QUESTO E' UN BLOG "DI PANCIA", SIA CHIARO


Questo blog non è una testata giornalistica ed è aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Gli autori, inoltre, non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Lo stesso per i siti che forniscono dei link alle risorse qui contenute. Il fatto che questo blog fornisca questi collegamenti non implica una tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi, sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli autori dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Gli autori del blog si riservano il diritto di rimuovere senza preavviso e a loro insindacabile giudizio commenti che risultino offensivi, volgari, blasfemi, inutili, altamente provocatori o che abbiano contenuti di natura pubblicitaria. Inoltre, gli autori non sono in alcun modo responsabili del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità.

venerdì 2 novembre 2012

BREAKING NEWS - LA CATASTROFE

In edizione straordinaria anche noi abbiamo avuto, come New York, il nostro Sandy, che purtroppo ha messo in ginocchio l'intera città. Ecco a voi alcune suggestive e purtroppo drammatiche foto:


(Si ringrazia Aranka per il contributo)
Un condominio di Viale della Repubblica
Sempre Viale della Repubblica
 
Il campo tra il viale e la ferrovia

devastazione in uno chalet del centro


Viale Marinai d'Italia

Qui siamo nei pressi delle "Torri d'avvistamento"

Il tratto più a sud di Viale Lepanto


24 commenti:

  1. Queste foto sono una risposta all'anonimo del post di quest'estate intitolato "fate presto" in cui diceva che non voleva pagare le scogliere perchè servono solo a fare la fortuna economica dei bagnini ma anche a tutti quelli che si identificano con questa linea di pensiero. Saluti.

    Il solito bagnino

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come dire i guadagni sono vostri,le spese sono dei cittadini.

      Elimina
    2. 1) In quanto cittadino le spese sono anche mie perchè le tasse le pago come te.
      2) Non diresti così se abitassi sul lungomare zona circolo della vela o zona delizia o peggio viale della repubblica, staresti qui con me a dire "moveteve a fa' ste scujere" perchè l'acqua dentro casa e la sabbia entrerebbero anche a te.
      3) Le scogliere sono un bene di porto recanati. Per cosa credi che viene la gente qua da maggio a ottobre? Per la passeggiata e per i negozi? Non credo proprio, dati i quotidiani lamenti dei negozianti tutti dal jet all'hotel house. Viene per andare in spiaggia e se la spiaggia non c'è la gente non viene e saremmo un paese MORTO e SEPOLTO.

      Saluti
      Il solito bagnino

      Elimina
    3. Hai mai sentito parlare di " Rischio d'impresa" ?
      Se la tua casa sul lungomare vale quello che vale,devi anche provvedere a mantenerla efficiente,a tue spese,perchè quando la vorrai vendere avrai indietro il denaro che hai speso.
      Se il vento spaccasse i vetri delle finestre di casa tua,chiederesti i soldi delle riparazioni allo stato ?
      Credo che tu lo faresti.
      Lo stesso ragionamento vale per la spiaggia.
      Se una mareggiata ti porta via l'arenile,con chi te la prendi?
      Se vuoi guadagnare anche l'anno dopo,ti metti le mani in tasca e ripari i danni.
      Sei davvero il solito bagnino.

      Elimina
    4. Si, certo, sono la calabria che chiede all'unione europea i danni per la neve.

      Io, noi, siamo concessionari della spiaggia, un bene demaniale, che è come essere in affitto.
      Se crolla il tetto della casa in cui sei in affitto, non tua, non vai a chiedere al padrone di sistemarlo altrimenti te ne vai e non paghi l'affitto e lui non ha la rendita? Qui è la stessa cosa. Le strutture mie me le sistemo io, ci mancherebbe, non vengo a chiedere i soldi a te o all'argano o al sindaco per comprare una nuova cella frigorifera o una nuova macchina del caffè. Ma la spiaggia non è mia, attenzione, è dello stato o della regione o insomma, di chi ha la competenza del demanio.
      Quando tu affitti un locale commerciale paghi un affitto per un locale che ti mette in condizioni di esercitare un'attività economica e quindi di avere un guadagno e tu lo affitti proprio perchè è un locale idoneo allo scopo. Io affitto la spiaggia per lo stesso motivo.
      Se tu hai una casa o un negozio sul lungomare non credo proprio faresti fare le scogliere solo per te e di tasca tua a meno che tu non sia schifosamente ricco. Un conto è mantenere la struttura efficiente, questo che facciamo è un altro discorso.
      Ma a quanto pare non giungeremo mai ad un punto di vista comune. Siamo una categoria invisa a porto recanati.

      Il solito bagnino

      Elimina
    5. Tutto vero. Ma se poi vi si chiede di aumentare il canone,vi strappate i capelli e urlate in tutte le piazze.
      Non potete chiedere che lo stato vi protegga e poi il canone lo decidete voi.
      E' vero che siete una categoria invisa,ma srà forse perchè avete esagerato nel mungere la vacca?
      Avete avuto tutte le agevolazioni,potete fare il bello e cattivo tempo in città,quello che decidete sia bene,viene fatto,da questa come dalle altre amministrazioni.
      Il vostro potere,in termini di voti è inattaccabile e questo tutti i politici locali lo sanno e si guardano bene dal contrariarvi.
      Ci sono motivi per essere invisi alla popolazione ? NOOOOOO!

      Elimina
    6. Allora, io sono giovane, faccio questo lavoro da una decina d'anni, appartengo a quella che possiamo chiamare "nuova generazione" di bagnini, che, per via dell'età, cade dalle nuvole quando legge cose sugli aumento di canone e noi che ci strappiamo i capelli. Cioè, i casi sono diversi, ad esempio chi si trova a pagare canone per 2000 mq di spiaggia e ne può sfruttare 500 per via del mare, beh fossi in loro mi strapperei i capelli anche io di fronte ad un aumento. Ma, per fortuna, non è il mio caso, ben venga l'aumento di canone a fronte della Bolkestein.
      Ok, il canone, onestamente, è esiguo, però non venirmi a parlare che lo decidiamo noi. A me arriva semplicemente il bollettino da pagare, che io sappia il canone lo decide il comune.
      Faccio il mio lavoro e cerco di farlo onestamente; ho ristrutturato "recentemente", ho la struttura in regola col bagno dentro, ho più bagni che altro, ho pagato 20000 € (ventimila, hai letto bene) di "oneri edilizi vari". Questo è agevolazioni e fare come mi pare? Non direi proprio.
      Poi il discorso è circolare e si torna sempre allo stesso punto: al mare ci andrai pure tu, magari non da me, magari alla spiaggia libera, quindi la spiaggia e la sua difesa sono anche interesse tuo oltre che mio.

      Se invece sei una di quelle rare persone che al mare non ci va, dimmi come fai a sopportare quel caldo senza buttarsi in mare: mollo tutto e seguirò il tuo consiglio, fidati.

      Il solito bagnino.

      Elimina
  2. dopo queste immagini...ogni commento è superfluo.

    RispondiElimina
  3. Per quello che può contare, vorrei esprimere la mia solidarietà a tutti quegli operatori che hanno subito, per l'ennesima volta, danni alle loro strutture e hanno visto andare in fumo il lavoro di una stagione. Solidarietà anche a chi ha subito danni alle proprie abitazioni. Ora verrà chiesto lo stato di calamita' e come sempre saremo noi cittadini a pagare, con l'aumento delle accise della benzina e delle varie tasse, gli errori delle amministrazioni. Amministrazioni non solo comunali naturalmente, ma provinciali e regionali che sprecano soldi per i ripascimenti e non per una seria politica di protezione delle coste. Sono mesi che sui giornali si legge di stanziamenti di fondi ma oggi siamo qui a disperarci dei disastri della natura. Il tecnico della regione subito sul luogo a verificare i danni si legge sui giornali...sempre a guardare la stalla dopo che i buoi sono fuggiti!! Brindiamo alle darsene quando senza scogliere non ci sara' un futuro neanche per il porto. Ma cosa dovrà ancora capitare per far si che questo paese (non inteso solo come P.R.) cominci ad agire come un paese civile?

    RispondiElimina
  4. anche se non sono piu' molto favorevole a questa amministrazione devo pero' fare loro i miei complimenti per come si sono adoperati in questa ultima emergenza. gia'verso le quattro ho visto il sindaco in giro a vedere la situazione.
    certo che non si puo' dare loro la colpa dell'accaduto. un bravo anche all'assessore Sirocchi che ho visto prodigarsi per cercare di risolvere il problema dell'allagamento in zona sud. alle sette ho notato che gia'stavano ripristinando la situazione in zona piazzale europa con molti mezzi a disposizione. gia' nel pomeriggio sembrava che non fosse successo quasi nulla!!! complimenti per tutto

    RispondiElimina
  5. dicevo complimenti per tutto cio'. un plauso ai nostri carabinieri che gia' verso le quattro erano in giro in zona lido delle nazioni avvisando i residenti di cio' che stava accadendo e di spostare eventuali mezzi in pericolo. stupendi i ragazzi della protezione civile!!!!!!!!
    molta professionalita' e abnegazione da parte dei vigili del fuoco.
    GRAZIE A TUTTI!!!!!!!!!!!di cuore....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma chi hai visto te ooo ma chi ti è venuto a sveglia ... ma fatemi il piacere la sera alle 11 e 45 a mezzanotte o chiamato io i vigili del fuoco che hanno risposto anche male ,i carabinieri maaa io li o visti solo alle 8 del mattino ..... senza fare niente tralaltro ....ma chi ti a chiamato a te che visto che la mia vicina in via delle nazioni e via francia è restata in casa finche mio marito con i stivali alti non gli a fatto spostare la macchina in strada fortunatamente e vigili del fuoco carabinieri e protezione civile stavano a vedere e basta ...per favore non piate per il culo grazie
      i residenti vogliono piu considerazione ......
      c'è gente che quaggiu paga un mutuo per la propia casa come fanno parecchi italiani e paghiamo le tasse come tutti quindi voliamo sapere solo chi dobbiamo chiamare in questi casi visto che non ci si caga nessuno

      Elimina
  6. alle sera prima alle 21.00 sono andato a vedere il mare,di cui si sentiva "l'urlo" anche dalle parti del corso devo dire che mi ha subito impressionato poi ricordando qualcosina del babbo defunto ,quando mi chiamava per tirare la barca piu' in terra molti anni fa in casi del genere e anche il fatto che fosse luna piena, rientrando a casa avevo detto a mia moglie che la mattina dopo avremmo contato i danni sperando che qualche balneare fosse rimasto in piedi.in certi casi chi ha i mezzi per prevedere queste cose non conviene che dia un certo stato d'allerta?

    RispondiElimina
  7. E la colpa di chi sarebbe? del mare che fa il cattivo? e dobbiamo pure battere le mani al sindaco e a sirocchi? ma per favore! sono quindici anni che spendono soldi in cazzate e ci mancava pure che non provvedevano a sistemare tutto e subito!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se fossi un volontario della protezione civile, dopo questo commento, la prossima volta starei tranquillo a casa....

      Elimina
  8. valentino attorre3 novembre 2012 17:29

    Perdonate l'ignoranza, ma gli chalet non dovrebbero per legge essere delle strutture removibili in 24 ore in caso di allerta meteo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. quella della removibilità è una legge-porcata. Certo, sono removibili, ma non tutti, perchè chi ha fabbricato nel 2002-2004 ha la gettata e non rimuovi proprio niente, sono come case. Chi ha costruito più recentemente è "removibile", si tra virgolette. Perchè sono strutture prefabbricate appoggiate su gettata di cemento, quindi chiami brutti o bibì con la gru e la rimuovono. Poi la normativa sull'igiene ti obbliga a fare i bagni, gli scarichi, l'allaccio in fogna, l'impianto elettrico a norma con la messa a terra, certificato ogni 2/5 anni a seconda del rischio... tanto removibile non è, è removibile definitivamente nel senso che se fai rimuovere una cosa con scarichi e impianto termico e elettrico butti via tutto. Ora pensala come vuoi, la legge è questa e non so se è fatta male o cosa.

      Il solito bagnino

      Elimina
  9. per i carabinieri e vigili del fuoco sono daccordo.....per il resto avete visto un altro film

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Raccontacelo tu il film, se lo hai visto, perchè tanta gente dormiva e si è accorta di quello che è successo solo la mattina

      Elimina
  10. FATTI ELEGGERE PRESIDENTE DI QUARTIERE COSI' AL POSTO DEL BALNEARE RIMOVIBILE HAI IL RISTORANTE SULL'ACQUA, BASTA CHE PERO' STAI ZITTO SUI PROBLEMI DEL QUARTIERE E ORGANIZZI" AMICI" ALL'ARENA.

    RispondiElimina
  11. I FUOCHI D'ARTIFICIO, LE PISTE DI GHIACCIO, IL LUNGOMARE COI TOZZETTI....I RIPASCIMENTI.....QUANTE SCOGLIERE AVREBBE FATTO L'AMMINISTRAZIONE SE USASSE I SOLDI COME SI DEVE? ADESSO SAPETE QUAL'E' LA PRIORITA': LA DARSENA E LA NUOVA ILLUMINAZIONE. QUANTO E' COSTATO IL PROGETTO PER LA DARSENA? E QUANTO COSTA QUELLO PER LA NUOVA ILLUMINAZIONE? CE N'E' BISOGNO?

    RispondiElimina
  12. GIOVEDI' 8 NOVEMBRE ORE 7.30 RAI 3 BUONGIORNO REGIONE SI PARLERA' DELLE PROBLEMATICHE AMBIENTALI DI PORTO RECANATI. ACCENDETE LA TV.

    RispondiElimina
  13. Scusate io sono di fuori, ma ho la seconda casa che "sfrutto" anche di inverno, perchè ci piace il mare, anche e sopratutto quello senza casino e con le nuvole che ci passano sopra veloci. Però per me, forestiero, è incomprensibile capire perchè non si facciano ste benedette scogliere. Guardate, sono disposto a pagare anche io, senza guardare CHI debba farlo. Porto Recanati è un bene troppo prezioso e ha ragione "il solito bagnino" a dire che la gente viene per il mare!! La mia famiglia è attratta anche da PR in se stessa, con voi portorecanatesi, il corso con i suoi mercatini, i negozi e l'aria di pace che si respira.....poi se vogliamo fare l'italiota e aspettare che la manna scenda dal cielo.....grazie per l'ospitalità Gianfranco Campus

    RispondiElimina