dovendo prendere il bus per recarsi fuori città, si recano nei pressi del parcheggio del Green Leaves. Pertanto giriamo alla nostra Amministrazione comunale l'idea di costruire una piccola struttura coperta ai bordi della strada, in maniera tale da poter accogliere tutti coloro che sono in attesa del bus. Con una piccola spesa si darebbe la possibilità ai nostri studenti e a tutta l'utenza in generale di ripararsi in caso di condizioni meteo avverse.
La redazione dell'ARGANO




5 commenti:

  1. La pericolosità è evidente, i ragazzi stanno sul ciglio della strada e tutto ciò passa inosservato perchè ancora non è successo niente di grave.

    RispondiElimina
  2. sapete quale sara' la risposta di alcuni intelligentoni?non si puo' mettere la cabina perche' in quella zona c'e' un piccolo giro di prostituzione.vogliamo anche
    dare un riparo a quelle che fanno quel mestiere?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Massimo Montali1 gennaio 2013 11:06

      Purtroppo il buon Dio non ha dato a tutti la stessa capacità di intelletto
      da qui il motivodi alcune risposte!

      Elimina
  3. Io abito a scossicci e so che significa tutto questo, sono anche io un cittadino di serie B purtroppo.......... Un abbraccio e auguri ancora

    RispondiElimina
  4. se poi per caso nn si riesce a arrivare in tempo i nostri figli/e debbono difendersi dai porci schifosi che cercano prostitute,gia' piu' di una volta ho dovuto litigare con qualche bavoso in cerca di facili avventure...scambiando giovani studenti con gente che sta cercando di prostituirsi...

    RispondiElimina