QUESTO E' UN BLOG "DI PANCIA", SIA CHIARO


Questo blog non è una testata giornalistica ed è aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Gli autori, inoltre, non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Lo stesso per i siti che forniscono dei link alle risorse qui contenute. Il fatto che questo blog fornisca questi collegamenti non implica una tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi, sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli autori dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Gli autori del blog si riservano il diritto di rimuovere senza preavviso e a loro insindacabile giudizio commenti che risultino offensivi, volgari, blasfemi, inutili, altamente provocatori o che abbiano contenuti di natura pubblicitaria. Inoltre, gli autori non sono in alcun modo responsabili del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità.

sabato 30 aprile 2011

IL NON VOTO

Riceviamo e pubblichiamo dal nostro lettore Enrico:

Chi vi scrive è un elettore del Pd un po' pentito. Almeno per quanto sta accadendo a livello locale. Sì, perché le alleanze che ci stanno proponendo mi stanno facendo sempre più propendere per la decisione di astenermi dal votare alle prossime elezioni provinciali. Trovo anomalo che un sindaco di una Giunta di centrodestra si schieri in provincia con il mio partito (il Pd, appunto). Trovo anomalo che il mio voto possa contribuire a far diventare questo sindaco, politicamente a me avverso a livello cittadino, assessore provinciale di una coalizione che dovrebbe essere a me vicina. Trovo anomalo che il predetto sindaco, in futuro, la mattina possa partecipare a riunioni di Giunta a Porto Recanati discutendo e concertando con assessori del Pdl ed il pomeriggio possa poi partecipare a riunioni di giunta del governo provinciale fianco a fianco con assessori appartenenti all'Italia dei Valori. Passare da Berlusconi a Di Pietro nel giro di mezz'ora, lo ammetterete, non è proprio normale.... E allora mi domando: a questo punto è arrivata la politica? A questo livello di sopportazione dobbiamo rassegnarci?
No, grazie. Per la prima volta in vita mia mi state togliendo la volontà e il gusto di esercitare il diritto di voto. Per la prima volta mi sento disorientato, quasi distaccato rispetto a queste incomprensibili decisioni.
Non pensavo di arrivare a tanto, ma qui non è più questione di dare fiducia a un personaggio piuttosto che a un altro. Non ho nulla contro nessuno. Si tratta semplicemente di ritrovare un minimo di coerenza e correttezza.
Lo so, sono io che non capisco certi meccanismi. Ma lo sapete qual è la cosa più divertente? E' che non voglio che proviate neppure a spiegarmeli. Ci rinuncio. Grazie ai ragazzi dell'ARGANO per lo spazio. 
E buon voto a tutti...

Grazie a maurobiani per la vignetta

venerdì 29 aprile 2011

SI FA, NON SI FA...

Come noto, quella dell'Outlet a Porto Recanati è una questione rilevantissima sul tavolo delle decisioni che la nostra giunta dovrà prendere. Oggi abbiamo registrato la presa di posizione del candidato presidente alla provincia per il centrodestra Capponi, intervenuto a Porto Recanati a sostegno dell'assessore Sirocchi (anch'egli candidato nelle liste del Pdl provinciale).
La promessa è quella che l'Outlet non si farà.
Vi estendiamo l'articolo del Corriere Adriatico.
Prendete nota... non si sa mai!


POLITICA FLASH: S'ODE A DESTRA UNO SQUILLO DI TROMBA...

Anna Rombini, coordinatrice de LA DESTRA, ieri, sul Corriere Adriatico, non le ha mandate certo a dire ai consiglieri del Pdl che appoggiano la Giunta comunale......

giovedì 28 aprile 2011

L'EDICOLA SPARITA

Non sappiamo se tutti i nostri concittadini se ne sono accorti. Ma in Via Martin Luther King è sparita l'edicola che si trovava a due passi da Corso Matteotti...

CIVICO E VARIEGATO?

Diciamo che a noi dell'ARGANO piace molto interpretare il ruolo di "cani da guardia" del potere. E pertanto seguiamo attentamente i fatti politici che riguardano la nostra cittadina. Ieri, sul Corriere Adriatico, abbiamo registrato una dichiarazione del nostro sindaco Rosalba Ubaldi.
Ve la riportiamo integralmente:


A modo di vedere del nostro primo cittadino dunque, la maggioranza che governa Porto Recanati è composta da forze  di tipo "civico e  variegato"...
Se esaminiamo però la composizione del Consiglio comunale scopriamo che la maggioranza è appoggiata in tutte le votazioni da quattro membri di area Pdl (Pagano, Sirocchi, Leonardi e Sampaolo), da quattro membri di area Udc (Cinquarla, Cingolani, Fabbracci e Cicconi), da un membro di area Lega Nord (Fiaschetti) e da due membri di liste civiche (Agostinacchio e Rovazzani).
A presiedere il tutto lo stesso sindaco, uno dei massimi esponenti dell'Udc provinciale.

Ora, da dilettanti dell'esegesi politica, vorremmo sapere come si possa definire una maggioranza "civica e variegata" quando è composta per dieci dodicesimi (5 Udc + 4 Pdl + 1 Lega Nord) da forze che di "civico e variegato" hanno ben poco, in quanto riconducibili a una classica area POLITICA di centrodestra.

Vogliamo essere solidali: capiamo che il sindaco Ubaldi non sa più come giustificare il fatto che governi un Comune a capo di un'alleanza POLITICA di centrodestra e nello stesso tempo si candidi alla Provincia dove il suo partito, l'Udc, ha sposato la coalizione di centrosinistra (con Pd e Idv), ma questa sua arte di "minimizzare" dichiarando cose oggettivamente non vere, non ci sembra che le faccia onore.

La verità è che a Porto Recanati sta andando in onda un bel pastrocchio. E la Ubaldi, volente o nolente, ne è la principale protagonista.

mercoledì 27 aprile 2011

IDEE CHE CI PIACCIONO: GLI OPUSCOLI SULLA DIFFERENZIATA

Negli ultimi giorni sono stati distribuiti dei volantini allo scopo di stimolare la cittadinanza a effettuare con maggiore accuratezza e ordine la raccolta dei rifiuti.


D'ora in poi niente scuse, bisognerà impegnarsi e dimostrare la nostra piena collaborazione.


A MARANGONI NON FAR SAPERE...

Leggiamo da questo articolo che il candidato presidente della Provincia di Macerata Enzo Marangoni ha recentemente presentato la lista di candidati al Consiglio provinciale. Riportiamo un breve passo dell'articolo:

Marangoni ha promesso che, se sarà eletto, lotterà per abolire le province in quanto considerate “enti inutili”, di istituire il divieto di sosta ai nomadi in tutto il territorio provinciale, di tutelare l'identità del popolo maceratese e di lottare contro i rigassificatori e il fotovoltaico a terra. I candidati della lista Lega per le Marche sono: Claudio Frontini (Recanati 2), Massimo Falaschini, detto Sciampagno' (Recanati 3) e Simone Lambertucci per Recanati 1. I candidati della lista F.I.T sono Katia Vergari (Recanati 3)  Stelvio Gironella (Recanati 1) e  Monica Malizia (Recanati 2).

Prendendo atto del fatto che uno dei primi obiettivi della lista sarà quello della lotta contro i rigassificatori, vediamo che tra i candidati figura, nel nostro collegio, il signor Massimo Falaschini.
Noi dell'ARGANO siamo andati a spulciare gli articoli di stampa degli anni passati e, precisamente nella rassegna stampa di novembre 2009 (erano i tempi in cui si parlava della darsena come compensazione per il rigassificatore), abbiamo trovato questo, che tutto ci pare meno che una dichiarazione di guerra al megaimpianto: chissà se Marangoni ne era a conoscenza?

Corriere Adriatico del 08.11.2009

martedì 26 aprile 2011

ALLEANZE E SUICIDI...

Ora che la crisi politica che ha recentemente interessato le forze politiche che costituiscono la maggioranza nella nostra cittadina, sembra positivamente risolta,  possiamo analizzare meglio il fenomeno delle strane alleanze che si sono costituite nelle elezioni provinciali e che, a cascata, hanno interessato con riflessi negativi la giunta di Porto Recanati.

Tutto nacque da una famosa intervista del coordinatore regionale del Pd Palmiro Ucchielli che ipotizzava una alleanza Pd-Udc anche a Porto Recanati (dopo quelle già proposte in Regione e in Provincia).


Subito scattarono le prese di posizioni di condanna a tale prospettiva da parte degli amministatori locali del Pdl...



In tutta questa storia, forse, è mancato il parere più autorevole ed importante di tutti: quello dell'elettorato. Cosa ne pensa l'elettorato del Pd di un'ipotetica alleanza Pd-Udc?
Ce lo dice oggi il SOLE 24 ORE che ha commissionato un apposito sondaggio.
E noi dell'ARGANO ve lo estendiamo. Vorremmo estenderlo anche a Ucchielli (forse meglio di no...) e al senatore Piscitelli.
Siamo certi che almeno quest'ultimo ci offrirebbe una cena...

PERCHE' STRAFARE?

Riceviamo e pubblichiamo il contributo di Silvana:

Sono una vostra lettrice, vi scrivo nella speranza di poter aprire una discussione sul nuovo progetto, presentato dal vicesindaco Pagano, di un nuovo parco polifunzionale.
La mia domanda è: ne abbiamo davvero bisogno?

1) Cerchiamo a tutti i costi di opporci all'outlet mentre lì si aprirebbe anche un centro commerciale, che sicuramente non farà felice nessuno dei nostri commercianti;

2) Comprenderà un anfiteatro all'aperto con 900 posti, e della splendida "Arena Gigli" che di posti ne ha circa 1200, che ne facciamo??? Si trova nel cuore della città, eppure viene utilizzata poco e tenuta male...

3) Un cinema multisala... certo, il nostro piccolo, storico cinema Kursaal non potrà entrare in competizione, però andrebbe anche considerato che per tutti noi è un pezzo importante della vita e della storia di Porto Recanati! C'è chi vorrebbe abbatterlo (Democrazia e Libertà, Resto del Carlino del 07.12.2009) perché avrebbe bisogno di un restauro (circa 200.000 euro), nonostante i soldi siano stati inseriti dal Comune nel programma triennale delle opere pubbliche;

4) una biblioteca esiste già, a Porto Recanati! Perché farne un'altra e non potenziare quella esistente?

Non voglio annoiarvi ancora. Solo non capisco perché non si concentrino a migliorare e a utilizzare quel che abbiamo già, invece di costruire nuove strutture. Forse sono solo polemica e vedo solo interessi economici in ogni progetto nuovo. Ravvivare e offrire divertimento a Porto Recanati si può e non necessita di nuove costruzioni, ma solo di idee e di un limitato investimento di denaro.

Voi che ne dite?

Un saluto da Silvana

domenica 24 aprile 2011

BUONE FESTE DALL'ARGANO

Buone feste a tutti i nostri affezionatissimi lettori dalla redazione dell'ARGANO

Ci rileggiamo martedì 26...


sabato 23 aprile 2011

LA TECNOLOGIA AL SERVIZIO DELLA DIFFERENZIATA

Accade spesso che nelle piccole comunità nasca il futuro.
Abbiamo parlato molto di raccolta differenziata, un problema molto sentito nella nostra Porto Recanati. Ecco un'idea che viene da Petriolo.


Resto del Carlino del 16.04.2011

venerdì 22 aprile 2011

FERMI TUTTI! PER UN ALTRO MESE

Dopo l'articolo Obbligo di Infrazione il Comune si è mosso.
L'ordinanza 21/11 sulle polveri sottili è stata prorogata per un altro mese, quindi tutto aprile.
L'attuazione, però, resta quella che è, con varie pecche qua e là.
Ad Ancona, dopo tutta la zona industriale proseguendo verso nord, è presente questo genere di segnaletica, che fa sorgere nuovi dubbi sul metodo di attuazione utilizzato a Porto Recanati.
Sul sito comunale è consultabile sotto la sezione "Atti e Ordinanze" sia la proroga che l'ordinanza 21/11.
Ricordiamo che questa non riguarda soltanto le vetture, ma limita anche il riscaldamento a un massimo di 20°C per gli edifici residenziali e di 18°C per attività, negozi ed edifici pubblici, escluse le zone sanitarie.
A questo punto ci domandiamo che effetti ha avuto questo genere di precauzioni relativo all'abbattimento delle emissioni e delle polveri sottili in questo mese "sperimentale"?
Quante autovetture sono state controllate e  quante sono risultate non idonee alla circolazione?
Alla fine dell'ordinanza il comandante della Polizia Locale dovrà presentare un "bilancio" di questi due mesi, e solo allora saranno disponibili risultati utili a un giudizio.


giovedì 21 aprile 2011

A MISURA DI BAMBINI

Riceviamo e pubblichiamo il contributo del nostro lettore Enzo:

Approfittando delle belle giornate di questi ultimi giorni ho portato i bambini al parco che si trova all'ingresso nord della città. Una vera indecenza! Erba alta, giochi distrutti, lamiere taglienti, bulloni arrugginite, viti acuminate... se sapevo, li portavo a giocare nel cantiere edile dove lavoro... avrebbero rischiato meno di farsi male!
Immaginate un ragazzino che vola dai pattini e finisce con la testa su una delle piastre che si vedono qua sotto! Come leggete scritto sullo scivolo... se torni a casa intero c'hai proprio un bel C...

Enzo
pattinando è normale cadere
 ma se poco poco sbatti la testa qui ci rimani secco
 Se invece ti piace il castello... attento al chiodo arugginito!!!
 Altro che C..., qui c'è da lasciarci le penne!!! Avvisate il Comune!

mercoledì 20 aprile 2011

IDEE PER PORTO RECANATI: RIFLESSIONE SU PIAZZA CARRADORI

Riceviamo e pubblichiamo il contributo del nostro lettore Quirino Falaschini:

Viste le inefficaci segnalazioni all’URP, dei residenti e non, per porre Piazza Carradori (posto dimenticato dall’Amministrazione e dal Comitato di quartiere in questi ultimi anni!), allo stesso livello degli altri spazi verdi di Porto Recanati, mi permetto umilmente di  proporre un’idea per risolvere in parte il problema con poco.
Adesso arriverà la bella stagione con i turisti .
La  “Piazzetta”, come viene chiamata da chi ci è cresciuto, si riempie spesso di famiglie che a volte si devono attrezzare con i loro mezzi per organizzarvi feste (tavoli e sedie) e in più, già da adesso (sole permettendo), i bambini devono fare la fila per i pochi giochi che ci sono (uno scivolo e un’altalena).
La mia proposta è di aggiungere due tavoli in legno da parco per consentire a qualcuno, ogni tanto, di farsi una merenda all’aperto e una piccola palestra da esterno per variare il gioco dei bambini.
Il tutto, vedendo i prezzi su internet, dovrebbe costare poco, montaggio compreso, per un ordine fatto da un’Amministrazione comunale.
Capisco che ci sono problemi più grossi da risolvere (a volte con interessi solo per pochi!), ma se la manutenzione straordinaria del 2011 per la “Piazzetta” si risolve solo con quei pochi secchi di ghiaia già buttati lì sotto i giochi (fra un mese sarà sparsa dappertutto) e la mensile sterilizzazione estiva della fontana, allora è una presa in giro e basta.
Per non parlare poi dell’irrigazione, che non viene mai messa in funzione durante l’estate per non si sa quali motivi (anche se le giustificazioni sono tante) e dei coleotteri (Cerambix Cerdo) che da anni rovinano gli alberi con le loro larve che si nutrono di linfa, ma questi  sono problemi che, per qualcuno, non hanno importanza.
Il volto di una piccola cittadina a vocazione turistica come la nostra si vede anche dalla risoluzione di piccoli problemi, a volte dei dettagli, dei servizi che mette a disposizione di tutti per far passare  bei momenti ovunque, anche in un piccolo ma mitico parco come quello di Piazza Carradori.  



SPORT E STRUTTURE

Riceviamo e pubblichiamo un intervento da parte del presidente del comitato di quartiere Montarice Carlo Reboli:

Il 9 aprile scorso si è tenuto un interessante convegno sul tema ‘educazione e sport’ presso il Teatro Adriatico della nostra città.
Purtroppo lo si può considerare un flop per la scarsissima presenza di pubblico e di addetti ai lavori, nonostante la validità del tema trattato e lo spessore di chi è intervenuto.
Tra questi mi è piaciuto tantissimo  l’intervento del prof. Balducci che ha fatto il punto sul tipo di attività (non necessariamente agonistica) da far fare  ai giovani e quindi sulla necessità di mettere a disposizione di questi ultimi strutture sportive possibilmente dislocate nei quartieri. Ciò per facilitarne il più possibile l’utilizzo.
Ottimo!
Mi è venuto subito da pensare a quel che il comitato di quartiere Montarice, che rappresento in qualità di presidente, sta cercando di ottenere dalla nostra amministrazione comunale da lungo tempo: un campo polivalente (calcetto, basket, pallavolo) sul nascente Parco Montarice.
Tale struttura dovrebbe sorgere sul già presente campo da tennis, abbandonato da anni, e servirebbe agli oltre 50 ragazzi (dai 6 ai 15 anni) della zona, ma non solo, che abitano in un raggio di 1 km.
Il problema è costituito dal fatto che tale struttura non è stata ceduta dalla vecchia proprietà, come onere di urbanizzazione, alla nostra amministrazione comunale unitamente a tutta la zona circostante (?) E, pertanto, è privata.
Si  potrebbe chiederne la cessione, direte voi. Oppure se ne potrebbe chiedere l’utilizzo per un tempo limitato (10/20 anni). Pare che i tentativi, se ci sono stati, non abbiano dato l’esito sperato.
Si è suggerito l’esproprio, come extrema ratio, visto che la cosa sarebbe stata per pubblica utilità. Ma pare che l’amministrazione comunale sia sorda, da quest’orecchio.
L’importante è non fare torti a nessuno, se di torti si tratta, anche se non si mette mano per realizzare qualcosa che in teoria si va declamando. Ad esempio attraverso il convegno organizzato oggi dalla nostra amministrazione comunale: fare strutture.

Carlo Reboli


martedì 19 aprile 2011

POLITICA FLASH: LA CONVERSIONE - CRISI SI' O CRISI NO?

Ieri, dopo quasi quattro mesi, si è nuovamente riunito il Consiglio comunale. Un piccolo colpo di scena iniziale è stato costituito dalle dichiarazioni del consigliere della Lega Nord Attilio Fiaschetti, che ha reso pubblica la decisione di creare un gruppo autonomo, continuando ad appoggiare la maggioranza. Fiaschetti ha preferito non motivare la sua presa di posizione rimandando ai giorni futuri la spiegazione ufficiale. Successivamente, l'intero Consiglio, all'unanimità, ha ribadito ufficialmente il suo no al progetto del rigassificatore (in particolare al gasdotto SNAM che dovrebbe attraversare il territorio comunale).


Continuano intanto le diatribe all'interno delle forze di maggioranza. Scatenate ovviamente dalla decisione del sindaco Rosalba Ubaldi di schierarsi al fianco di Pettinari e della coalizione di centrosinistra alle elezioni provinciali. Il nostro sindaco prova a rispondere a mezzo stampa al Senatore Piscitelli:


Ovviamente, la risposta del senatore Piscitelli e dell'assessore Sirocchi (candidato alle stesse elezioni provinciali per il PdL) non si è fatta attendere...
E l'assessore lancia anche una stoccata all'opposizione...


State sintonizzati. Vi terremo aggiornati sugli sviluppi...

IL PONTE DELLA BARCHETTA... QUEI LAVORI FINIRANNO MAI?

Riceviamo e pubblichiamo il contributo di Franco, residente del quartiere Montarice:

Sono passati ormai più di due anni dalla chiusura del ponticello che collegava la zona industriale alla collina di Montarice. Ancora oggi non si hanno notizie sulla sua, speriamo, futura riapertura. Facendo un rapido calcolo, ogni portorecanatese è stato costretto, per questi due anni, a spendere in carburante circa quattro volte quel che spendeva in precedenza. Moltiplicate questo disagio per tutti gli abitanti della zona e avremo un cifra davvero notevole, paragonabile probabilmente all'ipotetica cifra necessaria per il "restauro" del ponticello stesso.

Aggiungo un'ultima cosa. Subito dopo la chiusura, il Comune dichiarò che il motivo di tale manovra era l'impraticabilità del ponte stesso e che ciò obbligava la Giunta ad affrontare alcuni piccoli lavori. Allo stesso tempo, però, circolavano voci che dichiaravano tutt'altro. Si sussurrava che i lavori al ponte fossero una promessa fatta al Comune da costruttori che non sono stati di parola. Per questo motivo il ponte è stato chiuso. Per forzare la mano, insomma.

Se quest'ultima versione sia un'invenzione o un fatto reale non possiamo saperlo, fatto sta che il ponte a tutt'oggi rimane chiuso e soltanto recentemente c'è stata l'apertura parziale per i soli pedoni e ciclisti.

Quanto ancora dovremo pazientare? Neanche fosse il ponte sullo stretto! Anche se, in effetti... strettino lo è sempre stato!


lunedì 18 aprile 2011

PEI MAGNARO' DE CCHI' DA NO': SARDO' FRITTI

Ingredienti per 4 persone:

1 kg di sardò (acciughe)
2 uova
200 gr di farina bianca
sale
limone
pangrattato
acqua

Lavate le acciughe, togliendo testa ed interiora. In una terrina, sbattere le uova con una forchetta, aggiungere la farina, un pizzico di sale e una grattugiata di buccia di limone. Mescolate bene il tutto fino ad ottenere un composto liquido e cremoso. Passate il pesce in pastella ed infine sul pangrattato e friggete.
Fate scaldare in una apposita pentola abbondante olio di semi; quando sarà ben caldo, incominciate a friggere pochi pesci alla volta. Appena saranno dorati 'ndurati e croccanti, scolateli e deponeteli su un foglio di carta da cucina o carta paglia. Manteneteli caldi fino al termine di tutta la cottura. Serviteli caldi.


POLITICA FLASH: TURBOLENZA IN ARRIVO?

Non si è fatta attendere la reazione del senatore Salvatore Piscitelli, massimo esponente politico del PdL della nostra cittadina, alla notizia della candidatura del sindaco Ubaldi con la lista di centrosinistra che vede candidato alla presidenza della Provincia Antonio Pettinari. Non sappiamo come andrà ora a finire la vicenda, visto che da pochi giorni la crisi del governo comunale sembrava rientrata. Seguiremo gli sviluppi.
Certo è che Piscitelli non le manda a dire, tanto al sindaco quanto all'UdC, una frase su tutte: "E' chiaro che l'UdC cerca piazzamenti e non condivide valori veri".
Vi estendiamo intanto l'articolo del Resto del Carlino di domenica 17 aprile e quello del Corriere Adriatico del 18 (in cui si legge anche la reazione della rappresentante della Destra Anna Rombini).
Soprattutto la chiusa dell'articolo pubblicato dal Corriere Adriatico lascia presagire una nuova, dirompente crisi di maggioranza.
Turbolenza in arrivo? Chissà, vi terremo aggiornati!

Resto del Carlino del 17.04.2011
Corriere Adriatico del 18.04.2011

domenica 17 aprile 2011

L'ANGOLO DELLA SATIRA: PATO E PIRLO

La notizia ha fatto il giro del paese in poche ore: il nostro sindaco Rosalba Ubaldi è candidata alle prossime elezioni provinciali in una lista di centrosinistra che vede come candidato presidente Antonio Pettinari (ex vicepresidente della Giunta uscente di centrodestra presieduta da Franco Capponi). In pratica, a Porto Recanati, si sta verificando una situazione politica vicina all’inverosimile: un sindaco e un assessore appartenenti ovviamente alla stessa Giunta di centrodestra sono candidati alle elezioni provinciali da avversari. Un unicum imbattibile, dobbiamo ammetterlo.
Ecco che noi dell’Argano ci siamo inventati uno scambio di idee fantasioso, che potrebbe avvenire nelle vie della nostra cittadina, tra due personaggi immaginari: da una parte un certo Peppe, con un passato da simpatizzante del Partito Comunista Italiano e ora elettore del Partito Democratico. Dall’altra Francesco, un passato da simpatizzante per la Democrazia Cristiana e ora elettore convinto dell’UdC di Pier Ferdinando Casini...
Il dialogo, ovviamente, avviene in dialetto portorecanatese...

PEPPE: O Francé, 'i ìstu ? La Ubaldi s’è candidata cui cumunisti in pruìncia!!!


FRANCE': Scì, o Pè, ho ìstu. Embè, cu c’è de strano?

PEPPE: E cume cu c’è de strano? E cu me pìi pel culo? E cus’è ‘na bandierola che sventula prinsù chi da no' e pringiò a Macerata, cul vento sempre da maistru?

FRANCE': O Pè, tu si 'rmaso ai tempi de na ‘ò. Nun te sai 'ggiurnatu. Adè damme mente, è nurmale che fanne cuscì. Eppò pensace bè. Pato e Pirlo nun giochene tutti dò cul Milan? Però, quannu c’è i mundiali, uno gioga cull’Italia e quelaltru cul Brasile… E cchì… è uguale…

PEPPE: O Francé, nun è uguale prignè. Se io sò del Milan, e miga quannu c’è i mundiali duentu del Brasile! Sto sempre cull’Italia!!!  Me 'ulerisci dì che me déo mette la majetta zzalla e èrde?

FRANCE': No Pè, fai bè a stà cull’Italia, ce mancherìa altru… La déi 'ede nte n'antru modu. Na fré de ssài antigu! Tu nun te sai mudernizzatu. Io te ùleu solu dì che el Cumune è el Cumune e la Pruìncia è la Pruìncia. Nu' li déi da mischià.

PEPPE: O Francè… ho capitu! Ma dimme 'mpò, cugio… Se iu, alle eleziò cumunali, ho ‘utatu pe' Riccetti che dietru c’éa el Partitu demugratigu, adè alle prùinciali, per chi durìa da 'utà? Pe' la Ubaldi, che dietru c’ha el Partitu demugratigu, e che chi da no' j ho ‘utatu contru? O Francé, e iu nun ce pìu più un capezzu!!!

FRANCE': O Pè, ennammadò de sai cumpligatu… E ‘rmane a casa, quannu se ‘ota, che è meju…

PEPPE: O Francé, e me sà che fò propriu cume dighi tu, 'rmanno a casa! Perché sennò me se 'ntreccia el cervellu. Lu sai però qual è el colmu? Che per colpa de sa gente a me me lèene pure el gustu de ‘ndacce, a 'utà. J arà da pià 'na cagarella, a calchidù!

FRANCE': O Pè, cu' te déu dì…  Pensàmu alla salute…

PEPPE: Sarà meju, Francé, che se stàmu dietru a 'si storni ce pìa a no', el capustorno!

sabato 16 aprile 2011

OUTLET A PORTO RECANATI - LA PAROLA A LATINI

Sono molti i problemi che la nostra Giunta comunale si ritrova in questi giorni sul tavolo. Oltre alla vicenda del rigassificatore (sempre estremamente attuale), è ancora aperta anche la questione relativa alla costruzione di un mega outlet nel nostro territorio.

A tal proposito, in questi giorni, abbiamo registrato l'opinione del consigliere regionale Latini, ex sindaco di Osimo, che propone una doverosa concertazione tra i vari Comuni limitrofi alla nostra cittadina, che saranno comunque direttamente interessati per l'impatto economico sul territorio di una tale struttura commerciale.


venerdì 15 aprile 2011

RIGASSIFICATORI: IL PUNTO DELLA SITUAZIONE

Vogliamo tenervi al corrente degli ultimi sviluppi della questione rigassificatori. Lo scorso 12 aprile c'è stata una manifestazione contro questi impianti che si è tenuta al Consiglio Regionale (il quale avrebbe dovuto discutere alcune mozioni riguardanti l'intesa da dare al rigassificatore API di Falconara Marittima).
Qua sotto trovate la prima parte di un ottimo filmato che sintetizza cos'è successo:



E' poi notizia degli ultimissimi giorni che i sindaci contrari ai progetti di impianti di rigassificazione GDF Suez a Porto Recanati e API a Falconara si sono riuniti presso il Comune di Ancona, con il sindaco dorico Gramillano in testa, per far sentire la loro protesta insieme ai comitati.
I primi cittadini presenti erano addirittura 17 (più l'assessore all'Ambiente della Provincia di Ancona, contraria all'installazione dei due "mostri").
Abbiamo fatto un rapido calcolo di quanti cittadini marchigiani rappresentano queste persone e, alla fine, il risultato è stato: 523.582.
Se pensiamo che la nostra regione ha circa 1.561.000 abitanti, ci rendiamo conto che questa cifra rappresenta quasi UN TERZO della popolazione regionale.

Certo, ci fa un po' effetto sapere che all'incontro erano rappresentati i comuni di Jesi e Treia ma non la nostra Porto Recanati che, invece, insieme a Falconara Marittima, avrebbe concesso il nulla osta agli impianti.

Resto del Carlino del 15.04.2011

Corriere Adriatico del 15.04.2011


DISCARICHE NATURALI (UN TANTINO PERICOLOSE)

Oh, la primavera! Come sono belli gli alberi in fiore...scusate, ma lì dietro cosa c'è? Vediamo un po'!



Ci sono delle lastre in Eternit abbandonate. Quando parliamo di Eternit ci viene in mente l'AMIANTO.


E pensare che in quel punto l'acqua ristagna a causa degli ostacoli che incontra nel corso del fosso ma poi, quando riesce a superarli, si getta direttamente nel mare. Secondo voi è il caso di tenere ancora lì quella roba?

giovedì 14 aprile 2011

POLITICA FLASH: L'AMORE NON E' BELLO SE NON E'...

Dopo un mese in cui sindaco e vicesindaco si sono parlati solo attraverso comunicati stampa, a conferma di una situazione politica non più idilliaca all'interno della maggioranza, e soprattutto dopo che cinque assessori (su sei) avevano presentato le proprie dimissioni dagli incarichi istituzionali, ieri pomeriggio, in una riunione molto delicata, Rosalba Ubaldi è riuscita a trovare una sintesi tra le diverse esigenze.

La crisi politica che interessava il nostro comune è dunque rientrata.

Significative le parole della prima cittadina:

"da questo incontro usciamo tutti più forti perché più uniti e più consapevoli dell'importante compito che, in quanto amministratori, abbiamo davanti"


Permetteteci però di dire soltanto una piccola cosa sul titolo del Resto del Carlino. La crisi va avanti da circa sei settimane. Riferire che è durata solo 24 ore ci pare un po' riduttivo.

Ma ora sarà vero amore? Chi ci segue lo saprà!

UN PARCO POLIFUNZIONALE PER PORTO RECANATI



Il vicesindaco e assessore all'Urbanistica Javier Pagano ha presentato in maggioranza, nei giorni scorsi, il progetto di un nuovo parco polifunzionale che sorgerà nei pressi del bivio Regina. Apprendiamo dalle colonne del "Corriere Adriatico" che si tratterà di un insieme di strutture ricettive, creative e commerciali  che comprenderanno, oltre ad aree verdi, un anfiteatro per spettacoli all'aperto dalla capienza di circa 900 posti a sedere, un cinema multisala, una pista per il pattinaggio su ghiaccio, una biblioteca e altre strutture sportive tra cui quattro campi polivalenti dotati di spogliatoi e ampie tribune per la pratica di sport come basket, calcetto e volley.
L'assessore Pagano, in occasione della presentazione, ha ribadito che si tratterà di un complesso dove si potrà facilmente e confortevolmente accedere alla pratica dell'attività sportiva, dove si potrà impiegare in maniera utile e divertente il tempo libero e dove sarà possibile anche curare il benessere della persona e della famiglia.

mercoledì 13 aprile 2011

IDEE PER PORTO RECANATI: L'OPUSCOLO ESTIVO

Giusto una settimana fa, proprio attraverso questo blog, abbiamo proposto un modo per allietare le serate dei nostri turisti e visitatori occasionali, durante il periodo estivo, grazie all’organizzazione di piccoli concerti da tenersi in Piazza Brancondi.
Riprendendo quell’idea, vorremmo proporre un'ulteriore iniziativa per il turismo di  Porto Recanati.
Stiamo parlando della realizzazione di un opuscolo dove poter riassumere tutti gli eventi (spettacoli teatrali, concerti, esibizioni live di artisti, eventi sportivi, eventi connessi alla settimana del Palio, e tutto il resto) che vengono organizzati nel nostro territorio comunale nei mesi estivi. Un libretto, insomma, in unica edizione (e non sotto forma di giornale o pubblicazione mensile com'è avvenuto nel recentissimo passato) da poter distribuire presso tutti i balneari, bar, ristoranti, alberghi e attività commerciali di ogni tipo rendendolo fruibile al turista o a chi, da abitante di una cittadina limitrofa, frequenti abitualmente la nostra cittadina.
Tale libricino andrebbe ovviamente redatto dalle autorità preposte (pensiamo all’assessorato al Turismo, ovviamente) in doverosa sinergia con i privati e illustrerebbe ai nostri ospiti l’offerta connessa al turismo, ai servizi e allo svago quotidiano nel nostro territorio.
Abbiamo infatti notato che spesso, a Porto Recanati, eventi interessantissimi non sono ben pubblicizzati e non raccolgono il successo che meriterebbero.
Il turista, sfogliando l'opuscolo, sarebbe sempre aggiornato sull’offerta di eventi serali, conoscendo con anticipo gli appuntamenti interessanti a cui non mancare.
Certo, ciò richiederebbe una maggiore programmazione e pianificazione degli eventi estivi, tanto da parte del Comune, quanto da parte dei privati, ma siamo sicuri che, con un piccolo sforzo, si potrebbe dare maggiore valore a ogni avvenimento organizzato, supportandolo con la dovuta pubblicità.


CRIMINI (DA EVITARE)

Non sappiamo quale sia la vostra opinione in proposito, ma noi dell'ARGANO pensiamo che se qualcuno ha ancora in testa di realizzare un impianto di rigassificazione nello scenario della nostra Porto Recanati che rappresentiamo qui sotto in foto, vada internato presso il tribunale dell'Aja e processato per direttissima per crimini contro l'umanità...





martedì 12 aprile 2011

POLITICA FLASH: ONCE WERE WARRIORS...

Come tutti sanno, tra poco meno di un mese andremo di nuovo al voto per eleggere il nuovo presidente della Provincia di Macerata. La vittoria se la contenderanno il candidato per il centrodestra Franco Capponi (presidente uscente) e il candidato per il centrosinistra Antonio Pettinari (vicepresidente uscente). Sì, avete capito bene, i due principali candidati, fino a qualche mese fa, presiedevano l'uno come titolare e l'altro come vice, una Giunta provinciale di centrodestra. Poi il fermento della politica nostrana e nazionale li ha portati di fatto a diventare contendenti nella nuova sfida elettorale che ci apprestiamo a vivere.

Forse molti di voi giudicheranno questo saltare da una coalizione all'altra assolutamente normale. A noi vetero-tradizionalisti dell'ARGANO, invece, la cosa provoca ancora particolari sussulti. Anche perché, pur essendo vero che solo gli stolti non cambiano mai idea, qualcuno deve spiegarci, a questo punto, le dichiarazioni rilasciate proprio dal candidato per il centrosinistra Antonio Pettinari sul "Resto del Carlino" il 18 settembre 2010.

Vi alleghiamo l'articolo che siamo andati a ripescare. Poi, ovviamente, ognuno tragga le sue conclusioni....


L'HOTEL HOUSE - IL REPORTAGE

Grazie a cronachemaceratesiTV un interessantissimo reportage sull'Hotel House che mostra una realtà spesso disconosciuta a molti portorecanatesi. Per certi tratti, anche una piccola lezione di vita.
Da non perdere

lunedì 11 aprile 2011

PEI MAGNARO' DE CCHI' DA NO': SPAGHETTI SEPPIE E PISELLI

Ingredienti per 4 persone:

700 gr. di seppia,
250 gr di piselli
1/2 bicchiere di olio extravergine di oliva
1/4 di cipolla
1 pezzetto di peperoncino
una spruzzata di vino bianco
300 gr. di pomodori freschi
un pizzico di concentrato
sale ed acqua q.b.


Pulite e spellate la seppia, lavatela bene con acqua corrente, tagliatela a pezzi, fatela scolare in uno scolapasta. In una pentola, fate soffriggere olio, aglio tagliato fino e peperoncino. Appena l'aglio incomincia ad imbiondire, aggiungete la seppia e fatela rosolare per alcuni minuti a fuoco vivace, versate il vino e lasciatelo assorbire, mettete giù i piselli, mescolate bene, lasciate cuocere per alcuni minuti, aggiungete i pomodori a pezzetti e privi di semi ed un pizzico di concentrato, salate e mettete l'acqua sufficiente per la cottura della seppia.
Coprite la pentola e lasciate cuocere a fuoco lento.
A cottura ultimata, lasciate riposare il sugo per almeno 20-30 minuti. Fate cuocere gli spaghetti in una pentola con abbondante acqua e sale, appena si alza il bollore cavateli e metteteli su un piatto da portata o su una zuppiera, versate il sugo, mescolate bene in modo che la salsa insaporisca bene la pasta e servite subito.



Ricetta presa dal libro:  "...Na svèntola, 'na rola, el sugo bolle 'nte 'na cazzarola...." di Nicola Gaetini.
La ricetta è stata fornita da Giacomina Gaetini.

IDEE CHE CI PIACCIONO: UN MERCATO FLOREALE LUNGO IL CORSO

Grande successo ieri per il mercato floreale organizzato a cura dell'Ufficio Commercio del Comune di Porto Recanati, diretto dal comandante della Polizia Municipale dott. Sirio Vignoni. Corso Matteotti, per una volta, non era popolato da prosciutti, formaggi, abiti o indumenti intimi, ma da composizioni floreali che hanno donato un particolare colore e una straordinaria vivacità alla nostra cittadina.
Senz'altro un'idea apprezzabile e da ripetere nel tempo, magari estendendo tale esposizione a tutto il corso e non a una sola porzione dello stesso.

Regaliamo ai lettori dell'ARGANO alcune foto scattate dalla nostra redazione: