QUESTO E' UN BLOG "DI PANCIA", SIA CHIARO


Questo blog non è una testata giornalistica ed è aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Gli autori, inoltre, non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Lo stesso per i siti che forniscono dei link alle risorse qui contenute. Il fatto che questo blog fornisca questi collegamenti non implica una tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi, sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli autori dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Gli autori del blog si riservano il diritto di rimuovere senza preavviso e a loro insindacabile giudizio commenti che risultino offensivi, volgari, blasfemi, inutili, altamente provocatori o che abbiano contenuti di natura pubblicitaria. Inoltre, gli autori non sono in alcun modo responsabili del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità.

martedì 7 febbraio 2012

IL SINDACO RISPONDE...

Cari amici,

il post di ieri ha avuto un successo tale che anche la prima cittadina di Porto Recanati si è "scomodata" a rispondere.


Gentile Redazione, mi è stata fatta notare la vostra critica rispetto al sito istituzionale che non riportava la chiusura delle scuole ieri.

Non intendo giustificarmi ma se si da una notizia si deve essere – a mio parere – più circostanziata.  E’ vero che l’ordinanza non è stata pubblicata sul sito (cosa che è stata fatta poco fa’) ma è altrettanto vero che la chiusura delle scuole di oggi è stata comunicata dai parroci alla fine delle ultime messe del mattino ed in quelle del pomeriggio. In serata è stato diffuso dai Vigili Urbani  l’annuncio fonico. Chiunque di noi sia stato interpellato ha dato notizia. Ma va detto che la prima persona che è stata informata della chiusura per oggi è stata la Dirigente Scolastica (che lamentava la non raggiungibilità degli insegnanti che abitano fuori città).  Il Comune non è a conoscenza dei nominativi dei rappresentanti di classe ma la Scuola sì. Sarebbe bastato avvertire loro i quali avrebbero poi provveduto ad avvertire via sms o a voce tutti gli alunni della propria classe. Ciononostante non mi risulta che la notizia non sia giunta a tutti, così come non mi risulta che il sito web sia letto da tutti.

Mi risulta invece – e ci è stato riconosciuto da tantissimi -  che questo Comune ha affrontato e sta affrontando l’emergenza neve (emergenza soprattutto per l’eccezionalità dell’evento al mare dove non ci vengono risparmiate altre emergenze specifiche come le mareggiate) molto più adeguatamente di altri Comuni e senza emettere ordinanze che obblighino negozianti e cittadini a pulirsi il tratto antistante il proprio negozio o la propria abitazione (cosa fatta nel circondario). E da noi l’emergenza è cominciata all’inizio della settimana scorsa proprio con le mareggiate.  Ma questo... non ci è mai riconosciuto dal vostro blog!

Sono molto restia ad ordinare la chiusura delle scuole e questo è il motivo per il quale procedo sempre con estrema cautela e solo quando ogni altra soluzione non appare percorribile. Mi rendo infatti conto del disagio che si provoca alle famiglie – nella loro organizzazione – quando debbono programmare l’assistenza ai figli in modo diverso dall’organizzazione abituale. E non tutti hanno nonni e zii cui affidarli.
Non riesco inoltre a comprendere come – chi deve recarsi al lavoro – non si organizzi oltre il primo giorno dell’evento. Eppure c’è chi dopo 5 giorni di neve ancora avverte che non può uscire di casa. E la cosa è vera solo per chi abita in alcune frazioni dell’entroterra molto lontano da noi. Ma è così!

Di sicuro non mi aspetto che ci vengano riconosciuti gli sforzi fatti  (che reputo doverosi) ma quella che ho riportato è la realtà assoluta.

P.S. – Le scuole rimarranno chiuse anche domani!  Poi, domani, se permarranno le condizioni pessime si provvederà per mercoledì.

Tanto dovevo. Cordialmente

Rosalba Ubaldi


Gentile Sindaco, 

capiamo le sue giustificazioni e comprendiamo le difficoltà del momento dovute alla mareggiate prima e alla neve poi. Ma leggiamo che Lei, pur avendo per la sua comunicazione a disposizione uno strumento straordinariamente efficace e diretto qual è il sito internet istituzionale del Comune, continua ad affidarsi a metodi un po' "rudimentali" e parzialmente efficaci, come gli annunci di fine messa dei parroci o le comunicazioni foniche dei vigili urbani.
Magari in futuro potremmo comunicare con i rintocchi delle campane. Due rintocchi, scuola chiusa due giorni. Tre rintocchi tre giorni... e così via.
Oppure si potrebbe accendere un bel fuoco sul lungomare. Ben visibile anche da Montarice e da Scossicci. Alla visione del fumo alto nel cielo e delle fiamme, i nostri concittadini capiranno che l'indomani le scuole rimarranno chiuse.
Il vero problema è che siamo nel 2012.
Aggiungiamo solo una cosa. Ieri ci è capitato di guardare in TV le due edizioni del TG3 Marche.
In entrambe le edizioni il conduttore ha elencato i Comuni nei quali oggi, 7 febbraio 2012, le scuole sarebbero rimaste chiuse per l'emergenza neve. Lo sa che il Comune di Porto Recanati non è mai stato menzionato?
Vuole sapere perché? Perché le redazioni dei TG consultano i siti internet, non vanno alle messe.

Cordiali saluti

L'ARGANO


22 commenti:

  1. annuncio fonico se seee....
    abbiamo tutti le finestre aperte x poter udire se seee...
    e per chi è riuscito ad arrivarci in chiesa...grazie haahahha
    svegliaaaaaaaaaa!!!

    RispondiElimina
  2. Alcuni rappresentati di classe hanno avvertito (a loro spese, immagino, un rappresentante per circa 27 bambini quanto fa in termini di sms? Il tam tam tra i genitori c'è stato, chi è andato a messa domenica (la chiesa era quasi vuota e di bambini ce n'erano pochissimi) ha fatto passaparola. Quindi riconosciamo la buona comunicazione dell'emergenza da parte dei cittadini.

    La domanda però rimane ed è molto semplice: se il comune ha un sito e l'ordinanza delle scuole chiuse la emette il sindaco, perché non è stato inserito un avviso?

    Non sono un guru dell'informatica ma credo che ci vogliano pochi minuti e si possa fare anche da casa.
    Siamo nel 2012. Avete i mezzi. Usateli.

    RispondiElimina
  3. Certo che ammettere le proprie colpe è sempre così difficile! Bastavano due semplice righe: mi scuso per non aver usato il mezzo più pratico e diretto e di aver scelto di divulgare l'ordinanza nella vecchia maniera senza pensare alle persone non cattoliche e senza considerare l'impossibilità di poter sentire un annuncio fonico nelle case con finestre e persiane chiuse!
    Mi creda, avrebbe potuto guadagnare dei punti...

    RispondiElimina
  4. Purtroppo l'unica colpa attribuibile a questa amministrazione è quella di sottovalutare il potente mezzo che è internet con i vari blog e con l'onnipresente facebook (dove c'è anche il comune di porto recanati) per quel che riguarda la gestione mareggiate...lascerei perdere altrimenti andrei a sollevare colpe grosse come macigni...o scogli che non ci sono! per l'emergenza neve invece devo dire (sempre secondo il mio vissuto e modesto parere) che il comune ha spiegato mezzi e uomini che hanno fatto veramente un ottimo lavoro.

    RispondiElimina
  5. Non sono proprio d'accordo con quanto sostiene Christian. In via dei Cementieri (dietro Piazza del Borgo, a due passi dal Comune.....) la situazione viabilità è disastrosa. E' ancora pieno di neve e ghiaccio. I 180 parcheggi gratis non sono disponibili perchè innevati e ghiacciati. E' pericolosissimo camminare. E si circola solo con catene o gomme antineve. Stiamo parlando di un'arteria fondamentale in quanto tramite sovrappasso connette il centro alla Statale 16. Ma non ci è passato nessun mezzo spazzaneve o spargi sale. La situazione è ancora molto critica. Se qualcuno del Comune legge, è pregato di intervenire !!!!!!

    RispondiElimina
  6. Cristian Buffarini7 febbraio 2012 11:28

    Ubaldo se vogliamo dopo 4 giorni di nevicate e temperature costantemente a zero gradi o sotto, circolare ancora senza gomme antineve... allora capisco il perchè di tanta emergenza a roma! prima di chiedere aiuto alle istituzioni io mi sento in dovere ( e sono obbligato dalla legge) di dover attrezzare i miei mezzi con i vari dispositivi che si trovano in commercio, posso capire il problema parcheggi ma camminare??? boh

    RispondiElimina
  7. sicuramente non sarà facile affrontare l'emergenza mal tempo; comunque se si è Sindaco si dovrebbe essere preparati anche a questo! i marciapiedi e le strade sono state pulite soltanto venerdì (quando di neve ce ne era pochissima) e questa mattina(martedì). E gli altri giorni? Per quello che riguarda la scuola: è obbligatorio andare a Messa? e per quelli che non credono? E' invece obbligatorio mandare i figli a scuola!

    RispondiElimina
  8. Non sò se è 1 caso ma da quando Sirocchi è diventato Assessore alla protezione civile è successo di tutto, mareggiate, nevone, una catastrofe dietro l'altra, niente niente che era meglio lasciarlo al bilancio male che andava ce poteva capità de rmanne senza un quadri! :)

    RispondiElimina
  9. nella sua lettera, tra le altre cose, il sindaco comunica che le scuole saranno chiuse anche domani.
    Ma quando è domani? Oggi 7 febbraio o domani 8 febbraio?

    RispondiElimina
  10. ops, come non detto, domani è oggi. Vedo solo ora il riferimento a mercoledì... cioè domani domani, ah le date... che bella invenzione...

    RispondiElimina
  11. Dal sito del Comune di Porto Recanati:

    Domani scuole aperte
    Per le migliorate condizioni atmosferiche rispetto ai giorni precedenti e in considerazione che tutte le vie della città sono percorribili, le scuole del territorio domani saranno regolarmente aperte.

    Data di pubblicazione: 7 febbraio 2012 ore 13:08

    RispondiElimina
  12. Non capisco perché cercare in ogni modo critiche sterili, a mio avviso il nostro comune come tutti gli altri limitrofi dovendo fronteggiare una situazione climatica insolita, si è mosso egregiamente permettendo la normale circolazione.

    Solita routine italiana, lamentarsi.

    Vedo però poche persone che hanno accolto l'appello della protezione civile che cercava volontari per l'emergenza gelo/neve.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. perché sterili, scusa? Che cosa c'è di sterile nel segnalare al comune, i cui dipendenti sono stipendiati con i nostri soldi, che potrebbero gestire meglio una situazione? Ora l'annuncio sul sito c'è e magari in futuro il sito verrà utilizzato per comunicare meglio con i cittadini. Non mi sembra una cosa negativa. Un piccolo risultato, questo sì.
      A proposito di comunicazione, di quale appello della protezione civile stiamo parlando?

      Elimina
    2. Ringraziamo l'anonimo di cui sopra per la difesa "d'ufficio". Ci preme solo ribadire che il nostro vuole essere un blog "di servizio" ed "al servizio" della cittadinanza. Non un ricettacolo per sterili polemiche. Domani 8 Febbraio, le scuole a Porto Recanati riapriranno. E la notizia, oggi, nel sito internet del Comune era in bella evidenza. Evidentemente il nostro intervento a qualcosa è servito. E questo ci basta.

      Elimina
  13. "Scuole chiuse a Macerata anche domani
    A Civitanova e Recanati fino a giovedì
    Riaprono a Porto Recanati"
    http://www.cronachemaceratesi.it/2012/02/07/scuole-chiuse-a-macerata-anche-domani-a-civitanova-e-recanati-fino-a-giovedi-riaprono-a-porto-recanati/

    Come potete leggere, domani solo a Porto Recanati saranno aperte le scuole. I professori ci saranno? Chi non vive a Porto Recanati sarà in grado di raggiungere la scuola?

    RispondiElimina
  14. certo che la risposta del vostro sindaco è veramente meschina.
    vorrei sapere come ha dovuto fronteggiare le mareggiate,forse disponendo i suoi uomini in barriera a difendere lo chalet paola?
    il abbiamo sacrificati così e non avevamo più nessuno per dare una spazzzata ai marciapiedi nella giornata di ieri?
    l'unico tratto pulito del paese ieri era l'ingeresso del comune, non siamo neanche riusciti a pulire l'ingresso all'asur nella malaugurata ipotesi che qualcuno non troppo saldo di gambe avesse bisogno di un medico.
    nell'emergenza non serve ordinare, spesso basta chiedere,ogniuno deve fare la propria parte e lei,signor sindaco,la sua non l'ha fatta.

    RispondiElimina
  15. COMUNICO CHE A CHI LE CATENE DA NEVE SI SONO ROTTE,NON LE TROVA DA NESSUNA PARTE PERCHE' SONO FINITE!ED OVVIAMENTE E' IMPOSSIBILE ANDARLE A CERCARE OLTRE DOVE NON SI ARRIVI CON UNA BUONA CAMMINATA SOTTO IL GELO!PER I PNEUMATICI TERMICI RICORDO AGLI SBADATI CHE NEL SITO DELLA POLIZIA DI STATO FINO A PRIMA DELLA NEVE LA A14 E LA STATALE 16 NON AVEVANO L'OBBLIGO DI CATENE E PNEUMATICI INVERNALI,NE TANTOMENO LE STRADE PROVINCIALI DEL MACERATESE FINO A TOLENTINO.(SALVO ORDINANZE COMUNALI)

    RispondiElimina
  16. Credo che sia sacrosanto che un Sindaco utilizzi i mezzi piu' veloci e democratici come Internet per raggiungere i suoi concittadini nelle situazioni di emergenza ma trovo la polemica un po' eccessiva. Il sito dell'istituto E. Medi e' stato comunque aggiornato con la chiusura delle scuole e ho trovato molto intelligente usare gli annunci fonici da parte della polizia municipale soprattutto venerdi' quando il sito del comune (non solo quello di P.Recanati) non era accessibile. Io ero chiusa in casa ma l'ho sentito ugualmente (incredibile ma vero, sono passati anche in una zona un po' abbandonata da Dio come via Brodolini!). Si poteva fare poi una sola telefonata ai vigili urbani per sapere se le scuole erano aperte o no. Credo invece che sia piuttosto preoccupante il fatto che sabato e domenica le strade ed i marciapiedi anche del centralissimo corso Matteotti fossero poco agibili a causa del ghiaccio, per non parlare poi delle vie interne, di Via Pastrengo o Via Brodolini. Se la nevicata fosse stata piu' copiosa, cosa avremmo fatto? Il sale non si sparge perche' e' passato di moda o perche' e' troppo costoso? o non abbiamo i mezzi per spargerlo? o tutte queste cose insieme?

    RispondiElimina
  17. io invece sono orgoglioso di aver visto migliaia di cittadini che sono scesi in strada e si sono occupati della nostra città...decine di associazioni che si sono organizzate per aiutare gli altri e/o mettersi a disposizione...i quartieri che hanno fatto appelli ai residenti, invitandoli a dare il proprio contributo, i giovani e le associazioni sportive che invece di giocare sulle colline hanno speso le proprie energie per il bene della collettività!!!!! ...non è successo nulla di tutto ciò!!! tutti bravi a criticare, rintanati in casa a guardare quei pochi che davano il massimo!!! complimenti!!!

    RispondiElimina
  18. Venerdì mattina hanno subito pulito tutto dopo 2 fiocchi di neve. Non mi sembrava vero! A Porto Recanati! Domenica e lunedì era tutto ghiacciato, non ho visto nessuno. Sul giornale, il solito giornalista, diceva che ogni negozio avrebbe dovuto pulire il tratto di marciapiede davanti alla sua attività, dimenticando che la domenica ed il lunedì quasi tutti i negozi sono chiusi. A parte i dipendenti comunali, che non ho visto, vorrei sapere che fine hanno fatto domenica e lunedì tutti quei signori che baldanzosamente e con orgoglio indossano la divisa della protezione civile ad ogni manifestazione civile o religiosa e, in numero ancora maggiore, assistono agli spettacoli estivi all'arena, magari accompagnati anche da parenti ed amici.

    RispondiElimina
  19. Perchè il comune dovrebbe comunicare via internet? Io ho scritto 2 volte all'URP per due diverse problematiche. Non mi hanno mai risposto! Magari potevano dirmi solo di aver ricevuto il mio scritto senza darmi una risposta specifica...neanche quello. Una volta sono andata di persona dopo 20 giorni dall'invio e l'impiegata mi ha detto di aver ricevuto la mia richiesta solo quella mattina e di averla subito inoltrata all'ufficio competente. Una mail impiega 20 giorni ad arrivare? Cammina a piedi? Ho risposto educatamente se era una idea sua trattarmi da scema o se le avevano chiesto di farlo, mi ha guardato smarrita ....BOH!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, quello dell'URP sembra essere un problema serio. Se URP è acronimo di Ufficio Relazioni con il Pubblico verrebbe spontaneo pensare che il dialogo dovrebbe essere senza dubbio la funzione principale di questo Ufficio. Ma così non sembra. Spesso l'URP del nostro Comune non risponde. O lo fa con estremo ritardo e solo se più volte sollecitato. Si inoltra una richiesta e non si ha nessun tipo di riscontro. Purtroppo.

      Elimina