QUESTO E' UN BLOG "DI PANCIA", SIA CHIARO


Questo blog non è una testata giornalistica ed è aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Gli autori, inoltre, non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Lo stesso per i siti che forniscono dei link alle risorse qui contenute. Il fatto che questo blog fornisca questi collegamenti non implica una tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi, sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli autori dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Gli autori del blog si riservano il diritto di rimuovere senza preavviso e a loro insindacabile giudizio commenti che risultino offensivi, volgari, blasfemi, inutili, altamente provocatori o che abbiano contenuti di natura pubblicitaria. Inoltre, gli autori non sono in alcun modo responsabili del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità.

martedì 28 agosto 2012

UPCOMING NEWS: IL PALIO CITTADINO È STATO ASSEGNATO A MONTARICE

L'Ente Palio nel pomeriggio ha preso la sofferta decisione riconoscendo la vittoria al quartiere Montarice e retrocedendo pertanto il quartiere Centro al secondo posto. La cerimonia di premiazione sarà ripetuta domani sera alle ore 21 in occasione della celebrazione della Santa Messa per il patrono all'Arena Beniamino Gigli. A nulla dunque sono serviti gli appelli provenienti dai vari quartieri di annullare l'esito della corsa o di procedere ad una doppia assegnazione della vittoria premiando sia il quartiere Centro che Montarice. Siamo certi che questa decisione non mancherà di scatenare ulteriori polemiche.

 

 

36 commenti:

  1. ottima sarebbe stata la decisione di premiare tutti e due, a questo punto bisognerebbe "retrocedere"la commissione che non ha ascoltato il buon senso e non solo

    RispondiElimina
  2. MA PERCHE'SUCCEDONO TUTTE LE STRANEZZE A PORTO RECANATI?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ricordo che in un articolo recente del Corriere Adriatico veniva riportata la seguente frase: "A Porto Recanati riesce tutto con una certa facilità....."

      Elimina
    2. Io farei premiare il nuovo vincitore dai romani...

      Elimina
    3. Io proporrei un cambiamento di oggetto, da palio a via crucis o via dolorosa....chiaramente faccio riferimento alla sfilata...ahahahah

      Elimina
  3. PAGLIACCI, niente di più.

    RispondiElimina
  4. Le polemiche le fa chi non conosce il regolamento in primis l'ente palio che voleva annullare l'assegnazione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. emerita cazzata, solo un giudice lo voleva annullare

      Elimina
  5. Erroneamente pensavo che il palio unisse i ragazzi che lo corrono, invece no, ci divide immensamente. Oggi il quartiere Montarice, rifiutando la proposta di doppia assegnazione, ha dato prova di una immaturità sportiva che oscura tutti i loro titoli precedenti, perchè se neanche quando vieni battuto così evidentemente riesci a dare una pacca sulla spalla al tuo avversario COMPAESANO e ad accettare che è stato più bravo di te, allora puoi essere vincitore FORSE, ma non sarai MAI un VINCENTE. Siamo arrivati 61 secondi prima e abbiamo portato SOLO 1.3kg in meno di loro, con la PICCOLA DIFFERENZA che noi avevamo la coffa rotta e avremmo potuto perderne molto di più, mentre loro FORTUNATAMENTE(LA VITE ERA PIU LUNGA,DOVE SONO I MERITI?)l'avevano integra. Il regolamento in questo caso era evidentemente inefficace a stabilire chi fosse stato più forte, perciò la soluzione AMICHEVOLE e PIU' EQUA sarebbe stata la doppia assegnazione, che avrebbe dato l'ennesimo palio ad un quartiere che vivendo ansiosamente di questa corsa chiedeva l'applicazione dell'ordinario regolamento e avrebbe premiato la ciurma più abile, la nostra senza paura di smentita, con il suo PRIMO PALIO STORICO. Perchè in fondo alla base del Palio ci siamo noi, gente che tutti i giorni si incontra e si saluta per strada, gente che da oggi, purtroppo non si guarderà più sulla faccia...e allora Montarice avrà vinto il palio, ma il palio avrà perso il Centro e il paese avrà perso due suoi valori supremi, l'unità e il rispetto tra i suoi cittadini. Amo così tanto il mio paese e la sua gente, che oggi è come ricevere una coltellata da un fratello e questa coltellata allontanerà me e i miei compagni di squadra da questa competizione, perchè se non posso correre sicuro che avrò sempre quello che merito e non posso essere certo che non basta alzare la voce per avere potere, allora è inutile sacrificarmi per il nulla. Mi scuso per essermi dilungato, ma l'amarezza è tanta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Amarezza comprensibilissima. È stato combinato un pasticcio di dimensioni bibliche. E il premiare prima una ciurma per poi retrocederla in classifica rappresenta comuque una mancanza di rispetto molto simile ad una presa in giro. Agli atleti del quartiere Centro va tutta la nostra solidarietà.

      Elimina
    2. Ma vi ricordate due anni fa quando tre concorrenti di una squadra furono subito ricoverato in ospedale cin urgenza alla fine del palio? Dai, da molto tempo è ormai una pagliacciata paesana disorganizzata e poco pulita....

      Elimina
  6. Questa sciocca e redicole decisione che oltretutto DIVIDE i RAGAZZI è motivo ulteriore per proclamare ufficialmente LA CHIUSURA DELL'ENTE PALIO,che per primo NON RISPETTA REGOLE,CHE PUO' FARE A MENO DEI COMITATI DI QUARTIERE ,CHE PUO' FARE A MENO PURE DEI RAGAZZI CHE CORRONO......!

    RispondiElimina
  7. Dunque stasera dovremo assistere alla seconda puntata di una storia triste e pietosa,con pubbliche scuse e lacrime da parte di chi vuol mettere una toppa e salvare capra e cavoli?
    Per favore stendiamo un velo pietoso,ognuno prenda i suoi giocattoli e vada a casa.
    Spero che i ragazzi di tutte le ciurme si siano resi conto finalmente con chi hanno a che fare,spero abbiano capito che sia giunto il momento di buttare fuori chi li usa ,spero siano capaci di riscrivere regole chiare e trasparenti. Spero altresi che abbiano compreso l'importanza di appartenere al proprio quartiere con un comitato che li rappresenti dignitosamente,facendo crescere attraverso la squadra il senso dell'impegno verso la comunità,in un confronto arricchito di proposte.La corsa non è e non può essere una cosa a sè stante.L'Ente palio può fare a meno dei comitati di quartiere perchè "la politica " non c'entra: OGNI IMPEGNO ALL'INTERNO DI UNA COMUNITA' E' POLITICA ,CIOE' SERVIZIO : complimenti per il servizio reso a Porto Recanati,soprattutto per lo spettacolo vergognoso della divisione e dello scontento tra i ragazzi che si sono impegnati,per i commenti squallidi....Mi auguro che i ragazzi siano numerosi per la prossima edizione,ma che al posto dei FIGURANTI ci siano i RESPONSABILI di cotanta FIGURA.

    RispondiElimina
  8. Quanta amarezza direi più che giustificata leggo nei vostri commenti. Mi domando come sia possibile riuscire a dividere e far discutere un'intera cittadinanza su di un evento che dovrebbe essere una festa per tutti! Miracoli dell'amministrazione? Palese lacuna del comitato organizzatore? Se fossi un corridore della ciurma del Centro, dichiarerei fin da ora di non partecipare alla prossima edizione...se fossi del quartiere Montarice non mi presenterei alla premiazione...in questo modo forse chi di dovere ripenserà alla superficialità del proprio operato e magari eviterà che si giunga a conseguenze così deleterie. Già perché l'unico risultato certo di questa edizione del Palio, è che nell'immaginario collettivo oramai assume le fattezze di un banale torneo di Ruzzola...Complimenti!!!

    RispondiElimina
  9. Penso che stasera il nostro caro e amato SANTO PATRONO dovrà benedire gli autori di tanta scarsa serietà,con l'augurio che finiscano presto di tergiversare e concludere questo capitolo.
    Scommetto che i ragazzi delle ciurme ,tutti,stasera arriveranno diiiiiii corsaaaaaaaaaaaaa!

    RispondiElimina
  10. L'unica cosa seria e responsabile da fare e che tutte le squadre, per un anno non corrano il palio.Se chi è giovane non ha neanche il coraggio di questa piccola rivoluzione,si meritano il palio che hanno.Se hanno dignità,stasera nessuno si presenti alla manifestazione .Chi lo fa sottoscrive il detto di Porto Recanatui: " BUTTA SU E RESCHIARA".

    RispondiElimina
  11. Ma perchè nessuno dice delle pressioni fatte dal sindaco per indirizzare il risultato?

    RispondiElimina
  12. Ci sono dei giudici che si sono dimessi.

    RispondiElimina
  13. Sono d'accordo con l'anonimo che dichiara che le squadre non corrano il palio per un anno per protesta. Se non sono i giovani che fanno cambiare le cose.....

    RispondiElimina
  14. Alessio Sampaolesi29 agosto 2012 14:20

    COMUNICATO STAMPA
    DOPO IL BAILAMME SULLA CORSA DEL PALIO 2012, APPARSO SULLA STAMPA LOCALE E SU INTERNET, CI PREME DIRE LA NOSTTRA SU UNA VICENDA CHE AVREMMO VOLUTO VIVERE IN MANIERA DIVERSA.
    CI SIAMO PREPARATI PER L’EVENTO PALIO CONSIDERANDO LE MODIFICHE APPORTATE ALLE ATTREZZATURE DI GARA. LA NOSTRA STRATEGIA ERA RIVOLTA A CONSIDERARE PIU’ AL CARICO CHE AL TEMPO. LA NOSTRA ANDATURA ‘MODERATA’ CI HA DATO RAGIONE: QUASI L’INTERO CARICO E’ STATO PORTATO AL TRAGUARDO E LE ATTREZZATURE SONO STATE POCO SOLLECITATE CON IL RISULTATO DI AVERLE TENUTE INTEGRE FINO ALLA FINE.
    SULLA VALIDITA’ DELLA CORSA, NON VOGLIAMO ENTRARE NEL MERITO. A FINE GARA, A SEGUITO DI ALCUNI RICORSI, LA GIURIA HA DECRETATO IN MERITO ED HA DECISO CHE IL PALIO ANDAVA AGGIUDICATO, STILANDO LA CLASSIFICA.
    AL MOMENTO DELLA PROCLAMAZIONE CI SIAMO ACCORTI CHE I CONTEGGI FATTI ERANO ERRATI A NOSTRO SFAVORE E LO ABBIAMO, IMMEDIATAMENTE, SEGNALATO AGLI ORGANIZZATORI. DOPO LA VERIFICA DI CIO’ CHE AVEVAMO DICHIARATO, CI HANNO RASSICURATI CHE AVREBBERO PROVVEDUTO ALLA DOVUTA RETTIFICA. COSA CHE E’ AVVENUTA IL GIORNO 28 u.s.: MONTARICE, PERTANTO, SI E’ AGGIUDICATO IL PALIO DI SAN GIOVANNI 2012 A PIENO TITOLO.
    A NOI E’ MANCATA LA GIOIA DI POTER ESULTARE A FINE GARA CON LA PREMIAZIONE SUL PALCO.
    SIAMO ANCHE CONSAPEVOLI DELLA DELUSIONE PROVATA DALLA SQUADRA PROCLAMATA, ERRONEAMENTE, VINCITRICE. SE NE FACCIANO UNA RAGIONE ANCHE LORO. INFATTI, SE SI FOSSE STILATA LA CLASSIFICA ESATTA A FINE GARA, TUTTE LE POLEMICHE NON AVREBBERO AVUTO LUOGO.
    Porto Recanati, 29 Agosto 2012
    LA SQUADRA DI MONTARICE
    Il Cap. Alessio Sampaolesi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alessio, sono Michele Bianchi, ho letto il comunicato stampa (ammazza quanto formalismo per il Palio di Porto Recanati ;) ), comprendo giustamente la tua difesa a pieno titolo della vittoria della tua squadra, ma devi ammettere con sana obiettività che in questa edizione qualcosa di poco chiaro c'è.
      1. Il regolamento parla chiaro, le squadre devono essere iscritte dal Presidente del quartiere (alcuni quartieri neanche ce l'hannno il presidente) pena la non ammissione della ciurma;
      2. Le viti di fermo delle coffe erano di lunghezze e tenuta diversa;
      3. La squadra del Centro è stata dichiarata vincitrice con tanto di cerimonia di premiazione e affidamento del Palio per la celebrazione religiosa seguente.
      Mi sembra di aver capito che l'edizione del '96 è stata annullata per circostanze analoghe, come mai stavolta si è deciso diversamente? In quanto capitano della squadra di Montarice avresti potuto chiedere l'annullamento della "gara" sarebbe stata una decisione sicuramente onorevole, in questa maniera mi sembra che abbia prevalso un cieco campanilismo che oltretutto, rischia di creare un precedente assai scomodo.

      Elimina
  15. Piena ammirazione per la corsa del quartiere Centro: quelli di Montarice se ne sono accorti e ne sono rimasti colpiti.......tanto da aver da ridire sul fatto che alcuni del Centro non correvano con i pantaloni sotto al ginocchio.....capito su cosa si volevano attaccare....detto da una squadra di tutti atleti mi fa un po sorridere.
    Ma la cosa che mi colpisce è il comportamento del presidente dell'ente Palio che in un primo momento era propenso all'annullamento della corsa per poi ripensarci dopo aver subito degli insulti gratuiti e personali da parte di esponenti di Montarice e del capitano.
    Eppure in una situazione analoga nel 25agosto1996 sappiamo tutti che non fu assegnato il Palio. Un precedente quindi c'era bello e buono da prendere come parametro di giudizio.
    Complimenti alla serietà e fermezza nel prendere una decisione che l'ente Palio NON HA DIMOSTRATO.
    Apprezzo invece le scuse pubbliche dell'ente palio per l'errore palese che ha commesso nel preparare le coffe che sono poi risultate non omogenee per tutti i quartieri.

    RispondiElimina
  16. Tante belle parole, ma se facciamo una corsa in moto ed io parto con la ruota bucata mentre tu ce l'hai gonfia, non è merito di nessun allenamento o strategia. Siete semplicemente andati più piano del solito perchè non ne avevate(come da ammissione di qualche tuo compagno di squadra) e avete avuto la fortuna di avere la coffa giusta. Se vi piace vincere così, bravi.

    RispondiElimina
  17. Apparte stasera, apparte sto palio, bisognera' al piu' presto decidere il futuro di questa manifestazione facendo un dibattito tutti assieme, chi lo corre in primis, che dovra'anche votare la fiducia o la sfiducia in questo ente palio, e proporre nuove idee e soluzioni pacatamente e in democrazia, al contrario del "O TUTTI O NISCIU'" come diceva qualcuno questo inverno (parlando di palio nuovo e nuove regole),io direi la maggioranza vince, assumendosi pero' le proprie responsabilita'. Sarebbe bello se ci fosse anche il sindaco, o chi per lui ne fa' le veci. PENSIAMO AL FUTURO, il palio e' stupendo, e nel corso degli anni si e' trasformato da scemata di paese in agonismo puro, abbiamo sbagliato solo in una cosa , tutti me' compreso: Il palio ci unisce, non ci divide, ma sopprattutto il palio e' per noi che lo corriamo e per chi lavora per farci correre assieme.Dopo questa sera, che qualcuno cominci a organizzare un dibattito serio e proponga idee per il futuro, il tempo passa arrivare a giugno che non se sa' come so' fatte le coffe o non aveccele ancora me pare na cosa assurda.
    Stefano

    RispondiElimina
  18. a me di tutta questa storia del palio a sentire i commenti e certe esagerazioni(tipo che il alcuni quartieri vivono con l'ansia per questa corsa tutto l'anno)mi fa proprio schifo!come si puo' dire che adesso non si salutera' piu' certi compagni,per cosa poi,per una corsetta che da quando e' nata non ha mai avuto un regolamento serio che e' cambiato piu' volte a seconda di come tirava il vento,per una sfilata di maschere e una corsa che di storico con il paese ha ben poco,fatta solo per attirare e far trascorrere del tempo a dei turisti che ormai si sono accorti gia' da tempo la valenza minima di questa "competizione",tutto a discapito di alcuni poveri ragazzi(di cui molti neanche di paese quindi seza l'appartenenza al quartiere per cui corrono!)che si fanno un mazzo la sera della corsa iniziando un paio di mesi prima ad allenarsi e non l'intero anno come vuol far credere qualche profeta nostrano.anche a me tanti anni fa mi sarebbe piaciuto correre il palio ma per problemi fisici non ho potuto,ma questa mia delusione e' scomparsa con gli anni quando sentivo alcuni amici che gareggiavano una volta e poi lasciavano perdere perche' la loro fatica non era ripagata non con la vittoria ma perche' si accorgevano che intorno a loro non c'era una seria e precisa voglia di amministrare il palio come si deve.
    il finale di quest'anno si poteva gia' intravedere dal momento in cui alcuni quartieri(e si sa il perche') non avevano piu' la rappresentanza eletta per poter partecipare alle riunioni del consiglio dell'ente!adesso voglio vedere chi questa sera avra' il coraggio di partecipare alla pagliacciata della ri-premiazione .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sarebbe bello se persone come te, mettessero tutta questa grinta nel criticare, al servizio di noi ragazzi che lo corriamo con idee valide e suggerimenti per ,gia' dal prossimo anno correre il palio seriamente, ti rammento che c' era gia' stato un principio di regolarizzazione questo anno di un codice di gara del palio, soilo che come se dice, se fa' a tira' via e tutto e' stato vanificato con la rottura delle coffe, siamo un paese di criticoni, dovremmo essere piu' costruttivi, naturalmente spero che l ente palio salti e che sia dato spazio ai comitati di quartiere , ai ragazzi e a u8n nuovo comitato eletto prorpio da entrambi che possano rendere seria questa competizione. tutto sto' casino e' successo solo perche' se so' rotte le coffe, se non se rompevano le coffe stavate tutti zitti zitti a covare rancore dietro le quinte, fate i seri per favore

      Elimina
    2. io la mia grinta nel criticare ce lho messa quando mi sono iscritto per l'elezione dei quartieri e ho idee valide anche per il palio tanto da rivoltarlo come un calzino e renderlo piu'vicino alla storia del paese il piu' possibile,per quanto riguarda il covare rancore ti sbagli perche' a me del palio cosi' come e' fatto non me ne frega una mazza per i motivi di cui sopra.

      Elimina
  19. ha vinto il più forte tecnicamente...e montarice lo è stato....complimenti al capo squadra e ai suoi ragazzi.tutte le altre cose non contano nulla.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. della serie "nascondersi dietro un dito"...

      Elimina
    2. Alessandro I. SAMMARI'2 settembre 2012 13:29

      nessuno mette in dubbio le qualità tecniche di Montarice, però quando mi sento dire che l'abilità consiste nel "non aver permesso che le coffe si fossero rotte" come nel caso degli altri 6 quartieri mi sento preso per i fondelli.
      Fortunatamente non tutti hanno letto il comunicato stampa dove si riversavano i meriti della vittoria in questo, altrimenti tutti sti chiacchieroni che commentano a vanvera farebbero meglio a mettersi a dieta/sotto allenamento per farla loro la 19° edizione del Palio 2013.

      Elimina
  20. Meno male che ci hanno pensato le coffe a provocare un prossimo ribaltone,nel quale siamo in tanti a sperare.

    RispondiElimina
  21. SCORDATALO IL RIBALTONE....VINCERA' SEMPRE LEI....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. se dall'altra parte c'è il nulla mischiato con l'aria fritta sicuro che vince lei.

      Elimina
  22. Allora facciamola contenta: facciamole consegnare direttamente il drappo del palio,senza troppi giri e nobili gesta sportive,dall'ente e da tutti i ragazzi consenzienti a tali assurde decisioni,così potremo dire E VISSERO TUTTI FELICI E CONTENTI. Quanta pochezza!

    RispondiElimina
  23. I POETI DISPETTOSI2 settembre 2012 19:56

    I MAGNIFICI SETTE
    Eran sette, eran giovani e forti e non sono morti!

    Me ne andavo una sera a passeggiare
    prima al corso poi al lungomare,
    quando vidi una sfilata che lì volea passare,
    ma fra tanta gente non potea andare.

    A Porto Giulio s'è fermata
    è stata un poco e poi è avanzata
    nell'arena s'è avventurata
    tutti pronti per la cozzata.

    Eran sette, eran giovani e forti e non sono morti!

    Scesero tutti con le coffe in spalla
    con la maglietta blu,bianca,verde,rossa e gialla.
    Ad uno ad uno li guardai nel viso
    tutti avean molta grinta ed un sorriso.

    Ai quartieri li disser ladri usciti dalla tane
    ma non portaron via nemmeno un pane
    e li sentii mandare un solo grido
    - Corriamo tutti per il nostro lido!

    Eran sette, eran giovani e forti e non sono morti!

    Con gli occhi azzurri e coi capelli d'oro
    lei camminava innanzi a loro.
    Mi feci ardito e,presola per mano,
    le chiesi:- Dove vai,bel capitano?

    Guardommi e mi rispose:- O mio fratello
    voglio veder morire i quartieri, la Torre ed il castello!
    Io mi sentii tremare tutto il core,finchè potei dirle:
    - Ti fulmini il Signore !


    Eran sette, eran giovani e forti e non sono morti!


    Quel giorno mi scordai di passeggiare
    e dietro alle ciurme mi misi ad andare
    quattro volte le coffe si son rotte
    gli uni e gli altri poi fecero a botte.

    Ma quando fur della Torre ai muri
    s'udirono a suonar trombe e tamburi
    e tra parole, grida e gran scintille
    di proteste ce ne furon più di mille.


    Eran sette, eran giovani e forti e non sono morti!


    Erano sette i quartieri e non voller sparire
    fecer di tutto per farli morire
    niente politica per farli zittire
    solo per sagre devon servire!

    Se ne vada allor chi li vuol finire!
    A un tratto esultai e meglio ancor guardai
    finalmente non vedea più fra mezzo a loro
    quegli occhi azzurri e quei capelli d'oro!


    Eran sette, eran giovani e forti e non sono morti!



    RispondiElimina