QUESTO E' UN BLOG "DI PANCIA", SIA CHIARO


Questo blog non è una testata giornalistica ed è aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Gli autori, inoltre, non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Lo stesso per i siti che forniscono dei link alle risorse qui contenute. Il fatto che questo blog fornisca questi collegamenti non implica una tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi, sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli autori dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Gli autori del blog si riservano il diritto di rimuovere senza preavviso e a loro insindacabile giudizio commenti che risultino offensivi, volgari, blasfemi, inutili, altamente provocatori o che abbiano contenuti di natura pubblicitaria. Inoltre, gli autori non sono in alcun modo responsabili del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità.

lunedì 26 marzo 2012

MEGLIO TARDI CHE MAI!

Nei giorni scorsi, navigando in rete, ci siamo imbattuti in questo comunicato pubblicato dagli amici del "Cittadino di Recanati".

Il gruppo consiliare "Uniti per Porto Recanati" lamenta la mancata surroga del consigliere Giovanni Giri dopo le sue dimissioni, presentate il 9 febbraio scorso (alla cosa abbiamo già dato spazio nel post "Fuori Giri!", che ha suscitato vivaci reazioni tra i nostri lettori). Ebbene, udite udite, è passato UN MESE E MEZZO e non è ancora stato convocato il Consiglio comunale per l'atto dovuto.

Guardate cosa dice la legge:

Grazie al sito d'informazione giuridica www.altalex.com
Ci limitiamo a porci due domande:

1- Che dire della sensibilità istituzionale di chi ci amministra?
2- "Uniti per Porto Recanati" non poteva aspettare un altro mesetto, o magari due, per farsi sentire?

Aggiungiamo un'altra domanda, la più importante:

3- In che mani siamo?

A voi le risposte!

Grazie a dreamstime.com

11 commenti:

  1. la legge bisogna farla rispettare.Esposto in procura e dimissioni dell'amministrazione che ci governa.Inutili altri commenti.

    RispondiElimina
  2. Se l'opposizione ha perso la volontà di lottare con il coltello tra i denti questa amministrazione che si comporta al contrario di quello che prevede la legge, lo dica forte e chiaro. E si dimettano tutti. Qui la sensazione è che si siano tutti adeguati al volere del grande capo. La legge va in malora. Nessuno la fa rispettare. Nessuno si incazza. Complimenti a tutti. All'undicesimo giorno dovevate scatenare un putiferio. Ed invece vi state a grattare.

    RispondiElimina
  3. Potrebbero chiedere anche la convocazione di un consiglio comunale, invece di lamentarsi solo sui giornali.

    RispondiElimina
  4. Esposto in procura???? Se tanto ci tenevano al quinto consigliere si lamentavano l'undicesimo giorno invece di accorgersene dopo un mese e mezzo.

    RispondiElimina
  5. Siamo nelle mani di nessuno. Questa è la dimostrazione che l'opposizione non c'è più.

    RispondiElimina
  6. Ma l'immediata convocazione di un consiglio comunale si chiede tramite giornale??????

    RispondiElimina
  7. Però è strano questo fatto. Chi governa non rispetta le leggi. E voi ve la prendete più con l'opposizione che ritarda nel farlo notare piuttosto che con il sindaco che davanti alle norme si gira da quell'altra parte ?
    Non pensate che bisognerebbe chiedere prima conto alla Ubaldi di questo fatto scandaloso ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Roberto Presto26 marzo 2012 15:04

      Hai proprio ragione! è davvero strana certa gente, senza aver letto l'articolo di Uniti per Porto Recanati il 99,9% dei cittadini portorecanatesi non si sarebbero neppure accorti dell'accaduta ma appena si apprende la notizia di una denuncia pubblica da parte dell'opposizione, invece di condannare il Sindaco del ritardo si accusa l'opposizione di consociativismo, si elaborano paranoiche congetture e si danno pure strampalati "consigli da bar" per risolvere il problema.
      Purtroppo è la solita italietta, un popolo di allenatori, di mariti insoddisfatti che per far dispetto alla moglie preferiscono ancora tagliarsi l' ......llo.

      Elimina
    2. Sig. Presto, secondo me sottovaluta il cittadino portorecanatese. Nel nostro paese la politica è radicata in ogni azione della vita quotidiana, anche i muri hanno una bandiera. Non credo che solo lo 0,1% fosse a conoscenza della mancanza di un consigliere d'opposizione. L'attenzione rivolta a questo blog e i commenti ai post sulla politica ne sono un esempio.
      Ma se fosse come dice lei, sarebbe una sconfitta per il capogruppo. Lo stesso elettorato della minoranza sarebbe scomparso e solo lo 0,1% continua a interessarsi della sua attività, saranno mica gli 80 visitatori che alla data di oggi hanno letto l'articolo che "ilcittadinodirecanati.it" ha dedicato loro???

      Elimina
  8. La legge è uguale per tutti! ahahahahahahahahaha Passiamo alla prossima battuta!

    RispondiElimina
  9. credo che l'opposizione sappia benissimo cosa deve fare.non devono rispondere loro di questa mancanza democratica,ma chi ci governa.

    RispondiElimina