QUESTO E' UN BLOG "DI PANCIA", SIA CHIARO


Questo blog non è una testata giornalistica ed è aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Gli autori, inoltre, non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Lo stesso per i siti che forniscono dei link alle risorse qui contenute. Il fatto che questo blog fornisca questi collegamenti non implica una tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi, sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli autori dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Gli autori del blog si riservano il diritto di rimuovere senza preavviso e a loro insindacabile giudizio commenti che risultino offensivi, volgari, blasfemi, inutili, altamente provocatori o che abbiano contenuti di natura pubblicitaria. Inoltre, gli autori non sono in alcun modo responsabili del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità.

martedì 30 ottobre 2012

IL V(U)OTO DEI QUARTIERI

A poco più di una settimana dal voto per il rinnovo dei Comitati di Quartiere la situazione è abbastanza disperata. Solo quattro quartieri su sette hanno presentato il numero minimo dei candidati richiesti dallo Statuto (che sono 7). E cioè i quartieri Del Sole, Scossicci, Sanmarì e Montarice. Per tutti gli altri numeri assolutamente insufficienti o addirittura assenti (come per il quartiere Santa Maria in Potenza che non ha presentato neppure un candidato).

Sembra insomma che si sia perso definitivamente ogni forma di entusiasmo verso questi Istituti di partecipazione. Forse perchè nel recente passato, di "partecipazione" ce ne è stata veramente poca e lo strumento da questo punto di vista è stato assolutamente inefficace e svuotato di ogni contenuto.
Bisognerà ora vedere quale decisione prenderà il sindaco e l'amministrazione comunale in proposito. Se annullare le intere elezioni ed avviare i quartieri verso una fisiologica estinzione, o se far votare i soli quartieri che hanno raggiunto il numero minimo di candidati.



6 commenti:

  1. DEL SOLE E SCOSSICCI SONO LO STESSO QUARTIERE!!!

    RispondiElimina
  2. Come avete detto giustamente voi, la causa principale è la scarsa partecipazione nel senso che se fosse per prima la amministrazione a coinvolgere i quartieri in modo attivo sono sicuro che tutti sarebbebero piu' invogliati. Ma quale interesse puo' avere l'amministrazione a trovarsi dei problemi o delle inceppature alla propria politica. Già è quasi assente l'opposizione per quale motivo dovrebbe "crearsene" una? Va tutto bene cosi.

    RispondiElimina
  3. Del sole-Scossicci è un unico quartiere. Anche il quartiere Europa ha raggiunto il numero necessario di candidati. Saluti!

    RispondiElimina
  4. Speriamo che il sindaco e l'amministrazione prendano la decisione di azzerare i quartieri che come si può vedere a niente servono sopratutto per un paese da 12-13000 abitanti. Se la gente non partecipa non date sempre la colpa all'amministrazione, evidentemente il disinteresse viene dal come si sono strutturati gli stessi quartieri che in primis sono eccessivi come numero (7) e secondo, essendo il paese abitato per la maggior parte da gente che viene da fuori non esiste piu il senso di apparteneza a questo o quel quartiere come c'era una volta quando Porto Recanati era dei Porto Recanatesi e si era orgogliosi di appartenere a Castelnuovo o a Sanmarino piuttosto che al Centro etc. Altrimenti si può fare una proposta, paghiamo il presidente di quartiere e i consiglieri,vedrete allora che lotte per mettersi in lista!!!!!.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e secondo te quanti dovrebbero essere i quartieri,due ,tre, eliminiamo anche quelli storici?ma per favore,se un quartiere non puo' dire che ci sono troppe buche sull'asfalto per essere dispreggiativamente tacciato per politico come si puo' pretendere che la gente partecipi all'elezioni?

      Elimina
  5. De Chellis Emanuele30 ottobre 2012 22:06

    cari amici,
    l'attività dei quartieri deve essere valorizzata senza indugi da parte di nessuno, destra e sinistra, perchè è la prima via di partecipazione che le persone hanno verso le istituzioni locali.
    L'amministrazione ha sempre fatto in modo che essi spariscono, perchè si dice che i quartieri facciano politica...... che novità!! Ogni cosa che riguarda la vita quotidiana è politica, tutto.
    Il problema è un altro, il non voler sentire i problemi che vengono posti e non voler trovare le soluzioni adeguate.
    Siamo arrivati al punto che i quartieri fanno comodo solo per il Palio Storico e le varie cene che ogni quartiere fa.
    Spero vivamente che il comune scelga di procedere con le votazioni dei quartirei che hanno raggiunto il numero minimo di candidati,e che si adoperi per trovarne in quelli che invece non ne hanno.
    Demonizzarli e definirli inutili non giova a nessuno, pensateci su!

    Grazie

    RispondiElimina